Sorprese

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Perché ci sono delle volte che la vita ti sorprende.
In male, quando per caso ti trovi un nodulo al seno e ti crolla il mondo sotto ai piedi.
Quando sei a casa da sola, e ti chiedi cosa si deve fare in casi come questo (visto che se ne parla, se mai vi capitasse, telefonate al vostro medico di base  che vi prenoterà un’ecografia o mammografia, a seconda dell’età, presso il centro di senologia della vostra città).
Quando guardi i tuoi figli e pensi che potresti non vederli crescere. Ma ti rendi conto che l’unica cosa che desideri è che siano felici, con o senza di te.

In bene, quando ti accorgi quanto amore hai intorno a te.
Quando stai rientrando a casa, dopo una giornata di lavoro intensa, quando praticamente non hai visto i tuoi figli, e stai pensando a quante cose hai ancora da fare prima di poter svenire nel letto. Sperando di dormire visto che domani c’è l’esame che ti darà delle risposte.
E ti chiama tuo marito e ti dice “c’è una bella sorpresa”.
Entri in casa, e c’è tua mamma. E’ lì per starti vicino, perché SA che ti serviva.
Anche se le avevi detto che “no, non importa”, perché non volevi si facesse un viaggio di 100 km così, per una visita. Invece serviva eccome, perché  nei momenti in cui ti senti fragile e spaventato, la mamma è sempre la mamma.
Anche senza tante parole, ché noi in famiglia non siamo molto sdolcinati, però quando serve ci stringiamo uniti, e la vicinanza è tutto.
Quando arriva il messaggio commovente della tua migliore amica, che non si dimentica una “cosa” detta al volo di sfuggita. E ti è vicina e ti dice che ti vuole bene.
Quando alla mattina ti svegli e hai, di nuovo, le persone più care con te.
Quando anche le persone che hai conosciuto solo virtualmente si stringono attorno a te e aspettano con te.
Non si dovrebbe aspettare una (potenziale) brutta notizia per far sentire il nostro amore, ma diciamo che ogni momento è buono e che l’affetto sincero scalda un cuore spaventato.

Per la cronaca, al 99% è un nodulo benigno. Ma devo ancora aspettare i risultati dei prelievi istologici.

Intanto che io aspetto, voi, donne, prenotate una visita senologica.
Ottobre è il mese della prevenzione al tumore al seno, telefonate, ADESSO.

Per tutte le iniziative in questo mese della prevenzione del cancro al seno consultate il sito della Lilt; per gli aggiornamenti in tempo reale su Twitter c’è l’hashtag #NastroRosa.
Informarsi sul tumore al seno è un dovere, in questo mese è ancora più facile.
Tags from the story
Written By
More from Morna

Fenomenologia della mamma: la Mamma Oracolo

Share this... La Mamma Oracolo è quell’amica che ha fatto tutto prima...
Read More

31 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *