domenica 25 novembre 2012

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Oggi, 25 novembre, è stata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.
Ne hanno parlato tutti.
L'hanno ricordata tutti.
Ed è il minimo che si possa fare.

Noi abbiamo deciso di farlo ora, ora che questa giornata è quasi terminata, perchè anche domani possa essere una giornata dedicata alla stessa causa, perchè domani, quando tutti se ne saranno scordati e sarà la giornata di qualche cosa d'altro, chi passa di qui, possa rifletterci ancora un po', ancora un altro giorno almeno.

Vorremmo ricordare questa piaga con un racconto, uno tra i tanti, un racconto tremendo, conosciuto, ma non come dovrebbe, una storia che ha vinto il Premio Pulitzer 2012 e che non ci si riesce a scrollare di dosso, una volta letta.

Per Teresa.
E per tutte le donne uccise perchè...

DONNE.

Dal sito di Repubblica.it  del 18 maggio 2012, "La notte che Teresa è stata uccisa" di Eli Sanders 



6 commenti:

  1. Io ho un'esperienza brutta accaduta l'8 marzo 2012 in ufficio dove siamo 4 donne e un capo uomo (molto fascistoide che se non vuole sentirti parlare ti dice di stare manza e zitta...lasciamo perdere non è questo l'argomento ma a pensarci bene forse sì!). In occasione della festa dlele donne mi sono premurata di attaccare alla porta del nostro ufficio un cartello che riportava quanto segue:

    NEL MONDO UNA DONNA SU TRE, TRA I 16 E I 70 ANNI È STATA COLPITA NELLA SUA VITA DALL'AGGRESSIVITÀ DI UN UOMO E NEL 63% DEI CASI, ALLA VIOLENZA HANNO ASSISTITO I FIGLI.
    LE PIÙ NUMEROSE AD ESSERE COLPITE SONO LE DONNE PIÙ GIOVANI, QUELLE TRA I 16 E I 24 ANNI, MA NELLA QUASI TOTALITÀ DEI CASI LE VIOLENZE NON SONO DENUNCIATE: IL 96% DELLE DONNE NON PARLA CON NESSUNO DELLE VIOLENZE SUBITE. I MAGGIORI RESPONSABILI DELLE AGGRESSIONI SONO I PARTNER, ARTEFICI DELLA QUOTA PIÙ ELEVATA DI TUTTE LE FORME DI VIOLENZA FISICA.

    Alle 9 entra il fascistoide e dice
    "Chi lo ha appeso?"
    "Io l'ho appeso io perchè?!"
    "Perchè lo devi togliere immediatamente!"
    "Perchè dovrei?"
    "Perchè l'ufficio non è un luogo adatto"
    "Per me rimane lì io non tolgo"
    Pensavo che il suo comportamento fosse ripugnantema questo perchè non avevo ancora udito ciò che avevano da dire le mie 3 colleghe che si lamentavano del fatto che non avevo consultato nessuna delle tre prima di appendere fuori dalla porta l'annuncio e che loro ritenevano il messaggio fuori luogo perchè la violenza non riguardava nessuno nell'ufficio e perciò distante da tutte noi. La più giovane della 4 si è alzata, ha aperto la porta, scollato l'annuncio dalla porta e messo sulla mia scrivania....
    Non ho potuto fare nulla e ho capito che se anche avessi potuto non avrei fatto nulla perchè come puoi interfacciarti con persone così? Da quel momento in poi lui mi fa schifo e loro abbastanza pena....

    RispondiElimina
  2. Mi spiace Mara... che brutto ambiente di lavoro... non deve essere per nulla facile... :(

    La violenza sulle donne è certamente anche questo che hai raccontato tu... quando si parla poi di donne uccise dagli uomini arriviamo al culmine di ciò che può diventare la violenza... spero sempre che le cose cambino, che il mondo diventi migliore e che NOI donne un giorno riusciremo a farci ascoltare...
    E vorrei tanto che la mia bambina in futuro non abbia più da confrontarsi con persone del genere...

    RispondiElimina
  3. Mara, però, bell'ambiente!
    Certo che quando manca anche la solidarietà femminile.... ce n'è di strada da fare!
    speriamo davvero che le cose cambino, forza mamme di maschi, diamoci da fare!!!

    RispondiElimina
  4. La cosa che mi sconcerta di più è che le mie colleghe sono davvero brave ragazze ma tutte al "servizio" del capo maschio al quale si deve ubbidire e il quale si deve riverire. Le loro osservazioni circa il fatto di farmi togliere il cartello non nascevano da una reazione convinta e motivata, condivisibile o meno, ma dal fatto che il capo aveva manifestato la contrarietà a quel pannello e loro al suo di lui "servizio" sono andate dalla sua parte. Comprendete la differenza? E' molto peggio la seconda risposta che la prima.....

    RispondiElimina
  5. si si certo Mara! Lo avessero detto subito, capire, non gli paice, ok.
    Ma dopo che il capo ha detto così.....
    Quindi mi correggo: mamme di maschi, diamoci da fare per crescere uomini rispettosi e corretti e gentiluomini!
    Mamme di femmine, datevi da fare perchè crescano con le palle!!

    RispondiElimina
  6. Mamma di femmina a rapporto... ;-)

    Certo che s!! Insegnerò alla mia bimba che dovrà avere le @@ oper sopravvivere al mondo di domani!!!

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...