Il post della domenica con Nanoricetta: Ciambellone a prova di MammaMostro

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Eccoci qui.
E’ domenica, di nuovo, eh sì!
Rassegnamoci, ogni settimana arriva. 
E ha una sola cosa di bello, sì…
che domani è lunedì?
ehm…ma anche sì!

Questo week end è stato breve e non troppo traumatico per nessuna di noi…o, almeno, non più del solito, ecco…
e così, mentre Morna sta arrampicando su qualche parete, Anya s’abbuffa col le P all’indiano e Kla fa shopping per Milano, ecco qui qualche frase e un’idea per la merenda di oggi o di domani o di…quando diavolo volete voi: facile, indolore e di riuscita sicura, perchè, lo sapete…noi abbiamo interessi vari (?), cerchiamo di fare le mamme come meglio possiamo (e, giuro, ci impegnamo anche a farlo meglio che ci riesce!), ma non è che proprio proprio possiamo definirci Nonna Papera, ecco…

Dunque, le nostre Nanoricette sono sempre ricette molto…smart, ecco.

E quindi…ecco a voi quanto annunciato!

Lafrancy, da Twitter:

“in macchina col treenne.
Mamma, mi fai guidare?
Sìììì, come no…quando avrai 18 anni!
Mamma, ma tu ce li hai 18 anni?!”

A1, di Morna: 

Sento urlo disumano dal bagno.
Vado e trovo A1 rantolante sul pavimento. Mi sa che si è schiacciato il pisellino nel water.
Quando si riprende gli chiedo di farmi vedere come ha fatto.
“Eh no! Se ti facio vedere come ho fatto… me lo schiaccio di nuovo!”

P1 di Anya:
Di Karl Lagerfeld dall’esposizione “the little black jacket”.

E la P1: 

Mamma guadda! 
Puppe piccine piccine!

L di Kla, poco fa, nel metterci a fare la ciambella di cui sotto:

mamma, io pendo ji inghedienti dal frigol
ok
peffetto, io sono lo cef e tu sei la ceffa, ok?
che???
la ceffa, mamma, è lo cef femmina. Come te, no?
ah beh!

ed ecco la nano ricetta: 

Ciambellone a prova di MammaMostro

Tempo occorrente: 

10 minuti per l’impasto con robot da cucina (a mano non ne ho idea, ma non credo molto di più…) 
30 minuti per la cottura.

A proposito, mentre perdiamo tempo, accendiamo il forno: 180°.

Recuperare:

3 uova
150g di burro
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
180 ml di latte
300g di zucchero
300g di farina

(se volete aromatizzarlo con della vanillina, aggiungerne 1 bustina; se volete aromatizzarlo con della cannella, aggiungete 2 cucchiaini di cannella in polvere; si possono aggiungere anche delle gocce di cioccolato o quello che volete. La versione alla nutella, ve la proproniamo un’altra volta…ma state a dieta almeno 3 settimane, prima di farla…è una droga. Pura e non tagliata, vi avvertiamo!).

Prendere un mixer, un robot da cucina o quello che volete. 
Versare tutto quello di cui sopra. L’ordine non è granchè importante. O, almeno, non è che che noi ci si faccia caso, eco…viene sempre e comunque!
Avviare.
Quando è tutto impastato bene (3 minuti? 5?), versare il composto in uno stampo per ciambella foderato di carta da forno se non volete smazzarvi la pulizia dello stampo, ma fate vobis…se preferite imburrarlo, prego, lavate voi, non noi!

Infornare a 180° per 30 minuti.

Et voilà!

La merenda o la colazione o entrambe, sono servite!

L’ennesima ricetta delle scansafatiche è  vostra…

A domani, 
con la fenomenologia del lunedì!

A chi toccherà domani?

Tags from the story
,
More from 50sfumaturedimamma

Perché non dobbiamo desiderare che i nostri figli siano come noi

Share this... Vorremmo che i nostri figli fossero come noi, magari non...
Read More

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *