giovedì 1 novembre 2012

Non è bello ciò che è bello...


Pensate a vostra madre.
Ora pensate alla moda.
Cosa le lega? In genere niente. Su, la mamma non è quasi mai una strafiga, per le figlie, eccetto rari casi. E' giusto che sia così, devono vederci un po' befane, altrimenti si sentirebbero in competizione, no?
La storia però è diversa. La mamma non è sempre stata mamma. E quindi non è sempre stata una donna mal vestita. No no, la mamma ha avuto anche un suo stile. Prendete per esempio le foto di quando i vostri genitori erano fidanzati (o le vostre, di quando eravate fidanzati, se il fattaccio è già accaduto): notate nulla?
Ho sentito addirittura mio fratello pronunciare: “Però la mamma era una bella topa, da giovane”.
Roba da spaventarmi, giuro.

Però è vero, era carina, era vestita alla moda, nei limiti delle sue possibilità. E quindi cosa penseranno di me le due P? Che anche io ero carina PRIMA? Sì perché le foto di mia mamma carina sono quelle scattate PRIMA, prima che avesse mio fratello e, dodici anni dopo, me.

Insomma, io PRIMA mettevo i tacchi. Non esisteva proprio che uscissi senza. Ricordo ancora quando incinta della prima P, la sera del mio babyshower (vi voglio bene, bimbe!), aspettando due amiche dopo l'ufficio, indossavo un vestitino e un paio di Kurt Geiger rosa tacco 14. Con evidente pancia di 5 mesi, in attesa sul ciglio della strada, lottavo contro i guidatori che mi strombazzavano urlando "bella gnocca!". Gesù, gli uomini.


PRIMA, io studiavo con attenzione la mise, la sera prima. Mi facevo dei lunghi bagni con conseguenti manicure, pedicure, impacchi di uova marce ai capelli, un'ora e mezzo di spalmatura olii, tanto che mio marito mi chiamava patatina fritta. Ma che pelle di seta! Che mani sempre perfette! Mai un pelo fuori posto (anche perché non ce n'erano, di peli). 



Sceglievo con cura i vestiti nelle mie sessioni di shopping. Presente il sabato, quando c'è un casino della madonna e devi fare la fila in piedi per mezz'ora e poi la tipa ti dice "mi dispiace, massimo 6 capi", e tu ne provi sei e poi rifai la fila altre TRE volte?



Beh, tutto questo, appunto, era PRIMA. 



Però su, qualcosa si può fare anche DOPO. 



Sono onesta, io avevo un po' la fissa di questa cosa. Avevo sentito di donne trasandate, che passano la giornata in pigiama, spettinate, col fiato all'aroma di piccione putrefatto, un'unghia di 2cm e l'altra rosicchiata a sangue. Io NON VOLEVO essere così. Non potevo. Non dovevo. A Parigi, poi. Senza lavoro. No no.



E quindi mi son messa d'impegno. Piuttosto lasciavo mia figlia in pigiama fino alle 14 (ma non è vero, in fondo lei era una piccola me), ma io dovevo essere vestita e truccata di tutto punto.



Poi col tempo mi sono ridimensionata. Ho iniziato a diventare stratega. Ho scelto un look diverso, più easy (per forza di cose) ma non cialtrone (a parte quando mio marito mi chiama "cartolina del pubblico"... che vorrà dire?). 

Ho tagliato i capelli. 
Ho trovato una buona estetista. 
Ho iniziato a comprare vestiti on line (santo Asos). 
Ho scelto tacchi larghi e non troppo alti. 

Insomma, ne sono uscita. 

E ora non è che sia sempre perfetta. Ma insomma, mi impegno. 
Se non altro, quando le mie P. vedranno le mie foto pre-loro, non diranno "Mamma, com'ERI figa, PRIMA". 

E voi, come vi vedete, DOPO?

14 commenti:

  1. le differenze tra prima e dopo sono che ora penso 5kg in meno (!), ho i capelli più lunghi xché nn ho tempo di andare a tagliarli e nn ho un seno che possa definirsi tale.. :/
    prima non uscivo mai con i tacchi, non mi truccavo ecc. esattamente come ora! quindi non penso si noti un grande cambiamento.
    quindi mia figlia o dirà "la mamma è sempre stata un cesso" o "la mamma è sempre stata una gnocca". io opto per la prima ma staremo a vedere...

    RispondiElimina
  2. Io invece ho ceduto porca miseria!! No ma hai pienamente ragione, bisogna darsi un contegno...credo che inizierò dallo shopping su internet!! :-)

    RispondiElimina
  3. Marti ma no! Non mettersi i tacchi o non truccarsi non significa essere un cesso :) Anzi! E' vero che spesso le donne al naturale sono più belle, solo purtroppo (vero Miki?! :)) ) succede che si cambia, forse semplicemente SI INVECCHIA?! Argh...

    RispondiElimina
  4. Taccatissima prima, hawaianas dopo e decolte ora....mi sono ridimensionata un po', non sempre riesco ad essere perfetta, a volte sono un disastro ma mi impegno ed il più delle volte dovrei essere passabile!!!!

    RispondiElimina
  5. Bilancio:
    tacchi: non sempre, ma nemmeno prima; più bassi e più larghi, anch'io.
    Non esco struccata, manco se mi paghi a peso d'oro, esattamente come prima.
    mani, piedi e roba da estetista: ho sempre fatto da me e continuo a fare da me, anche se con meno frequenza, vero;
    dal parrucco invece ci vado più di prima, ma son spettinata sempre uguale; continuo a tenere i capelli lunghi e poi finisco per averli sempre raccolti. Dovrei decidermi a tagliare.
    Shopping ne facevo di più prima di diventare mamma, ma perchè ero più magra.

    Questa è la differenza vera: il peso.
    Non trovo mai la voglia e la determinazione necessarie per mettermi a dieta fino al raggiungimento dell'obiettivo.
    Ed avendo un'altezza tale quasi da poter entrare gratis a gardaland, dovrei proprio.

    RispondiElimina
  6. Ammiro te e tutte quelle che ci riescono, io per la maggior parte del tempo ho capitolato. La mattina esco a portare i bambini ai rispettivi asili che sembro appena scesa dal letto (sembro?) e poi tra scappa e corri il tempo per rimediare non c'è (e la voglia nemmeno). Non che PRIMA fossi così solerte nella cura di me, però insomma un po' di differenza c'è. I capelli PRIMA sempre piastrati, ora lasciati selvaggi, il trucco anche se leggero non mancava, i peli stroncati regolarmente. ORA invece mi trucco e mi vesto con un po' più di cura solo nei giorni di festa e relativa calma(ma il tacco giammai!) Mio marito in queste occasioni spesso mi dice "come sei bella!" e io mi sento ancora peggio perchè di certo non sono bella, solo "normale", ma rispetto al quotidiano divento una strafiga. Sì sì è vero devo impegnarmi di più...(ma non lo prometto :-))

    RispondiElimina
  7. A quasi 4mesi dal parto proprio oggi nel prepararmi per andare a pranzo fuori notavo le mie sopracciglia un po troppo folte ....ma non sono ancora riuscita ad andare da un'estetista. E dovrei. Per il resto non ero una gran modaiola nemmeno prima ne mettevo spesso tacchi. Idem ora.

    Bianca dal forum;)

    RispondiElimina
  8. Ciao bianca!

    Io ammetto che se non lavorassi credo che sarei modalità pigiama con chiazze di latte 24 ore al giorno. Per fortuna mi salva il lavoro, dove devo arrivare presentabile. In più ho una passi e sfrenata per le scarpe con i tacchi, ma come paggetto proprio. Quindi visto che le ho lì, tanto vale metterle

    RispondiElimina
  9. I couldn't have asked for a better blog. You happen to be always at hand to offer excellent guidance, going straight away to the point for easy understanding of your site visitors. You're really a terrific pro in this subject matter. Many thanks for being there visitors like me.

    RispondiElimina
  10. Presa dal terrore della cialtronaggine post parto e spaventata dai racconti dell'ostetrica del corso pre parto («Ho visto donne che nel pomeriggio sono ancora in pigiama e che non trovano il tempo di farsi una doccia»), per la prima volta nella mia vita quando mi alzo prima mi faccio la doccia, mi vesto, mi trucco e poi penso alla bambina. Così bastarda che certe volte la faccio pure piangere! Ma c'è un MA: i chili in più. Quelli ancora non riesco a smaltirli... ma ce la farò, ce la farò...

    RispondiElimina
  11. a parte il momento commozione ripensando al baby-shower di anya (posso dire: io c'ero! ahahahah), io non ero una fanatica prima, ma in effetti dopo sono ulteriormente peggiorata. ma la colpa è più di un lavoro che tira fuori il peggio di me, piuttosto che della maternità! certo all'idea che il nano E. guardi le foto e non mi riconosca, mi rendo conto che devo assolutamente darmi una regolata!!

    RispondiElimina
  12. io a 10 giorni circa dal parto, dopo aver passato gli ultimi mesi di gravidanza modello Sora lella conle ciabatte (infradito con perline... ma sempre ciabatte so'!), in 3 secondi ho avuto un raptus e ho comprato un paio di decolleté ipercostose (almeno per i miei standard), stilose e con stiletto... tanto per risentirmi donna! poi però sono capitolata anche io e nei mesi di maternità mi ero ridotta piuttosto male... ma purtroppo o per fortuna la maternità nel mio caso è durata il minimo indispensabile e avendo ripreso subito a lavorare mi sono dovuta ridmettere in carreggiata... certo, i capelli bainchi ci sono, i peli pure, le unghie fanno spesso pena, perchè il tempo è proprio poco (le pause pranzo, che prima dedicavo a volte a estetista/parrucchiere, ora le passo invariabilmente ad attraversarmi la città per stare almeno un'oretta con il nano), però tutto sommato non mi posso lamentare... oggi decoleté nera di vernice, abitino e autoreggente (sotto pelazzi... ma tanto con la calza nera non si vedono :D)

    RispondiElimina
  13. oddddio, io son tra quelle che prende in prestito vestiti, scarpe, borse e accessori dalla mamma.

    e sì che la mia mamma non è nemmeno una di quelle 60enni ridicole che girano credendosi 20.

    la mia mamma è una 60enne in jeans, ma con le maglie della giusta lunghezza e aderenza.

    la mia mamma è comunque più alla moda di me.

    io fatico da matti ad uscire dai miei jeans, dalla mia felpa e dalle mie scarpe ginniche. e se potessi, lascerei a casa pure la borsa.

    RispondiElimina
  14. Io sono nella fase più ciospa che mai. Stamattina, dopo aver imbacuccato tutti gli altri, mi sono dimenticata il giubbotto (me ne sono accorta dopo diversi metri, solo quando ho iniziato a sentire freddo): secondo voi mi accorgo se ho dimenticato gli orecchini? Aggiugiamoci anche l'annetto e quasi mezzo di maternità non pagata che ha drasticamente ridotto il budget estetica/shopping. Che vi devo dire? Verranno tempi migliori...forse!
    Saluti da elenita la scorfana

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...