domenica 10 febbraio 2013

Post della domenica melanconico

Un bel giorno, iniziai un lavoro nuovo dopo tanto averlo cercato. Era divertente, mi dava delle soddisfazioni, a volte mi annoiavo, a volte mi arrabbiavo, ma più spesso stavo bene. Poi rimasi incinta e, di lì a poco, lasciai l'Italia e il mio lavoro senza guardarmi indietro, sicura che il futuro mi avrebbe riservato solo cose belle, con una scrivania o meno a cui sedere.



Per oltre tre anni sono stata una mamma, una moglie, una studentessa per un periodo, ma insomma ho avuto la grande fortuna di poter fare la mamma. Ho cambiato ogni pannolino della mia P1 fino a due giorni fa, quando anche la notte ha iniziato a dormire in mutande (di Hello Kitty, of course). Ho allattato, accompagnato, preparato pappine, cantato canzoni stupide (non capita anche a voi di ritrovarvi per strada, da sole, che cantate "Nella vecchia fattoria"? No? Ah, ok). Ho aspettato pazientemente il rientro di un marito bloccato nei meandri della metro. Ho guardato episodi dei Teletubbies per ore di seguito fino a spingere la P1 a distruggere il lettore dvd.
Ma soprattutto ho riso, tantissimo. Delle prime risate di entrambe. Delle cadute. Del loro stupore di fronte alla neve (o al sole, ebbene sì, siamo a Parigi). Dei loro tuffi in piscina e delle loro espressioni buffe. Ieri sera la P1 non la smetteva di dire scemenze e ridevo proprio con le lacrime agli occhi, come quando avevo 16 anni e facevo la grulla con la mia amica Gemy. Poi la P1 rincorreva gattonando la P2 ed entrambe ridevano così di gusto da farmi venire le lacrime, un po' per la gioia, un po' per la tenerezza.

Un po' per la tristezza. Domani inizio a lavorare, chissà se la P1 chiederà alla sua tata perché la mamma è a travagliare.

Da FB

Aurora - Abbiamo un neonato di pochi giorni e due bimbe: una di quasi 4 anni e una che ne farà 2 a maggio. Quest'ultima sente un po' la mia mancanza, soprattutto quando allatto il fratellino. All'ennesima poppata del giorno, si avvicina a me per farsi fare le coccole e, indicando il cuscino su cui è appoggiato il fratellino, mi chiede: 'Mamma, togli queesssto?'
Per farle spazio, tolgo il cuscino e sollevo il piccolo, appoggiandolo alla mia spalla per fargli fare il ruttino. Insoddisfatta del risultato, lei indica il fratellino e chiede: 'Mamma, ora togli queeesssstooooo?!?'


Benedetta - Rebecca ed io stavamo facendo una commissione a piedi, dopo un po' lei mi dice: "mamma, cerchiamo una radura dove riposare!" ... troppe favole??

In casa Kla le pareti sono... diciamo colorate, e il salotto vira al rosso/arancio, mentre il corridoio è bianco. L. si avvicina al muro con un pennarello per provocare il padre, il quale gli dice: "Ehi, delinquente! Guarda che ti metto un pennello in mano e ti faccio IMBIANCARE il corridoio!". E L., con aria di sfida, "ed io ti metto in mano un pennello e ti faccio ARROSSARE il salotto!". 

Francesca P. - Nonna: "Matteo, la nonna ti ha comprato un vestito di carnevale così bello, ma così bello, da rimanere a bocca aperta!". Matteo: "Nonna, ma poi la bocca la posso chiudere o devo tenerla sempre aperta?". 

10 commenti:

  1. Posso aggiungerne una?
    Emma mentre faceva colazione ha voluto vicino il suo bruco di pezza.Ad un certo punto mette le sue manine sotto la bocca dell' animale e dice" sputa, sputa" io le chiedo cosa il bruco dovesse sputar e lei " la farfalla mamma!! "....mi sembrava carina.Grazie Simo

    RispondiElimina
  2. Ah ah!
    Grazie Simo!

    E in bocca al lupo alla nostra Anya!!!!

    RispondiElimina
  3. Anya anche io domani mattina riprendo a lavorare dopo otto mesi sempre con la mia PArigina, lei andrà al nido e sono sicura si divertirà. Noi chissà,!

    RispondiElimina
  4. Ahahahahah mi fanno morire questi nanetti!

    In bocca al lupo Anya!! Un bel cambiamento!!

    RispondiElimina
  5. Buon primo giorno di lavoro. Ti mancheranno da morire ma ti sentirai anche benissimo ;)

    RispondiElimina
  6. brava super mamma, allora il lavoro è arrivato? contentissima per te...e anche un pò invidiosa ;)

    RispondiElimina
  7. brava super mamma, allora il lavoro è arrivato? contentissima per te...e anche un pò invidiosa ;)

    RispondiElimina
  8. Anya come non comprendere la tua malinconia... ma la notizia è di quelle che vanno festeggiate! Bravissima, ce l'hai fatta! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  9. Il mio treenne è impegnato a scaccolarsi il naso quando gli dico in senso ironico: - Scaviamo nella miniera, eh?! - e lui con il suo candore intona "Andiam andiam andiamo a lavorar... lallalà lallà lallà".

    p.s. Beh Anya, bel colpo, soprattutto di questi tempi!

    RispondiElimina
  10. Tasto dolente, il rientro al lavoro. Ancora lontano, ma già mi preoccupa, più per me che per piccolotto, devo dire la verità: la sua capacità di adattamento sarà probabilmente molto migliore della mia. Ma ce la faremo, anche questa volta!
    Intanto, a te, buon primo giorno!

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...