domenica 3 marzo 2013

Post della domenica di primavera

Linea 6, pont de Bir-Hakeim
Sapete che in Russia, e in generale nell'ex URSS, la primavera inizia il primo marzo? Non ho mai capito perché, dato che ad aprile spesso hanno ancora la neve alta. Comunque. Marzo è iniziato, la primavera è alle porte, in un attimo sarà estate e poi di nuovo la rentrée. Corro troppo?
Svegliandomi col sole, stamani, dopo una... ehm... lieve sbronza post compleanno amichetta P1, mi sono interrogata sui lati positivi e quelli negativi di stare a Parigi.
Vediamo.

Lato positivo 1: stamani la P1 è andata col babbo a vedere un fighissimo spettacolo Dinsey. Pare che lei volesse strapparsi i vestiti dalla felicità, tra Topolino, Minnie, principesse varie e fatine. Fatelo a Canicattì.
Lato positivo 2: mi sono iscritta in una palestra che ha diverse sedi, ed una è... proprio sotto l'ufficio. Scendo, sudo, puzzo, mi lavo (IO) e torno a lavorare. Forte eh?
Lato positivo 3: non hai bisogno dell'auto. Arrivi ovunque con i mezzi, dei veri mezzi, e se decidi di passeggiare... beh, che ve lo dico a fa'?
Lato positivo 4: quando la sera torni a casa, dopo una lunga e stancante giornata, cosa ti risolleva il morale? Lo scintillio della tour Eiffel! E tua figlia che a tre anni la riconosce anche nelle miniature e ti dice "guadda mamma, la tour Eiffel, CASA MIA". Figo.
Lato negativo 1: hai EuroDisney a due passi e prima o poi sarai obbligata ad andarci perché lei lo scoprirà, e tu non potrai più fare finta di niente.
Lato negativo 2: la gente dopo la palestra non si lava.
Lato negativo 3: per portare la P2 al nido mi ci vogliono 20', ed è vicino. Per andare in ufficio almeno mezz'ora. E sono fortunata.
Lato negativo 4: della mezz'ora di viaggio in metro, solo pochi secondi sono di tour Eiffel. Tutto il resto è un gran puzzo di gente che dopo la palestra non si lava.

Ok, ce ne sarebbero molti altri, ovvio, ma questo è un post della domenica e i miei miscugli di ieri sera si fanno ancora sentire (a proposito, se mai passaste di qui, grazie Laure e Alessandro), quindi vi saluto e vi lascio alle frasi dei bimbi. Adieu!

PS Siete curiose di sapere che lavoro faccio? Sono redattrice per un sito che parla di moda e bellezza ispirato alle celebrities!

P1 e i neologismi:
"Questo mamma lo DONNO alla P1, va bene?"
"Guadda mamma, ho CACHATO i piedi sotto la coperta!"

Antonella: Giorgia, 4 anni il prossimo luglio. "Mamma, sai, io avrò due bimbi, Beatrice e Christian" e io " ah sì?!" E lei "certo, così poi sarai nonna" ... Anvedi, passo già di grado!

Cristiana: Emanuele, 2 anni: 'papà nella adio i mamma ci sono i signoi che pallano!' (papà nella radio di mamma ci sono i signori che parlano!)
Sempre Emanuele, mi raggiunge in bagno mentre mi sto lavando e sono nuda. 'Mamma che è quetto?' E indica dove non ha mai battuto il sole...
'Amore è la pisellina di mamma'
'Nooo mamma, quettooo!' e riindica là sotto.
'Intendi questi? Sono i peli amore' .
Dopo un attimo di silenzio lui scuote la testa e tira fuori un disgustato 'bleahhh!'
Giorgia, 4 anni. Le dico 'amore riposiamoci un po', mamma è stanca di giocare a ginnastica' 'Va bene mamma, parliamo un po'
'Ok, vuoi raccontarmi cosa avete fatto a scuola?'
'No mamma, parliamo un po' di musica!'


Francy: Emanuele, 29 mesi, mentre guardiamo un documentario sugli animali: "mamma, guardaaaa, i mammelli (cammelli)!! Io adooooroooo i mammelli!" Ignoro da dove provenga questa adorazione!!
Giochiamo con il duplo della fattoria, mi mostra la mucca e indicando le mammelle: "quetti sono i pitelli della mucca" ....


Francesca: ale 27 mesi la mattina del.4° compleanno della sorella " ale sai che giorno é oggi?" ' si é il compelanno di georgia e di mio" " no ale é solo di giorgia " " no mamma tutti e 2...guadda siamo uguali !" e giorgia il giorno della festa mentre preparava gli stuzzichini dice " mamma stiamo facendo masterchef  

2 commenti:

  1. Io non vedo l'ora che M abbia qualche anno in più per poterlo portare ad EuroDisney!!

    E ora la frase del nano che mi ero dimenticata di scrivere... stavamo mangiando a un fast-food di un centro commerciale, nel tavolino accanto a noi una coppia. M mangiava e chiacchierava, faceva tutti i suoi ragionamenti, questi ragazzi lo guardavano e sorridevano... dopo un po' M, serio, si rivolge a uno dei due e gli dice, in tono perentorio "non continuare a guardarmi, girati!" siamo rimasti tutti impietriti, lui ha riposato lo sguardo sul suo piatto e ha ricominciato a mangiare come se niente fosse...

    RispondiElimina
  2. Emma due anni mentre mangiava una fetta di salame oggi: " mamma cos'è?" io: "il salame, amore, ne mangi una fettina e basta però!"Emma" ok mamma mangio una fetta di FAMALE ( lo ha chiamato così...fantastica!) e basta! Simona

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...