venerdì 17 maggio 2013

Ansia da prestazione del genitore

No, non è quella di vostro marito.
No, non è quella a cui pensi tu, che sei capitato qui digitando su google "ansia da prestazione".
No.
E' un'altra cosa.
E' quella che prende te, madre o padre di figlio  da riformatorio vivace.
Io lo so che ci sono bambini tranquilli, non negate, non ditemi che me li sogno:

IO LI VEDO.

E' vero che è tutto relativo, è vero che io sono madre di NanoConanIlBarbaro e che NanoTerminator già mi pare Cicciobello, però...

i bambini tranquilli e pacifici, anche solo un po' vivaci o vìivaci nella norma, IO LI VEDO

E sono tutti vittima di mio figlio.




Avete presente lo stato in cui vi sentite quando vostro figlio nel bel mezzo di una festa di compleanno per il nuovo arrivato nel club dei quattrenni acchiappa la cresta ingellata del festeggiato e la tira
e la scuote
e la ritira
e voi vi lanciate nela sua direzione pregando di arrivare prima che gli resti in mano?
E quando miracolosamente ciò accade, tirate un sospiro di sollievo, ma....

poi li sentite.

Cosa?
Come cosa?
Se ve lo state chiedendo non sapete per fortuna vostra di cosa stia parlando.
Se invece avete capito subito, ne siete vittima anche voi (fondiamo un gruppo di auto aiuto, io ve lo dico).
Dicevamo, cosa?
Gli occhi di tutti i 40 genitori che vi osservano.
20 bambini=40 genitori=80 occhi maggiorenni.
80 occhi circa che vogliono vedere ora cosa direte o farete a vostro figlio.

E vi sentite come quando a 16 anni la prof vi interrogava a sorpresa e non sapevate cosa risponderle perché il giorno prima avevate fatto di tutto tranne che prendere in mano  un libro.
E avevate 40 occhi che vi guardavano, oltre a quelli della prof, che valevano 10, ma erano 2, come il voto che vi stava per appioppare.

Avete 10 secondi di tempo per compiere un gesto o dire una parola che non vi faccia apparire una cogliona.

E non sapete che dire o che fare, perchè vorreste solo tirare una centra in faccia a vostro figlio, ma non si può.
Non si deve.
Non si fa.
Eppure...quanto lo vorreste fare!
D'altronde, se anche decideste di farlo, non sarebbe il caso di compiere l'insano gesto con 40 spettatori adulti, un'animatrice e 20 minori che vi stanno guardando.
No.
Allora dovete dire qualcosa di intelligente, che faccia presa, che non faccia pensare: ecco, suo figlio è uno stronzo  così tanto vivace e manesco perché LEI E' COSI'.

Ma così come???

Debole?
Forte?
Non autoritaria?
Troppo autoritaria?
Poco credibile?
Troppo aggressiva?
Poco autorevole?
Troppo dolce?
Poco dolce?
Troppo permissiva?
Poco comprensiva?

Ansia...

Idea!
Procrastination!!!! Siiiii! Procrastinare è sempre un'ottima soluzione!
Ora dirò una cosa tipo: dopo facciamo i conti a casa!
Figo!

No, figo un tubazzo, Tata Lucia dice sempre che i bambini vanno ripresi subito, ora o mai più, altrimenti non collegheranno la punizione col motivo per cui vengono puniti.

E figurati se 'sti stronzi non sanno a memoria le puntate di Sos Tata.
Come minimo hanno comprato e letto tutti i libri delle Tate.
Penseranno che sbaglio tutto, che sono incapace e che mio figlio è così delinquente per questo.
E allora?
Occhi puntaati addosso, silenzio.

"Ehm...Leonardo, non si fa! Fallo di nuovo e andiamo subito a casa!"

Ti guardi intorno, come diceva qualcuno, "per vedere l'effetto che fa."

Niente, niente ovazione, niente applauso, niente disapprovazione.

Ok, tutti tornano a chiacchierare, forse hai detto una cosa a loro giudizio non così terribile, nè esemplare.

Te la sei cavata.

Uuuuuh. Ansia.

Devo essere onesta, la maternità mi ha tolto tante preoccupazioni inutili, tante paure stupide, non tanto perché siano magicamente guarite, non per quelle stronzate sulla maggior consapevolezza di me stessa etc etc...è che...non ho più il tempo di occuparmene, nè di considerarle.

Più figli, meno terapie?

Bah, non lo so mica, perchè di ansia chi ha mai sofferto?
Io no.
Mai.

Eppure, ogni volta - leggasi spesso - che mi trovo a dover fronteggiare mio figlio in pubblico, mi sento osservata, giudicata e...mi viene ansia da prestazione.

La cosa fondamentale finora è che non se ne sia accorto mio  figlio.
Il giorno che lo capirà, temo, sarà la fine.

Devo assolutamente guarirla prima che accada.

Sapete come si fa?

19 commenti:

  1. ehm no, nessun consiglio da darti...credo di avere lo stesso problema anch'io!
    Temiamo troppo il giudizio degli altri. Dovremmo imparare a fregarcene!
    Ps: per quanto possa valere il mio parere, ti sei comportata alla grande! Se nessuno ti ha fatto l'applauso te lo faccio io ora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara...e coraggio...passerà (?)

      Elimina
  2. proprio vero. Quell'ansia lì, bisogna prepararsi prima ancora che si manifesti.

    RispondiElimina
  3. Consigli non mi sento di darli, già me la cavo maluccio io, anzi ti dirò di più, visto che la frase che hai detto ha funzionato e che io spesso mi trovo in quelle situazioni li (sarà forse il nome che e' lo stesso?!?!?!?), e come te vado nel panico, te la rubo e la prossima volta la dico pure io!!!!

    RispondiElimina
  4. Secondo me te la stai già cavando alla grande, io non riuscivo neppure a scherzarci sopra, i primi 5-6 anni di mio figlio sono stati semplicemente terrificanti per quanto riguarda l'ansia da prestazione (vedasi anche la 'profezia che si realizza' perchè sudavo ancora prima di uscire di casa!).
    L'unica cosa che ha funzionato nel mio caso è il tempo, lo so che non è un consiglio ma come madre non ho un curriculum impeccabile :)
    Comunque arrivati quasi a 8 anni e mezzo le cose ora hanno un senso diverso, ho dovuto per forza tessere con mio figlio un dialogo che "i genitori perfetti di figli perfetti" se lo sognano ... poi i giudizi e gli sguardi torvi arrivano lo stesso ma francamente ho fatto pace col mio odio verso tata Lucia e il mio Conan ha imparato a limare qualche aculeo. Quindi coraggio, i nostri figli sono un'opportunità fantastica di testare la nostra resistenza e prima o poi si riesce a dire che non tutte le ansie vengono per nuocere ... prima o poi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Marzia.
      Non mi consola molto sapere che ancora per anni sarà così...ma se esiste luce in fondo al tunnel e coincide con un rapporto speciale col figlio barbaro...teniamo duro!

      Elimina
  5. Ti capisco benissimo, il mio secondo figlio è così, pensavo che col tempo la cosa cambiasse, intendiamoci è un ragazzo d'oro ma l'istinto quello non l'ha perso. Ecco lui è la mia spina nel fianco e con lui davvero ho ansia da prestazioni e sudo fredda diventando tachicardiaca quando esce

    RispondiElimina
  6. Abbiamo tutti quest'ansia, è tipico di noi genitori!
    Il mio problema, da mamma-lavoratrice in questo periodo dell'anno è dove lasciare i bambini in estate, quando tutte le scuole chiudono, con i nonni lontani...
    l'unica soluzione sono baby-sitter o campi estivi, ma con i prezzi che ci sono!

    Quello che tutte le mamme vorrebbero...

    RispondiElimina
  7. Di solito ce l'ansia da prestazione da genitore ce l'ho alla cassa del super, per il resto il mio è piccolo...vedremo (XXXXX)

    RispondiElimina
  8. Io di solito sono dall'altra parte della barricata. Cioè, semplificando, mio figlio per ora é quello che le prende. E se da una parte ti capisco perche in ogni caso spesso ci si sente giudicati dagli altri nel nostro essere genitori, anche senza avere conan come figlio, dall'altra penso anche che spesso non vedo molti genitori di bimbi aggressivi o maneschi intervenire per tentare di correggere un comportamento sbagliato. Lasciano correre senza fare o dire nulla, e la cosa mi fa imbestialire. come se la legge del più forte valesse come linea educativa! Ovviamente non è il tuo caso, ma lo riscontro spesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mikimiki, credimi, io intervengo eccome, e la situazione è migliorata rispetto ad un anno fa, quando davvero ero arrivata al punto di non volerlo più portare al parco per evitare botte da orbi a caso.
      Ma è difficile! Capisco che i genitori dei bimbi vittima detestino bambini come il mio, ma quello che voglio dire con questo genere di post è che...

      noi non ci sentiamo meglio di voi, sappiatelo!!!

      Ovviamente parlo per chi, come me, interviene e cerca di tebere le briglie, per quanto possibile.

      I genitori che lasciano fare le belve impunemente sono più detestabili dei figli. Sono d'accordo.

      Elimina
    2. Si vero, e detestabili sono pure quelli che ti puntano gli occhi addosso in attesa di giudicare le tue doti genitoriali, me ne rendo conto!! È una giungla eheh! Ma in generale nessuno può conoscere meglio di te tuo figlio, quindi in definitiva sono poi cacchi tuoi come lo gestisci...i bambini molto vivaci non mi danno fastidio, seguono il loro istinto, che noia se inostri figli fossero tutti perfettini!!sono però le mamme o i papà che se ne fregano, o che peggio ancora ritengono la prepotenza una dote che farà riuscire bene i loro figli nella vita a provocarmi l'orticaria :-)

      Elimina
  9. Io non ho quell'ansia da prestazione perché quella fetente di mia figlia di solito si comporta decentemente quando ci sono altre persone. mi viene l'ansia quando varco la porta di casa.
    elenita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenita...noi siamo messi come te! Con gli altri bambini fa il timido ma nel relazionarsi con noi genitori è un piccolo despota!

      Elimina
  10. E' vero non lo nego esistono figli tranquilli però tu che ironizzi in maniera fantastica direi che te la cavi alla grande!

    RispondiElimina
  11. Anche io ho due piccoli demoni a casa ... La mia ansia da prestazione è continua !!! Teniamo duro ci sarò sempre qualcuno pronto a giudicarci, anche dopo aver vinto il premio MIGLIO MAMMA DELL'ANNO donatoci da niente popo di meno che TATA LUCIA !!!

    RispondiElimina
  12. Carissima, proprio ieri al parco il mio grande ha azzannato la gamba di uno più piccolo... ansia a gogò! sono andata perfino dalla madre del divorato a portarle una cremina all'aloe da dargli... terribile!

    RispondiElimina
  13. Già sei brava, pure il mio è un bel terremoto, x mia fortuna sono "abituata" alle critiche, quindi riesco a concentrarmi sul "calmare" il nano, e non dar peso alle occhiate saputone altrui, come hai detto tu, l'importante è farci vedere (apparentemente) calme dai nani :)

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...