lunedì 27 maggio 2013

Fenomenologia della mamma: la mamma di figlio vivace

Perché giocare sul tappeto? 
Questa è la mia.
Questa la scrivo per disperazione.
Sappiatelo.
Perché se delle altre avevo qualche tratto, se di alcune mi limito ad essere osservatrice, questa è mia.
Non prendo ispirazione da me, no, no,

SONO IO.

La mamma di figlio delinquente vivace a volte ha talmente tante violazioni del codice di comportamento per cui rimproverare il figlio, che...

deve tralasciarne qualcuna per andare a dormire prima dell'una.






La mamma di figlio assai vivace è quella che quando in un preciso momento non ha sott'occhio suo figlio, non riesce a vederlo causa ressa di bimbi festanti, e sente un bambino piangere...

sa che la colpa è di suo figlio.
Non c'è bisogno che glielo dicano.
Lei sa.

La mamma di figlio delinquente vivace è quella che passa il tempo trascorso con altri bambini a scusarsi con i loro genitori.


E' quella che è felice di portare il figlio alle feste dei compagni, a tutte le feste dei compagni...
e poi, dopo 3 minuti di presenza alla festa, si chiede perché lo invitino.
Perché lei uno come suo figlio non lo inviterebbe alla festa di compleanno di suo figlio.
Solo che...

lei non può, causa coincidenza soggettiva.
Ma davvero non capisce...guardatelo lì, il figlio vivace...che fa alle feste?
scoppia tutti i palloncini,
mena almeno 5 bambini a festa - e se lei non intervenisse sarebbero almeno il doppio, forse il triplo...ma non vuole sincerarsene, sapete com'è...), 
tira i capelli ad almeno 3 bimbe nei primi 20 minuti, 
se c'è un animatore della festa non è quello vestito da Winnie the Pooh, no, quello non se lo fila nessuno...

è suo figlio l'animatore! 


Ma perché lo invitano???? Perché??? E perché io ce lo porto, per pentirmene sempre dopo 15 minuti quando va bene?

La mamma di figlio delinquente vivace è quella che va a prenderlo all'asilo e si avvicina al cancello ogni volta  temendo che qualche mamma gli chieda conto

di un gibollo
di un bernoccolo
di un disegno in faccia
di un disegno strappato
di una firma "LEO" sulla maglietta bianca di chi Leo non si chiama, ma si chiama invece Lucrezia o Ginevra

e qui mi fermo, ma solo per ragioni di spazio.

La mamma di figlio delinquente vivace è quella che quando chiede alla maestra "Tutto bene oggi?"  non viene liquidata con un generico "sì, sì, tutto bene, stia tranquilla", ma si mette comoda.
E aspetta l'elenco delle marachelle con pazienza ed umiliazione quotidiana.

La mamma di figlio vivace è quella che quando entra in aula vede suo figlio...
che sta sempre facendo qualcosa che non dovrebbe fare.
E...niente...lì c'è da scegliere:
se la maestra sta per vederlo o lo farà nel giro di 10 secondi, lei interviene sgridandolo;
se la maestra non lo vedrà mai perché è in altro impegnata...beh...ecco...magari ignora l'accaduto, non abbiatevene a male, ma non può sempre cominciare la serata con suo figlio con una strigliata, abbiate pietà di lei.

La mamma di figlio vivace è quella che porta suo figlio ad un laboratorio di disegno...



per osservarlo leggere un libro ad una bella bambina coi codini, mentre tutti disegnano, più o meno ligi al dovere.



Ma non era un laboratorio di disegno?





Già, ma è ovvio che il figlio vivace non disegnerà oppure - capitato anche questo - ad un minicorso di disegno Disney, tutti disegnano Topolino e lui...

"un'astronave, mamma, Topolino lo fanno già gli altri!".

La mamma di figlio vivace è quella che si sente promettere che non accadrà più, che non ruberà mai più un gioco a Tommaso...
ma ancora prima che finisca la frase, ha già in mano la macchinina di Tommaso.
E Tommaso è di nuovo in lacrime.

La mamma di figlio vivace è quella che si sta scusando con la mamma di Sofia, perché suo figlio le ha strappato un disegno, solo che...mentre lo fa, capisce che la mamma di Sofia pensa che si stia scusando perché le ha rotto la bambola e che lei non sa del disegno.
E ora? Se lo tiene per sé o lo rivela...così...per economia processuale...2 scuse al prezzo emotivo di una?

La mamma di figlio vivace è anche quella che ogni tanto trova qualcuno di comprensivo che le fa notare che suo figlio, sarà anche delinquente, ma viene menato che la metà basterebbe, solo che...
non fa una piega.
Incassa.
Non piange.
Così facendo non attira attenzione e sembra sempre lui quello che attacca, ma magari si sta difendendo...è stoico, mi dice.
No, non è stoico, è cretino, direi io, se non fosse mio figlio.
Siccome lo è, dirò che è orgogliosamente stoico, sì.

La mamma di figlio vivace, se non lo avete capito, si scusa.
Tanto.
Tante volte.
Innumerevoli Volte.
Talmente tante, che a volte invece che salutare si scusa.
Che volete? Un po' l'abitudine, un po'...si porta avanti.

La mamma di figlio vivace assai è quella che viene sempre guardata in modo compassionevole.
E' quella che quando viene presentata viene anche guardata con una certa circospezione mista a rimprovero. Se siete madri di figli delinquen...ehm...vivaci, eccessivamente vivaci, avrete capito esattamente quale sia il tono di cui parlo. E lo sguardo. Quello sguardo!

La mamma di figlio vivace è quella che, io temo, viene indicata come termine di paragone negativo.
La pietra miliare del peggio che ti possa capitare.
O, versione più cattivella ancora, la pietra miliare della madre peggiore, perché ovviamente sarà colpa sua se suo figlio è tremendo.

La mamma di figlio delinquente vivace è quella che se sente una parolaccia, inizia a scusarsi.
Ma non l'ha detta lui!
Sta tranquilla, tra 30 secondi il bambino che l'ha detta, dirà che l'ha sentita da suo figlio.

La mamma di figlio delinquente vivace è quella che si sente dire cose come

"mio marito non viene mai alle feste di compleanno, ma è voluto venire alla festa di tuo figlio per conoscere il bambino che fa tanti dispetti a nostra figlia"

Oh, grazie!
Son soddisfazioni!

12 commenti:

  1. :) quanti anni ha il tuo bimbo vivace??
    il mio ne ha quasi 3 e sta iniziando ad essere vivace anche lui.. ma per fortuna non sempre, a momenti.. oh ma non sono mica bambolotti eh! sono bambini!! proprio oggi ho scritto un post su questo argomento.. ;)
    saranno solo i maschi o ci sono anche le femmine vivaci??? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha 4 anni, ma a 3 era forse peggio di ora...

      Elimina
  2. Mi piace molto come descrivi la tua prospettiva. Purtroppo pero' ci sono un sacco di mamme di bimbi delinquenti che non si scusano affatto. Ne' puniscono. E insomma, li' fai un po' due piu' due.

    RispondiElimina
  3. Hai descritto perfettamente e mi ritrovo in ogni tua parola.
    Proprio questa mattina sono arrivata a scuola e la maestra mi comunica che oggi Tato ha fatto pernacchia e sputacchiato in faccia alla compagnetta di classe (naturalmente la compagna quella brava, tranquilla e figlia di un'altra maestra) e quindi e' stato messo in punizione. Ma perche' sempre noi???? Uffa che fatica noi mamme di bambini delinquenti-vivaci!!!!!
    Se ti puo' consolare anch'io vivo I compleanni e I playdate con angoscia e girando, scusandomi ogni tre minuti.

    RispondiElimina
  4. ero Lucy, capisco cosa intendi e, finché non ho avuto la peste, ero convinta che la mela non cadesse poi troppo lontano dall'albero.
    Ora che ho un tornado di figlio, sfacciato e protagonista, oltre che spesso manesco - anche se, crescendo, sempre meno - mi sono ricreduta.
    Non sono sfacciata, non sono aggressiva, difficilmente alzo la voce, ho molta pazienza e detesto la prepotenza e l'arroganza.
    Ho imparato sulla mia pelle che non funziona sempre la facile equazione tale padre - o meglio, madre - tale figlio.
    Purtroppo, invece, mi rendo conto che questo sia ancora il pensiero comune e mamme, genitori, come me ne sono vittima.
    Esistono bambini molto, forse eccessivamente, vivaci, esistono bambini amplificati, esistono bambini difficili da gestire, a prescindere dal genitore.
    Mi piacerebbe che questo messaggio passasse, è per questo che torno spesso sull'argomento.
    È un qualunquismo diffuso e, per noi sfigate madri di bimbi con caratteri di questo tipo, è difficile farlo capire: molti bambini aggressivi o maleducati sono figli di genitori menefreghisti, ma non tutti.
    Tu che dici, Drusilla?

    RispondiElimina
  5. Ahahahahah, carinissimo!
    Pure noi siamo bei vivacetti, il mio non "mena", piuttosto fa i dispetti...

    RispondiElimina
  6. mio figlio e quello che di solito subisce e le prende...gli ho insegnato che nn deve soccombere e ridarle..si deve difendere..forse sbaglio..ma preferisco sappi difendersi.. io credo che una botta ci stia..mica si possono prevedere i bambini..ma nn tollero le mamme che nn intervengono..tuo figlio ha spinto il mio ok ci sta.. ma lo riprendi nn fai finta di nulla e lasci che lo rifaccia... se lo rifa lo allontani ;)
    manu

    RispondiElimina
  7. All'asilo dove lavoro c'è un bimbo proprio come il tuo, però non credo (non li conosco) che i genitori siano tremendi ma anzi tutte le volte penso che in fondo un po' siano felici il lunedì mattina perchè possono tirare il fiato una mezza giornata e penso pure che a volte in mezzo alla confusione si rimprovera sempre il solito (è così facile ricordarsi il suo nome ormai! e poi anche se non è stato potrebbe averlo fatto o stare per farlo e quindi...)
    Un baciotto al tuo tornado (fantastico dentro il cassetto :), chissà come sei stata felice di vedercelo!)

    RispondiElimina
  8. Eccomi. 11 mesi e il gene della delinquenza già ben riconoscibile. Cammina da quando ha 10 mesi, ora corre...sempre. Ai giardinetti cerca l'attenzione dei grandi, vuole andare sul monopattino anche se non ci arriva, vuole giocare a palla anche se non ha ancora la coordinazione per calciare. E direche prima di diventare mamma quando vedevo dei bambini così pensavo . " Ma i genitori, non sono in grado ti tenerli un attimo fermi...?".

    RispondiElimina
  9. Presente: mamma disperata da 7 anni... Bellissimo post

    RispondiElimina
  10. Fantastico post....vero....specchio Di un mondo parallelo Di Nome Leo.....

    RispondiElimina
  11. Bellissimo post e leggendolo ho pensato a ciò a cui ho assistito di recente ad una festa di compleanno. Premetto che mio figlio è vivace ma non particolarmente dispettoso o manesco ed in genere, purtroppo, le prende e subisce. Io implodo e non nascondo che darei una bella strigliata all'assalitore ma poi faccio prevalere la ragione e mi dico: non è da portare al pronto soccorso, la mamma sta già strigliando il piccolo teppista e io devo cercare di spronare mio figlio a difendersi. Stop. Ma come ti dicevo ho assistito a una scena che mi ha lasciata allibita. Festa di compleanno, ad un certo punto si sente l'urlo e conseguente pianto del festeggiato che tra le lacrime dice alla madre terrorizzata e incazzata, già sul piede di guerra, che ha ricevuto un morso da un bimbo che a volte ha comportamenti di questo tipo. La madre lo consola ovviamente e incenerisce con lo sguardo la madre e figlio morsicatore. Continua a dire che gli ha fatto male, malissimo perchè se suo figlio piange così forte ha un dolore atroce perchè lui è resistente al dolore (va bè anche sta minchiata che sento sempre mi ha un pò rotto). Poi si innesca la tensione in tutti gli invitati con commenti al limite dell'idiozia. La madre non ha sgridato abbastanza il pazzo criminale di poco più di 3 anni, doveva portarlo via dalla festa, doveva menarlo. Sguardi truci ecc. Tutti a compatire per ore il bambino cinqueene morsicato (un pò ci sta ed è giustissimo, poi basta)che sembrava che anzichè ricevere un morso gli avessero staccato la gamba. Ma queste madri non se lo fanno un esame di coscienza??? No perchè io ho visto i loro angioletti avere comportamenti ugualmente aggressivi e a volte anche più pericolosi di un morso,per quanto doloroso. Non ricordo nessuna di quelle care madri che ha portato a casa o sculacciato il figlio o la figlia, al massimo è arrivata una sgridata. Sono ancora scioccata e ovviamente solidale con la madre del morsicatore.
    Barbara

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...