La mamma piange (ovvero se dopo 4 anni non è baby blues, che è?)

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Ieri la Minor Minor si laureava.

Dicesi Maior la sottoscritta, Minor la sorella di mezzo, Minor Minor la piccina di casa.
Mi catapulto al Politecnico e vengo immediatamente reclutata per il servizio fotografico. 
Bene, mi dico, che sarà mai?
Per la cronaca: io non ho foto della mia laurea.
La fotografa ufficiale – professionista, eh! – mi immortalò in 800 pose che manco il book della Moss.
Figo.
Poi mi rincorse per il chiostro in cui si aggiravano più uomini in mutande che corone d’alloro in testa, per avvertirmi che…
Mi dispiace, avevo messo male il rullino e non è venuta nemmeno una foto.
Se non sapete cosa sia il rullino della macchina fotografica non ve lo spiego: siete troppo più giovani di me e vi detesto. 
Cercatevelo.
Ecco perché non ho una foto della mia laurea.
Insomma, ieri ero lì in posizione, obiettivo puntato sulla sorella, ed ecco il momento della proclamazione:
Minor Minor è dottoressa .
Con 110 su 110.
E con lode.
Ecco partire 2000 scatti?
No.
Perché?
Perché sono scoppiata a piangere.
Oh, ma nemmeno stessi partorendo il secondo.
Ora nemmeno mia sorella ha una foto della laurea.
Merito mio. 
Ad onor del vero, sono sempre stata molto sensibile.
Quando ero bambina mi vietarono la lettura del quotidiano perché piangevo quando leggevo notizie tristi.
Non è che a casa mia si leggesse il Vernacoliere.
Si leggeva il Corriere della Sera.
Non era Cronaca Vera, ok, ma assicurava fiumi di lacrime.
No, perché 3 settimane fa alla festa di fine anno dell’asilo…
ho pianto.
Ah, ci hanno dato una chiavetta con le foto e i filmati dell’anno trascorso.
Sì, una cosa carina, sì.
Poi l’ho vista, con Leo, qualche giorno fa.
Ho pianto.
Qualche settimana fa sono andata ad un battesimo.
Ho pianto.
Ma che c’è da piangere ad un battesimo?!
Non parliamo nemmeno di cosa mi succeda quando leggo di atrocità commesse su bambini.
Non solo piango, ma sto proprio  male.
Come tutti i genitori, del resto.
Oggi chiedevo via Whatsapp alle altre 2 sfumature se capitasse anche a loro.
Sì, dice Anya.
Morna dice che ieri ha pianto perché un bimbo uscito dal nido si aspettava la mamma e invece c’era un’altra persona.
Delusione.
Pianto.
E Morna pure.
Anche la mia GuruAmica, una che in Tribunale fa paura, ti racconta una storia triste e…oh, ma è una lacrima? 
Prima dei pargoli non avrebbe mai emesso lacrime, se non quando lo facciamo tutte.
Sì, dai, quando sei pronta, truccata alla perfezione. Ti metti il mascara, sì, e centri la pupilla.
Eri pronta.
Allora, la domanda è…ma che è?
Ho cercato su google “sensibilità post gravidanza”
Perché io mi dico: saranno ripercussioni ormonali? 
Sarà lo sviluppo dell’istinto materno? Magari un suo ipersviluppo ti porta a sentirti madre di chiunque e a sentirti male se gli succcede qualcosa e, quindi, piangi. O, magari, sei orgogliosa di questo ipotetico individuo e piangi.
Chissà?
Eppure mica capita solo a me.
Non ho trovato niente di che, se non che le madri aumentano la capacità di riconoscere i sentimenti altrui. Un’abilità che sembra ci sia lasciata in regalo dalla gravidanza.
Eppure io sono convinta che non sono l’unica a piangere o, comunque, ad emozionarmi diciamo un po’ troppo nel bene e nel male.
A voi succede?
p.s. per la cronaca, Google ha risposto con:
a) infiniti articoli sul baby blues.
Escluso, mio figlio ha 4 anni.
b) infiniti articoli sulla sensibilità vaginale post partum.
Oh, io ve lo dico, vi interessasse…
Tags from the story
, ,
Written By
More from Klarissa

Le 10 cose per cui una mamma merita il paradiso, ma non lo avrà

Share this...E dopo le 10 cose che ci spediranno dritte all’inferno rovinandoci...
Read More

37 Comments

  • Dopo la gravidanza sono ritornata "bambina", mi ritrovo a piangere per le brutte notizie, così ho deciso di non vedere più quelli che vengono chiamati tg, ad emozionarmi per un Battesimo o un Matrimonio, piango per racconti tristi, come facevo quando seguivo "Milly, un giorno dopo l'altro". Beata empatia amplificata!!!

  • Ti dico solo che da quando sono mamma, non solo piango x notizie varie (belle e brutte) che riguardano i bambini, ma piango x tutti i cuccioli in generale.. Non riesco più a mangiare carne di vitello, agnello, capretto.. Ieri nel giardino dei miei ho trovato un passerotto caduto dal nido durante la tempesta notturna, e giù lacrime.. Sono contenta di non essere sola in questo turbinio di emozioni.
    Laura

  • A me capita e ti dico la risposta che mi ha dato un'amica psicoterapeuta ( o una cosa così): piangi perché sei felice e ami tanto. E' la reazione normale di chi ha tanto amore nel cuore da volerlo donare a tutti e soffrire delle ingiustizie altrui.

  • Stessa situazione, paro-paro. Prima pensavo fossero gli ormoni della gravidanza, poi il post partum. Adesso sono passati tre anni e, direi, per entrambe le cose il tempo è scaduto. Secondo me la maternità comporta un radicale sconvolgimento neuronale, irreversibile. Forse non l'hanno ancora studiato sul serio, ma vi assicuro che esiste!

  • io sono allucinante, piango x tutto…
    x rendere l'idea vi dico solo che sul finale del cartone Ribelle faccio la fontana!! e non è l'unico cartone che mi fa questo effetto!!

  • Io sono la voce fuori dal coro, prima piangevo ciclicamente (ogni tot tempo giù con la crisi di pianto – mio marito, che mi conosce cronometrava il tempo, e preparava i kleenex)… da quando ho partorito i due pargoli zero lacrime… probabilmente si tratta di un problema diverso dal vostro.
    In compenso mi è cresciuta l'ansia-vedo-pericoli-dappertutto…
    M.

  • Io ho sempre pianto per ogni cosa, prima e dopo la gravidanza, mi emoziono pure per le pubblicità! (ma poi cari pubblicitari ve lo dico: non mi ricordo il prodotto!). MM mi prende in giro ogni film o cartone, sta lì e aspetta le scene emozionanti per guardare ME!

  • Eh beh!
    Sì, da quando è nata la mia pupa, quasi un anno, sono diventata molto sensibile, piango e mi commuovo molto più spesso.
    Strano che non abbiano ancora studiato la cosa.

    Sposo la bellissima la teoria dell'aver troppo amore!
    Un abbraccio a voi frignone 😉

  • ciao a tutte! 3 volte mamma e ennevolte in lacrime…non posso guardare un tg in santa pace, non posso leggere la maggior parte dei blog x mamme in santa pace, non posso ascoltare musica in santa pace…mi viene il groppo e…chi s'è visto s'è visto…la mia nana grande ha quasi 13 anni ed è dal suo primo anno di asilo che mi sciolgo appena la maestra dice "benvenuti" ai genitori…orcaloca…

  • ciao a tutte! 3 volte mamma e ennevolte in lacrime…non posso guardare un tg in santa pace, non posso leggere la maggior parte dei blog x mamme in santa pace, non posso ascoltare musica in santa pace…mi viene il groppo e…chi s'è visto s'è visto…la mia nana grande ha quasi 13 anni ed è dal suo primo anno di asilo che mi sciolgo appena la maestra dice "benvenuti" ai genitori…orcaloca…
    carla

  • Lasciamo perdere…mi ritrovo a piangere x qualsiasi cosa …l'ultima in ordine cronologico è stata mercoledì quando sono andata a trovare un'amica che ha da poco partorito…4volte ho rischiato la fontana, ma mi sono solo limitata a commuovermi più del dovuto!

  • Wow, pensavo davvero di essere sola in questo problema post gravidanza… Riuscite a controllare il pianto!? Io ho pensato di rivolgermi ad uno psicologo per liberarmi da questa schiavitù e riuscire a gestire quest'eccesso di sensibilità.

  • Caspita, avevo anche io cercato se ci fosse una qualche ragione fisiologica che induceva ad un maggior grado di "lacrimazione emozionale" e vedo che è una cosa comune! Io sono sempre stata una dura ma da quando è nato il mio nanetto 5 mesi fa mi sono rammollita…neppure io guardo più i tg, e la recente morte del bimbo siriano non riesco a togliermela dalla testa, quelle scarpine inermi mi fanno troppo male

  • Caspita, avevo anche io cercato se ci fosse una qualche ragione fisiologica che induceva ad un maggior grado di "lacrimazione emozionale" e vedo che è una cosa comune! Io sono sempre stata una dura ma da quando è nato il mio nanetto 5 mesi fa mi sono rammollita…neppure io guardo più i tg, e la recente morte del bimbo siriano non riesco a togliermela dalla testa, quelle scarpine inermi mi fanno troppo male

  • Stavo cominciando seriamente a preoccuparmi! io piango per tutto!! siamo stati al cinema a vedere inside out, ho pianto dal momento in cui Rayli (non so come si scrive) ha aperto gli occhi e sorriso ai genitori, fino alla fine!! e piango anche solo a pensarci!

  • Forse si sono amplificate le nostre sensibilità, se una era già sensibile prima, apriti cielo (o rubinetti). Io magari trattengo le lacrime ma poi escono e magari escono quando mi arrabbio o per qualche cavolata. O davanti a un cartone animato o festa asilo… mi metto a guardare le foto e mi mancano già crescono troppo in fretta! Il mio nano 1 è come noi comunque…da quando si dispera lui in effetti piango meno, che gli abbia trasmesso la malattia?? me lo ha detto anche un dottore…questo è un iper sensibile e va trattato coi guanti di velluto o_O

  • Mi sento quasi sollevata a leggere questo….io non ho mai avuto la lacrima facile e stavo iniziando a preoccuparmi seriamente di questi occhi sempre lucidi…avevo paura fosse depressione post partum ma non può essere perchè non piango per tristezza ma proprio x emozione…e non è un piantino, se sono da sola mi viene quasi da singhiozzare…e prendevo in giro mia madre x la lacrima facile…

  • ….io vi dico solo che ho pianto per tutto il film "the croods" …. e sono stata talmente coinvolgente che ad un certo punto anche mio marito ha iniziato a piangere. ..

    E cmq si in seguito alla gravidanza ho iniziato a piangere x qualsiasi cosa. … vedi "non mi porti mai al supermercato" o anche … "è morta la lumachina nell'acquario"…

  • Ebbene si non sei l' unica!!! Sono passati tre anni da quando ho partorito e continuo a piangere per ogni cosa… quando e' morto il pesce…per beautiful persino i cartoni animati che vede mia figlia !!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *