Fenomenologia della mamma: la mamma single

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Ci sono diversi tipi di
mamma single.
Ma la mamma single è,
sostanzialmente, una sfigata.
C’è la mamma single per
scelta
.
Che noi non capiremo mai.
O meglio, la capiamo, eh.
Che sia rimasta incinta dopo una notte con uno sconosciuto, che il
suo ragazzo l’abbia mollata appena scoperta la lieta novella o che –
la scienza evolve – abbia deciso di fare da sola, noi la capiamo.
Ora che siamo madri.

Di solito, la mamma single
per scelta è una mamma con le palle. Anche se non si aspettava
minimamente quello che le sarebbe successo (suvvia, possiamo leggere
migliaia di libri, confrontarci con migliaia di mamme, ma quando poi
succede a noi…), ha deciso di fare tutto dal principio senza
l’appoggio di un uomo. Chapeau.
Poi c’è la mamma single
separata
.
Quella che si fa i week
end romantici col fidanzato.
Quella che ha ripreso i
contatti con le amiche single e il venerdì si sbronza con loro in
giro per bar.
Insomma, quella che ci sta
profondamente sulle palle.
La mamma stronza ne
sparla, generalmente fuori da scuola.
Perché dentro di sé la
invidia. Lei che passa il venerdì sera facendo zapping tra Crozza,
il Boss delle torte e le repliche di Desperate Housewives.
Però ragazze, pensateci:
è lei che tutte le sere mette a letto il/i nano/i. Che lo lava. Che
parla con le maestre. Che pulisce il vomito. E’ lei, date retta.
Sicure che la invidiamo per tre Mojito?
Poi c’è la mamma single
vedova
.
Già, esistono anche loro.
Non nascondiamoci dietro
alle fiabe. Succede, ahimè. Ne ho conosciuta una, quando ero
giovane. La mamma del mio ex. Ha perso il marito quando il figlio
aveva 50 giorni. Meno di due mesi.
E’ quella mamma che deve
essere entrambi i genitori. E non solo quando c’è da svegliarsi la
notte, o da fare i compiti, o da cucinare. Ma sempre, nella gioia e
nel dolore. Nell’educazione, negli interessi, nel conforto, in tutto.
E’ una mamma grandiosa, ma lo capisco solo adesso.
La mamma del mio ex mi
stava sulle palle, ma adesso la capisco. Come fai a crescere un
figlio da sola, REALMENTE da sola? Lontana dai genitori, dalla
suocera, da tutti. Ri-chapeau.
Poi c’è la mamma single ad
intermittenza
, come me.
E’ quella più cazzuta.
Sì, sono la più cazzuta.
Perché un padre c’è. Ma
non c’è.
Non c’è per un anno.
Non posso partire per week end romantici con gnocchi da paura. 
Non posso flirtare col vicino ed invitarlo da me il giovedì, quando le nane sono dal padre.
Non posso uscire dall’ufficio ed andare a ubriacarmi tanto loro sono dal padre.
No.
Io sono sempre con le mie figlie.
E io devo essere madre e
padre, e devo alzarmi la notte e raccogliere il vomito, e devo
consolare, sgridare, suggerire. Devo farmi odiare, per un anno. E poi
le femmine preferiscono i padri, no?
E devo portarle a scuola.
E devo dare loro la cena.
E devo lavarle.
E devo vestirle.
E devo raccattare la roba
quando la buttano per terra.
E devo urlare mettete a
posto.
E devo portarle con me
quando vado a fare la spesa, a piedi.
E devo farmi la ceretta da
sola, perché se chiamo la babysitter mi costa come un anello di
Cartier, in tutto.
E devo un sacco di cose,
che devono tutte le mamme single.
Ma spero che, quelle messe
peggio di me, abbiano a loro volta una mamma che le aiuta.
Meglio se single, ché gli
uomini si sa, non servono a nulla.
Chiedete a una mamma single.
PS A me, però, mio marito serve. Ma non come madre, come donna 🙂
Tags from the story
Written By
More from Anya

Da grande farò

Share this... L’attrice. La velina.  La personal shopper. Ricominciamo. “Cosa farai da...
Read More

42 Comments

  • figlia di mamma single, separatasi quando avevo 3 mesi… anzi, quando avevo 3 mesi aveva già comprato casa per noi giusto in tempo prima di tornare a lavorare dalla maternità… però non ha mai fatto la bella vita… e ora che sono madre a mia volta e che annaspo malgrado abbia accanto – fisicamente e moralmente – un marito-padre favoloso, mi chiedo tanto come abbia fatto (pur con l'aiuto enorme di una supernonna con cui vivevamo)… nono, nessunissima invidia per le madri single!

  • io la madre single separata un po' la invidio, lo confesso.. due week end liberi al mese, magari anche un paio di notti durante la settimana: un miraggio 😉

  • e poi c'è la mamma single separata con padre latitante … la peggior specie… se la cava con una telefonata la sera ma, nonostante abiti a 5 minuti di distanza , non viene a trovare suo figlio da mesi…
    quindi, oltre a fare tutto quello che fanno le altre mamme single, devo anche consolare mio figlio (di 3 anni) x un' assenza ingiustificabile …

    • Ecco, a queste mamme single tanto di cappello, perchè devono prima di tutto ricostruirsi come persone, per poter essere madri e padri (latitanti…), per poter dare ciò che manca anche a loro, che devono ingoiarsi le lacrime e le parolacce per dire quelle scuse che suonano false anche agli orecchi più innocenti… Un chapeau tutto speciale da parte mia!!

  • Sentite, io spero che nessuna delle autrici si offenda. Vi leggo da tanto, ho un blog anch'io e oggi ho scritto un post con una "fenomenologia". Io sono un'insegnante ed ho scritto una paginetta con le caratteristiche della "mammma prof", partendo da una conversazione avuta con alcune colleghe. Ho citato espressamente il vostro blog e non intendo andare avanti con l'argomento "mamma" (insomma, è un post occasionale), ma se doveste sentirvi copiate, ditemelo che cancello.
    Trovate la mia pagina qui: http://salottodimilady.wordpress.com/2013/11/20/la-mamma-prof/
    Anne

  • Io sono mamma da poco, e se c'è una cosa che ho imparato dalla maternità, è quello di non giudicare mai una mamma nell' educazione del proprio figlio..Una mamma sa come comportarsi, sia che sia single sposata ecc.. E sicuramente ogni decisione presa è quella più giusta per la propria situazione!

  • dimenticato le mamme che…cercato il figlio,vengono lasciate incinte..e il bimbo non riconosciuto? …e sentirsi sole…senza aiuto..e senza più una vita sociale..oltre a quella meravigliosa con un angioletto che ad ogni sorriso ti fa capire di aver fatto la scelta giusta..non è facile..ma ne vale la pena..

  • Bellissimo questo articolo da amaro in bocca con ridacchiate!! Io sono una mamma single ad intermittenza sola (aggiungerei) cioè senza più la supernonna ( che anche lei era mamma single vedova con due bimbe una di 8 e una di 1) una con gli stracoglioni!! Anche lei fece tutto da sola, perchè una volta non si chiedeva aiuto ai genitori dopo che si era andati fuori casa! Bhe io senza di lei ora sono sola sola…niente suoceri, niente sorelle aiuto concreto, niente amici, vicini, conoscenti!! Ognuno pensa al suo… forze dovremmo noi fare una RETE gigante per aiutarci!! Un bacio alle mamme single super faighe tutte tutte anche quelle che si sentono sfigate!! E ai loro pilastri: i figli!! <3

    • Vero! anche a me è accaduto mi ritrovo sola al terzo mese d gravidanza.Il vigliacco del padre dopo una felicità iniziale dopo aver saputo la notizia c ha ripensato e alla 10 settimana voleva che io abortissi.Io non ce l ho fatta anche se lui mi diceva che mi sarebbe stato vicino e avremmo superato tutto insieme.ho capito che mentiva,che era solamente un modo x plagiarmi, indurmi a fare ciò che lui voleva.L ho lasciato e sono andata avanti x la mia strada.lui ovviamente non ha perso tempo e si è rimesso con la moglie dalla quale già si era separato visto che vivevo io con lui.(aveva prodotto già tutti i documenti x la separazione e dato il mandato al avvocato , sia lui che la moglie avevamo già sottoscritto la separazione).il giorno stesso che gli ho comunicato che non avrei interrotto la gravidanza è tornato con lei.non l ho più sentito e neanche desidero farlo visto ciò che ha fatto.x un mese mi ha fatto vivere la felicità della gravidanza, accudendomi e sbandierando ai quattro venti che aspettavamo bambino.poi come scritto sopra mi ha chiesto d interrompere
      Ora dopo la mia scelta d andare avanti mi ritrovo completamente sola
      Non ho una famiglia alle spalle che mi possa sostenere perché mia madre è morta proprio mentre mi metteva al mondo.sono cresciuta con i miei nonni , mia nonna ha 90 anni e mio nonno non c è più.ho due fratelli più grandi che hanno le loro famiglie e figli e che mi hanno coperta d critiche e giudizi quando ho raccontato loro l accaduto.mio padre è sempre stato assente nella mia vita e nonostante abbia saputo d questa mia situazione è partito x l estero con sua moglie e tornerà ad aprile.quindi come avete potuto capire sono completamente sola.ho paura della mia decisione e d tutto quello che accadrà.nello stesso tempo combatto con la frustrazione del fatto che abbia potuto incontrare una persona così cattiva che non si sia fatto scrupoli, che mi abbia fatto credere d volerlo x un mese e che poi come nulla fosse dopo visite e vari prelievi mi chiede d abortire.mi sembra d stare a vivere un sogno e vorrei tanto che tutto questo non fosse accaduto a me.mi sento derubata della mia vita e del fatto d poter scegliere perché se subito al mio ritardo e dopo il test avesse detto d non volerlo sicuramente avrei interrotto perché non ho mai voluto crescere un figlio da sola.avrei interrotto perché cosciente d non aver un aiuto.ma il vigliacco c ha ripensato alla decima settimana ed io dopo aver sentito il battito e averlo visto non me la sono sentita.non so ancora se ho fatto la scelta giusta.so solo che mi sento e sono tanto sola.

    • Ho letto per caso il tuo scritto e, come mamma, mi sono profondamente commossa. Vorrei fossimo vicine e abbracciarti di prsona. Voglio solo dirti che hai fatto la scelta migliore. Vedrai, la Madonna ti ricompenserà. So che è duro…ma non mollare…vedrai che ce la farai. Ti auguro di vero cuore che tu possa trovar persone giuste che possano aiutarti materialmente e moralmente. Non ti abbattere, vedrai sarai ricompnsata… Anch'io ho avuto un'esperienza simile alla tua. Abbi fede nel Signore, Lui non abbandona mai nessuno quando lo invocano di vero cuore. Vai pure avanti, io preghero' per te…Un bacio

  • Ciao, Vi scrivo, chissa' … in cerca forse di un po' di conforto. Sono una mamma single da pochi mesi, con un bimbo di 15 mesi… e tanta paura di fare le scelte sbagliate pr il mio bambino… voi come vi siete sentite?
    Il padre che quando era in casa era assente… ora e' molto presente, e fa di tutto per apparire padre e compagno perfetto, ma certe ferite non sono cancellabili…

  • Buon pomeriggio, sono capitata per caso su questa pagina e l'ho trovata molto interessante. Sono single e senza figli ma il mio desiderio di maternità mai realizzato,mi sta spingendo a prendere in seria considerazione l'inseminazione artificiale. Pertanto ho necessità di capire consapevolmente cosa significa crescere un figlio da sole. Vi sarei grata se mi deste dei validi consigli. Grazie

  • Sono una mamma single nella settimana. Al più sono sola per 10/15 gg. Non ho aiuti,ho una mamma anziana e con problemi psichici. Una suocera che non vuole aiutare perché io dovrei essere meno madre e più moglie (in fondo lei che ne sa di quanto sono moglie io?). Insomma mi smazzo il bello e il brutto tempo. Mi allungo e mi accorcio per ogni evenienza,canto e ballo,sgrido,coniugo verbi,metto maiuscole e canottiere e a volte.invidio no le mamme single ma quelle che hanno scorte illimitate di nonne,zie,sorelle e vicine di casa. Perché solo chi è solo sa quanto è duro non poter appoggiarsi a qualcuno anche solo per riprendere fiato.

  • Sono una mamma sposata ma che conduce una vita praticamente da single… Una piccina di 3 anni e in attesa del secondo bambino… e lui che passa la sua vita dopo lavoro con gli amici la sera e i fine settimana lasciandoci sempre sole… ho tantissima paura di non farcela con il prossimo bimbo… sarà difficilissimo…. qualcuno ha qualche esperienza simile?

    • sì di divorzio o di mollare la piccina a lui e adartsene a fare un weekend con le amiche. Stare con uomini del genere è deleterio anche per i figli che vedranno la madre ulimiata e succube. Conosco chi si è trovato un altro uomo molto più attento e prensente anche con il bambino. Tipo mia sorella, divorzio e secondo matrimonio e tutti molto più felici

  • Io sono una mamma single come te, a intermittenza. E poi un bel giorno mio marito è tornato a casa dopo 4 mesi e mi ha detto che forse non mi ama più, che c'è come padre, ma come marito non lo sa.
    Quindi forse sarò mamma single lasciata tra un po', perchè nel frattempo stiamo tentando di riprovarci. E sono sola, all'estero, con due bimbi di 4 e 3 anni, incinta di 7 mesi.
    Ditemi come si fa ad affrontare tutto questo dolore…

    • Ciao cara, mi dispiace per la tua situazione. Da quando ho scritto questo post, sono diventata ancora più single, nel senso che mio marito è tornato e ripartito per un'altra destinazione e non ci vediamo per periodo assai più lunghi (la prossima volta dovrebbe essere dicembre, ci siamo salutati il 6 agosto). Non mi sognerei nemmeno lontanamente di fare un terzo figlio, e se posso permettermi tuo marito è un po' stronzo. Prima ti porta all'estero, poi se ne va e ti mette di nuovo incinta, per poi dirti che non ti ama più. Spero riusciate a colmare la distanza, riavvicinandovi, ma capisco bene. Vale la pena provarci però, soprattutto se lo ami ancora: non è giusto che tu cresca i vostri figli da sola.

  • Ecco …. Sono nel lettone con le mie figlie 106anni…. Sono single divorziata…le bimbe di solito il fine settimana vanno dal padre io invece pur lavorando devo gestirmi da lunedì a venerdì a chi lasciarle….mia madre mia zia….insomma devo fare tutto…e lui se le tiene nei due gg che nn lavora quindi si divertono…e con me si annoiano … Torno stanca devo pulire ecc nn tutti i gg c'è il divertimento…a volte ho paura di perderle che in gg mi dicano voglio stare con papà…ma ho 35anni sto dando tutte le mie forze e nn averle significherebbe nn vivere… Se nn ci sono nn saprei che farmene in casa.x ora uomini chiuso.chiusa la favola del principe azzurro…..tante minchiate

  • Quello che stà alla base è la solidità di coppia tra un uomo ed
    una donna , se manca questa fondamenta portante la coppia "scoppia" ed il figlio ( o figli) soffrono x primi!
    Bisogna ritrovare gli antichi valori perduti ,quelli di una volta
    della famiglia "classica" Babbo,Mamma e prole BIOLOGICI..STOP!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *