Fate come Kim: imparate ad amare il vostro bel sedere.

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lezione di positività numero 1.

 

Poco fa un’amica mi ha mandato un link ad
un blog, chiedendomi cosa ne pensassi (e no, non avrete mai il link).
Una donna non meglio identificata si spacciava per fashion blogger,
postando sue foto che definire poco fashion è un complimento. Qui
non c’entra l’essere belle o meno, magre, alte, corte, bionde, more.
No. Qui si tratta di decenza.
Io sono per il vivi e lascia vivere.
Per dire, qui in Francia in ufficio ci si veste come si vuole. Le
minigonne sono all’ordine del giorno, anche quando pesi 80kg e sei
alta 120cm. Le scarpe da ginnastica, meglio se colorate, con strass,
zeppe e fiocchi sono apprezzatissime. E via dicendo. C’è una collega
che fai prima a saltarla che a correrle intorno che ha uno stile
incredibile, una vera figa. Io la adoro. Ce ne sono altre che pesano
40kg e sembra siano state sotto terra per tre anni, talmente sono
tristi e mal vestite.

Le mamme, poi, sono un mondo a parte.
In Francia è ben diverso dall’Italia. Almeno, Parigi è diversa. Qui
non ci si veste tutti uguali. Qui semmai non ci si pettina, non ci si
puliscono le scarpe, ma non vedrete mai tutte le donne con gli stessi
jeans a vita bassa, le stesse sneakers con la zeppa, lo stesso
bauletto del nigeriano e la stessa sfumatura di capelli. E
soprattutto, qui non si va in giro in tuta. Nemmeno i bambini. E
questo l’apprezzo.
Poi va beh, bisognerebbe anche imparare
a lavarsi i capelli o a tagliarsi le unghie dei piedi, ma non si può
avere tutto dalla vita.
Grosso è bello, dipende solo come lo guardi.
Quello che vedo, nel 90% delle donne
ovunque, è che non ci si sa proprio vestire, eh. Ma non dico che
bisogna essere per forza una taglia 40 per 175cm. Io dico: se hai il
culone, ma enorme, proprio gigante, perché insisti a metterti i
jeans skinny con la magia corta in vita? Perché?
Ritornando a bomba all’inizio, per me
potete fare quello che vi pare. Ma poi non venite da me a chiedermi
perché vi vedete il culone. Il culone c’è, se non vi piace, fate in
modo che si veda un pochino meno.
O fate come Kim, che col culone ci fa i
soldi. Siate libere, ma siate sicure di voi. Perché se non sapete
quali sono i vostri punti di forza (e tutte ne abbiamo, credeteci, io
ve li vedo, io li vedo in chiunque e invidio chiunque per qualcosa),
ma anzi sottolineate quelli che giudicate pure i vostri difetti (uè,
ma siamo pazze, dire a qualcuno «ho il culone»? Ma devo insegnarvi
proprio tutto??), allora non vi sentirete mai bene.
Guardatevi allo specchio, decidete cosa
vi piace di voi (sì sì, qualcosa c’è, ve lo ripeto: voi non lo
vedete nelle altre?) e iniziate a volervi bene.
Soprattutto voi mamme. Vi vedo eh,
che vi guardate la pancia, le smagliature o la cellulite.
Smettetela e prendete in mano la
situazione, a volte basta davvero poco.
Dicevamo?

 

Parola di una che, piuttosto che
ammettere di avere un difetto, si farebbe staccare un braccio.
E voi, sapete già cosa vi piace/non vi piace di voi e come valorizzarvi?
Tags from the story
,
Written By
More from Anya

Viaggiare coi bambini: weekend al Peppa Pig World

Share this...Lungi da noi prendere il posto dei blog di viaggi. O...
Read More

7 Comments

  • Io all'inizio della primavera ho sempre quell' aria sana di una che è stata in un sarcofago per 3 anni!!!
    Però ho la mania dei capelli perfettamente lisci e piastrati di fresco e le unghie di mani e piedi con french.
    In un sarcofago sì, ma pettinata bene ahah

  • Io sinceramente mi lamentavo sempre di non essere mai stata una donna grissino (in senso buono) e mi son fatta sempre un sacco di pare mentali…però con la gravidanza ho iniziato ad accettare le mie forme e ho scoperto pure un sito tanto utile che mi ha fatto capire veramente (perchè noi donne lo sappiamo ma non l'accettiamo…) che è sbagliato voler essere come le altre, andiamo bene così. Se posso vi dico il sito. ; )

  • è un blog più che un sito si chiama "moda per principianti", l'ho scoperto circa 2 anni fà è carino e da dei suggerimenti, e scrive anche post su accettarsi per come si è, poi ognuno fà come vuole.
    Però diciamo che avendo la fortuna di avere per vicina di casa la sosia di Alessandra Ambrosio con figlia 3enne identica e pure sempre tutte e due super fashion (ma come fà??!!), diciamo che un pò di supporto psicologico ci voleva! ahahahahah ; P

  • Anya, ma quanto hai ragione sulle francesi: io ADORO lo stile delle parigine – le invidio tutte, si riconoscono ovunque e tra mille; grasse, magre, basse…sempre in ogni caso stilose!!! Come le invidio, io che quando (e mi capita sempre!!!) reingrasso divento d'uno sciatto indescrivibile… 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *