lunedì 7 aprile 2014

Fenomenologia della mamma: la Mamma Sociopatica

La Mamma Sociopatica, altrimenti detta Mamma Orsa, è quella che odia relazionarsi con gli altri.
Almeno di persona.
Spesso è iscritta a 50 gruppi su facebook, ha 200 amiche virtuali che sente giornalmente, ma rifugge dai rapporti diretti.

E' quella che va ai giardinetti alle 7 di mattina o alle 9 la sera, perché detesta le altre mamme che trovano ogni pretesto per attaccare bottone. Ma che vorranno mai queste?! (magari fare due chiacchiere??)

Detesta pure i bimbetti che abbordano i propri figli, sia mai possano essere contaminati da quelle piccole pesti selvagge (o non abbastanza selvagge?).


Rifiuta tutti gli inviti alle feste di compleanno dei figli, e le motivazioni  scomodano ogni genere di teoria psico-pedagogica: il pargolo "non ama la confusione", "tanto i bambini piccoli non socializzano" (peccato abbia 7 anni..), c'è troppo rumore, abbiamo una dieta rigidamente salutista e non voglio entri in contatto con quelle schifezze "sai, ha sei anni e non ha mai visto una caramella, spero di preservarlo ancora un po'",  troppo consumismo, "se vede feste da 50 persone poi la vorrebbe anche lui" ecc ecc... 




Con la scusa che "pochi è meglio" non organizza feste di compleanno con gli amichetti dei figli, ma si festeggia rigorosamente tra parenti (cioè i nonni settantenni ed i bisnonni centenari).



Alle riunioni di scuola arriva in ritardo e va via prima del termine per non dover rischiare di scambiare due parole. Di certo, non troverete questo esemplare tra le rappresentanti di classe o nel comitato burattini & co della scuola.

Niente corsi sportivi, almeno fino a che l'amato figliolo non sia in grado di svangarsela da solo. 



Alcune, almeno quelle consapevoli del problema, si giustificano con un "siamo molto riservati" o "gli altri genitori non ci sono affini". Per carità può anche essere vero, ma avete dei bimbi della stessa età, che sono amici, mi sembra più che sufficiente per vedersi quelle 4 o 5 volte all'anno no?

Non manda i figli a studiare dagli amichetti, perché i genitori seguono stili educativi non adatti ai loro già perfetti pargoli. E quella volta che, incredibilmente, ha accettato, ha dovuto disdire perchè ha saputo che la zia di terzo grado del bambino ospitante ha la varicella. E' vero, abita a 500 km, ma meglio non rischiare, no?

Il cinema è luogo diabolico ed evitato almeno fino alla maggiore età: a parte che i cartoni di oggi sono diseducativi (molto meglio guardare Bambi, con la madre fucilata davanti al figlio, e Dumbo, strappato alla genitrice ancora in fasce..), ma vogliamo mettere come sia preferibile un DVD in santa pace a casa, ovviamente una volta ogni semestre, sgranocchiando carote e sedano invece che le schifezze propinate nei multisala in mezzo ad un baccano infernale?



Niente serate in pizzeria o al ristorante: i bambini odiano questi posti, molto meglio una pizza fatta in casa. Ovviamente in famiglia. Che vuole dire mamma papà e, se butta bene, la nonna materna, perché già la suocera è esotica e impegnativa.






La mamma sociopatica si inventa ogni tipo di passatempo casalingo, uova di carta, cornici in feltro, pulcini pasquali.... basta non uscire di casa.

Io, lo confesso, queste mamme un po' le capisco. Sono di indole asociale, mi faccio una violenza psicologica inaudita, ma pur dovendo risolvere enormi casini lavorativi, cerco di accettare il maggior numero di inviti alle feste, perché trovo giusto che i bimbi si frequentino anche oltre la scuola, e trovo altrettanto giusto conoscere i genitori dei compagni di scuola dei miei figli (anche perché "se tale padre tale figlio" devo capire di che morte devo morire.. ). Per fortuna ora Ragazzo rimane alle feste da solo, quindi la sofferenza si limita ai 10 minuti iniziali e finali, sufficienti allo scopo quantomeno di memorizzare le facce altrui, e di potersi così salutare quando ci si incrocia per strada o fuori da scuola.

Al contrario della Sociopatica, però, son sempre fuori casa. Ogni scusa è buona per uscire, ed adoro gli aperitivi in compagnia dei pargoli. Meglio se con un bel parco giochi nelle vicinanze, onde poter svaccarmi in santa pace.




In verità, a me pare che i bimbi fuori casa si divertano da matti. Che sia la festa nella tristissima sala comunale, nel parco con gonfiabili o al Mc Dillon, poco importa, a loro basta esserci. 

Forse, siamo solo noi, che preferiremmo essere altrove, non trovate?


(immagini prese dal web)


12 commenti:

  1. Fantastica!! Ma se vuoi proprio saperlo, almeno per me che sono psicologa la mamma (e non) sociopatica la riconosci anche da come non interagisce su facebook, o da come non risponde ai commenti al blog.

    RispondiElimina
  2. Ora mi farò odiare... Penso di essere 'mamma sociopatica' ma che socializza,come meglio riesce ;p

    RispondiElimina
  3. ahahahah bellissimo post....io sono una via di mezzo....va bene lo stesso??? ^_^

    http://ilmondodisaesa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. ecco, con questa non c'ho proprio nulla in comune, tranne che:
    -anch'io quando porto mia figlia a scuola arrivo per ultima e se incontro qualcuno non spiccico una parola..ma è solo sonno, credetemi, datemi altre due tazze di caffè e vi invito pure a pranzo.
    -anch'io per ora niente attività sportive al pomeriggio per i miei figli...ma per pigrizia mia, lo ammetto!
    vuoi mettere due chiacchere in gelateria? molto meno faticose!

    RispondiElimina
  5. Io sarò costretta a non essere più sociopatica... mi sa che troppa sociopatia si sta riversando sul grande! E via con la socialità allora!!!!

    RispondiElimina
  6. Io sono tutto il contrario! Ero un po' sociopatica prima di diventate mamma, lo ammetto. Sempre e solo con marito e qualche familiare, amici pochi e stavo bene così. Però mio figlio mi ha cambiata, sono sempre al parco, al bar, centro commerciale, eventi e feste tipo quando venne Peppa Pig al centro commerciale vicino casa andammo, un casino di gente e bimbi isterici, ma lui si è divertito da morire. In casa da sola con lui dopo un po' mi viene da suicidarmi perchè devo fare ed inventare seimila giochi, ha 3 anni non regge più di mezz'ora a fare la stessa cosa. In giro invece si rilassa pure lui, si diverte di più, socializza tantissimo e poi al parchetto vicino la scuola ci sono sempre tutti i suoi compagni d'asilo con relative mamme, che io ormai conosco bene e si chiacchiera. Sono diventata mondana! Pizze, cinema, ovunque. E lui gradisce. Queste mamme le capisco perchè sono una ex sociopatica curata grazie alla maternità, però questi bimbi mi fanno un po' pena sinceramente.

    RispondiElimina
  7. Anche io poso definirmi ex sociopatica guarita grazie all'arrivo della piccola peste che starebbe fuori praticamente sempre...e ora...io con lei. E devo dire ch mi piace pure!
    Bacioni, a presto :-)

    RispondiElimina
  8. Ci sono giorni in cui mi sento così.
    Lo ammetto, l'altra sera sono andata ai giardinetti alle 21...di domenica :-D

    RispondiElimina
  9. oddio! i primi due compleanni di mia figlia sono stati solo per i parenti e mi è pure sembrato impegnativo, sono sociopatica? vado a leggere le altre categorie, che magari mi ci ritrovo pure lì. Bel post!

    RispondiElimina
  10. Io sono supersociopatica.
    Proprio non riesco a legare con le altre mamme.... Cpme dici tu,le sento "poco affini" :-) .
    E faccio quasi tutto cio' che tu elenchi,al di fuori di non portare il pargolo al cinema, macdonald's ecc....
    Ieri sera siamo inffatti andati in questi due posti.
    Francamente io ricordo benissimo che quando ero piccola , mia madre non costringeva se stessa a far amicizia con le altre mamme per agevolare me stessa nel socializzare. Mi son comunque sempre fatta le mie amicizie ugualmente....
    Oltretutto ,a mio parere,oggiiorno si esagera nel voler pretendere he i figli sin da piccolissimi,abbiano una vita sociale piena. Lasciamoli liberi di agire come vogliono, senza costrizioni.
    Il mip bimbo lo porto spesso ai gonfiabili e capita che conosca qualche bambino li' con il quale si sente piu' a suo agio e ci gioca tutta la sera.
    Sono loro a dover scegliere con cui fare amicizia, non noi.
    Soprattutto se si parla di bimbi della materna !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d' accordo con te!
      Questa delle megafeste di compleanno a 4 anni e il voler pretendere a tutti i costi che il nostro pargolo abbia una vita sociale strapiena sin dalla scuola materna (e le false amicizie che allacciamo tra di noi mamme perche'questo avvenga) e' una (brutta) moda di questi tempi.
      Sono forzature. Costrizioni.
      I bambini devono essere lasviati liberi fi scegliere..

      Elimina
  11. Ciao. .. sono io tale e quale. Tranne che sono sempre fuori casa mi ci trovo proprio e mi rendo conto che questi aspetti di me non mi piacciono per niente. Mi rendo conto che non sono in grado di organizzare la festa per mia figlia perché sono io ad avere paura di appricciarmi al prossimo. Paura di non fare abbastanza bene. .. e poi se nessuno viene? Ecco mi paralizzo e finisce che non faccio nulla...... una tristezza. .

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...