giovedì 10 luglio 2014

Il bilinguismo, questa cosa meravigliosa

Sentire quella vocina acuta che parla perfettamente in italiano mi fa chiedere: ma chi è? Chi è quella bambina che parla così? E' la stessa che ho lasciato soltanto pochi giorni fa e che diceva cose tipo "mamma, accrosciati a me!"?

Non è possibile.

E' la meraviglia del bilinguismo. 

Se avete casi di bilinguismo in casa, avrete passato tutte le fasi. 

Quella in cui, mentre gli amici monolingua parlavano a 18 mesi usando i congiuntivi, il vostro di due anni e mezzo balbettava qualche frase comprensibile solo ad una élite intelligentissima (di cui voi fate parte, ovvio. Il papà dipende, invece). 



Quella in cui ha cominciato a mescolare incredibilmente le due lingue, tirando fuori parole che vi hanno fatto morire dal ridere. E voi giù a scriverle subito su Facebook, a raccontarlo alle nonne, a segnarvelo sull'agenda. Il più delle volte fanno ridere solo voi, ma altre volte fanno proprio ridere, è vero. 

Quella in cui all'improvviso, un giorno, vi siete accorte di come vostro figlio parli le due lingue senza problemi e salti dall'una all'altra con una facilità disarmante. 
E ditelo. 

Vi siete sentite fighe.
Fighissime.

Almeno, io mi ci sono sentita. 
(Ok Morna, sì, io mi ci sento sempre, ma qui ho ragione, no?)

Poi arriva quel momento. Quello in cui lui, magari davanti a qualcuno, vi dirà che non parlate bene l'altra lingua. Sì, proprio così. (vero Daria?)
A me non è ancora successo eh (vedi sopra). 
Ma per esempio la P1 ha corretto il padre su un singolare/plurale. Una cosa FI-GHI-SSI-MA (lo so come si dividono le sillabe, ho solo diviso i suoni). 

Praticamente il padre ha detto "tu vas faire le spectacle", dove la E di LE era una e normale, che quindi in francese significa LES, e lei gli ha risposto "non, je vais faire le spectacle", con la E giusta (quella che io ho imparato dopo circa tre anni a Parigi).

Che figa. 

Che figatissima delle figate.

Poi arriva la seconda. Ti dirai: anche lei ci metterà una vita a parlare. Invece eccotela lì, a due anni e due mesi, che spara frasi come una mitraglia inceppata. Per carità, niente congiuntivi. E molte frasi hanno bisogno dell'interprete (ovvero della presidentessa dell'élite di cui sopra), ma alla fine nemmeno troppe. 

E allora ti rendi conto della supermegaincredibileenorme figata che è. 

Perché alla fine tutti parlano, eh. 

Ma non tutti parlano due lingue.

AHAHAHAHAH (risata diabolica)

E con questo passo e chiudo, domani vado a sentire le mie figlie fighissime e per fare la super figa parlerò loro in francese e così tutta la gente farà oooooooh.

Su, sto scherzando. 

Però è proprio bello, davvero. Sono contenta di aver dato loro questa possibilità. Spero che un giorno mi ringrazieranno. 

E sennò... pace!

12 commenti:

  1. no ma che sul serio les plurale si pronuncia diverso da le singolare??????

    RispondiElimina
  2. Nel mio caso il bilinguismo e' abbastanza frustrante..,spero di arrivare presto alla fase in cui parla entrambe e non solo l'italiano male

    RispondiElimina
  3. La mia prima figlia ( 2 anni e poco più ) che parla sempre, anche nel sonno, e parla italiano (Va fortissima nei gerundi, con i passato remoto un po' meno...) e tedesco, e cambia lingua a seconda dell'interlocutore, ( a casa si parla solo italiano con il resto delle persone tedesco ) e ogni tanto inventa parole tipo "grazieschon " e mi spiega e traduce parole che non rientrano nel mio vocabolario.... E me la meno ... Ah se me la meno per questo!!! Il mio orgoglio! E io che avevo paura che si sarebbe sentita emarginata al nido... Prima è partita con l'insegnare ai suoi compagni tutte le parole italiane che conosceva ( da acqua a mannaggia...) poi come un treno l'ho vista formulare frasi x cui io ci ho messo mesi di lezioni private...
    Ed il piccolo ha 3 mesi , ma nutro grandi speranze! ;-)

    RispondiElimina
  4. che bello! Non ho la fortuna di avere bimbe bilingue ma mi capita di essere a contatto con bambini bilingui per lavoro e sono fenomenali!!!

    RispondiElimina
  5. presente!!! Mio figlio parla italiano e spagnolo, passa da una lingua all'altra a seconda dell'interlocutore, conia nuovi termini divertentissimi e ogni tanto mischia....anche io mi sento molto figa!!! 3 anni e già parla2lingie ahahah

    RispondiElimina
  6. È una figata davvero! Io non ho questa possibilità a meno che sapere italiano/siciliano valga :)
    comunque sto iniziando presto a far ascoltare inglese a tutti e due i bimbi (con un metodo adatto a loro: hocus&lotus)!
    Ciao! Ps sempre troppo carini i post!

    RispondiElimina
  7. fai bene a sentirsi orgogliosa...e sfoggia pure ogni tanto qualche piccola soddisfazione te la meriti dopo gli "sforzi" del bilinguismo...

    RispondiElimina
  8. Essere bilingui è una fortuna, sono certa che col tempo anche le bimbe apprezzeranno ;)
    Io seguo un blog che è piuttosto interessante, anche se parla più che altro di bilinguismo inglese/italiano http://bilinguepergioco.com/, ma, per chi non ha la fortuna di vivere in un paese con una lingua diversa dalla propria, può dare comunque spunti interessanti.

    Nanna

    RispondiElimina
  9. Si sono soddisfazioni!! Mia figlia due anni la settimana prossima, parla principalmente italiano e ogni tanto ci mette qualche parola di spagnolo. Fa morire dal ridere!

    RispondiElimina
  10. Io dovrei sentirmi strafiga allora... mia figlia a 2 anni e mezzo parla 3 lingue (anche lei senza congiuntivi e a volte con l'interprete) il mio italiano, il portoghese del papà brasiliano e il francese di dove viviamo ( a parigi pure noi)... capisce perfettamente anche l'inglese, pur non parlandolo, perché sin da piccola, da vera bastarda, le ho rifilato DVD solo in lingua inglese... E Invece no, guardandola mi sento una ritardata, dopo anni vissuti in questa babele, balbetto l'italiano e biascico a stento le altre 3 lingue...

    RispondiElimina
  11. Sono la Daria ricordata da Anya nel suo post a cui la figlia maggiore ha iniziato a fare le pulci su come parla il francese. Oramai mi riprende quotidianamente e, nonostante il senso di inadeguatezza della sottoscritta, vado molto fiera di questo piccolo essere che si muove con destrezza tra due lingue senza difficolta' e con un accento perfetto in entrambe. Essere bilingue era uno dei miei sogni d'infanzia ed ora lo vedo realizzato nelle mie bambine. Credo dia una marcia in piu' soprattutto nell'apprendimento di lingue future. Per loro e' un gioco nella vita di tutti i giorni. Ed io ingoio le figure di tolla......

    RispondiElimina
  12. Mamma di figlia trilingue presente. Catalano nido, italiano a casa e spagnolo con i nonni paterni. Spagnolo poco per ora, ha solo due anni e qualche mese, tanto italiano e catalano, la lingua della scuola e degli amici, quindi " mamma dice ciuccio, la maestra xumet, la iaia chupe" giusto x farle capire
    Sono sicura che piu avanti coreggera' l iliano spagnoleggiante di papa'

    Giulia

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...