Perchè NON essere creative con i propri bambini

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Come avrete ormai intuito, sono la mamma meno creativa dell’universo. E la più pigra.
Non faccio lavoretti, nè a Natale nè a Pasqua, non mi metto a costruire il gioco dell’oca, non faccio murales con i colori a dita.
In effetti, non faccio una cippa.
Eppure, da cotanta madre, è nato un pargolo assolutamente creativo.
Si è costruito, totalmente da solo (io l’ho visto solo a cose fatte), una macchina di cartone con volante e freno.

Poi ha costruito un biplano….

Con i lego costruisce qualsiasi cosa.

Una gru…

Una jeep…

notare il doppio tubo di scappamento. Il baule si apre.

All’asilo costruiva giochi per tutti i compagni (la trottola di lego andava per la maggiore)…


Ora ha l’ossessione del volo, vuole inventare qualcosa che lo faccia volare. Intanto si limita, grazie a Dio, a cercare di costruire oggetti volanti.

volatile costruito con carta regalo
Poi ha affinato la tecnica, aggiungendo le piume:
ecco a voi Rufo il Gufo…
vola davvero!
Poi si è impossessato della mia reflex, e si è appassionato all’hobby della fotografia.
Devo dire che a 5 anni (quasi 6) fa foto decisamente migliori di quelle di suo padre…

Eccovi alcuni esempi del mondo visto da un bambino:
 fratellino che gioca…
fratellino post nutella

il nostro felino: dall’espressione capite quanto si sente tranquillo con le belve

fratellino e i suoi due Paul

Ne ho una cartella piena, fa troppo ridere vedere la visione naninca del mondo. Ci sono le mie chiappone in primo piano, il padre sfatto sul divano, il fratellino sempre ovunque e comunque, sopratutto una casa in un casino delirante. Le conservo gelosamente, quelli siamo DAVVERO NOI.
Ci sono anche io spesso dietro lo schermo del monitor, questo mi ha fatto fare un po’ di riflessioni che vi racconterò un’altra volta.

Infine, non contento, si sta appassionando all’hobby della pesca.

Con qualche controindicazione, visto che Melo ha adottato una camola del miele, e se l’è portata stretta in pugno per due giorni (vi risparmio la foto…). Fino alla sua precoce dipartita (almeno è stata tanto amata, povera camola).
Ecco, sono quindi giunta alla conclusione che la creatività dei pollastri sia inversamente proporzionale alla nostra. Probabilmente quelli costretti a sorbirsi ogni genere di lavoretto si sarà talmente rotto le balotas che agogna solo un po’ di pace davanti alla Tv!
No vero?
Suvvia, lasciatemelo credere, così mi sentirò un po’ meno inetta!
Written By
More from Morna

Gli amici dei figli

Share this...Quando i figli crescono, diciamo quando iniziano le elementari, si presenta...
Read More

25 Comments

  • A1 è il mio bambino preferito in assoluto e se non si fidanza con la P1 o almeno non ci fa qualcosa (inteso come costruire un aeroplano, eh…) mi incacchio di brutto.

    Sei fortunata ad avere un bimbo così, davvero! Ed è pure dolce <3

  • Eliminato per sbaglioH!
    Boh io mi considero creativa e sono stata annegata nella creatività di mio padre, che però almeno i lavoretti me li ha risparmiati. Però appunto per i traumi subiti (papà lasciami in paceeeeeee) credo che cercherò di essere poco invasiva nella creatività di mia figlia.
    Anche se dentro fremo per insegnarle a dipingere le miniature di Warhammer 40000 XD

  • Com'è che gli altri hanno sempre più cu.o di me? Questa c'ha il pupo autogiocatore, quell'altra che gli si ipnotizza per 6 ore davanti alla tv… Solo la mia vuole buttarsi col bungee jumping(con me) lanciarsi col paracadute(con me) ed andare a cavalcare gli squali (con me)?.

    • emhh… era? o è? se c'è ancora e cerchi uno stallone… (temo sia gay, perchè l'ho preso per farlo accoppiare con l'altra gatta, ma zero. Forse però non è scattata la scintilla…)

    • Purtroppo era…….. Ma pure il gatto gay c'hai? Poi tu partigiana…. madò ci manca solo che mi vieni a citofonare domenica mattina per dirmi che la fine del mondo è vicina e bisogna correre subito sulla torre!
      :-))). Complimenti per il pargolo, proprio bravo (è ancora libero? Sai….c'avrei una figlia esigentina….)

  • Anche mio figlio è uguale: creativo con madre negata per qualsiasi lavoretto e padre un po' creativo ma con pochissimo tempo a disposizione. E poi l'hobby della pesca: più che un hobby è una mania e nessuno in famiglia ha mai pescato!!!
    Concordo pienamente con la conclusione del tuo post.

  • Io mooolto pigra e manualità zero…l'unica cosa che mi piace fare per ora (ma è piccolo e sono appena passati 3 mesi) è sistemargli l'album dei ricordi con le foto e le varie scritte…Ma non so quanto dura!!
    Spero allora che il creativo della famiglia sia lui!!

  • Sono cresciuta ignorando qualsiasi forma di arte, manualità, ecc.
    Al contrario delle mamme che insegnano ai figli, sono stati i miei figli ad insegnare a me: sono molto creativi e un po' con la loro immaginazione un po' con l'asilo, hanno trasmesso a me il piacere di creare dal nulla.
    Ormai i lavoretti di Natale e Pasqua con me non hanno più segreti, maneggio la pistola della colla a caldo come lo sceriffo maneggia una colt ahahah (anche se essendo un po' pasticciona nel DNA, mi scotto le ditta a voltre…)
    Ma detto questo sono assolutamente dell'idea che se permettere ai bambini di dare sfogo alla loro manualità è molto utile, non sono quella che pensa che gli "esercizi" di manualità (ovvero pastrognare con pongo, farina travasare acqua ecc) siano assolutamente una tappa che aiuta i bambini a diventare migliori.
    Si divertono e va bene, lascio che sporchino e poi pulisco senza drammi.
    Poi vedo certi blog dove osannano la manualità:
    guardate cosa IO E IL MIO CUCCIOLO abbiamo costuito con un guscio di noce e 2 stuzzicadenti….una barchettaaaaa
    E il cucciolo quanti anni ha? 10….
    Ogni riferimento a certi blog è puramente casuale…HS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *