mercoledì 10 settembre 2014

Qualunque cosa fai, dovunque te ne vai...

... sì, ammettiamolo, sempre pietre in faccia prenderai. 

La critica. Pare sia diventato lo sport del momento. Sarà per questo che soffrono tutti di sovrappeso. Invece di andare a correre, la gente apre Facebook, Instagram, sticazzi, e critica. Visto quella? Hai letto quello? No ma come fa io non lo so. Quanti sono iscritti ai Social Network solo per osservare, spulciare, spiare e infine criticare? Molti sono come fantasmi, sai che ci sono perché li vedi on line, e te li immagini mentre guardano una foto, leggono un commento e scuotono la testa, pronti a whatsappare "hai visto la tizia si è comprata quella cosa ma con quali soldi certo lei ha smesso di lavorare ma suo marito non le dà nulla..."

Eccetera eccetera.

Ammettiamolo. 

Se ti vesti un po' più femminile, sei un po' zoccola.

Troia, in pratica.

Se vai in giro in jeans, sei sciatta. 

Se pesi 80kg, sei una grassona che non si prende cura di sé (aggiungiamoci "avrà sicuramente un problema ormonale" e "ma hai visto quanto mangia?"). Se ne pesi 55, o vuoi fare la figa e non mangi, o non reggi lo stress. 

Se ti piace truccarti sei un puttanone. Se non ti trucchi sei trasandata. Se spendi soldi per borse e vestiti sei superficiale. Se non lo fai non sei alla moda. 

Se non lavori sei una mantenuta. Se lavori è perché preferisci non stare coi tuoi figli.

Ah, da mamma, poi, le critiche sono ancora più divertenti. 

Se dai regole ferree sei una frustrata che è cresciuta male e crescerai sicuramente figli psicopatici. Se non le dai, è perché ti fa fatica educare e crescerai sicuramente figli delinquenti. 

Se sei una persona organizzata non lasci spazio all'avventura.
Se non sai organizzarti sei stordita e non combinerai mai nulla.

Se cucini sei una cazzo di nonna Papera. Se non cucini sei una mamma di merda, diciamocelo. 
Se li vesti bene stai insegnando loro ad essere superficiali e che conta solo l'apparenza, poi non ti lamentare se ti ritrovi Corona come figlio. Se li tieni sempre in tuta e non ti importa se hanno un buchino nella maglia non ti vergogni? Sei proprio una zotica, avrai figli pieni di complessi. 

Se la sera esci sei degenere. Non si fanno i figli per lasciarli a casa da soli o con la babysitter, stronza egoista.
Se la sera stai sempre in casa non lo sai che ti rincoglionisci? Non bisogna annullarsi per i figli, prendono esempio da te e non ti rispetteranno. 

Se scherzi coi mariti delle tue amiche sei un po' troia, ammettiamolo.
Se non scherzi coi mariti delle tue amiche sei un po' asociale, non ti invitiamo più.

Se ti piace viaggiare, butti via soldi, o ti indebiti, o poveri bambini sempre sballottati. Se non vai in vacanza è perché preferisci spendere i soldi per l'iPhone o non sei aperta o che brutta persona sei che non dai opportunità ai tuoi figli.

Se li mandi alla scuola pubblica, è perché non scegli il meglio per loro.
Se li mandi alla privata, è perché hai la puzza sotto il naso.

Se leggi i quotidiani sei noiosa e vuoi darti arie.
Se guardi Studio Aperto sei stupida. 

Se sei bella sarai sempre stupida.
Se sei brutta nulla, sei brutta. 

Se ti piace far festa, ridere, ubriacarti, sei una svampita fuori di testa. E irresponsabile, alla tua età.
Un po' vergognati anche.
Se ti piace stare in casa, lavorare all'uncinetto e bere cioccolate calde ucciditi, che altro vuoi fare?

Qualsiasi cosa facciamo, ci criticheranno sempre. E allora che vadano un po' tutti a fanculo, e continuiamo a vivere, a farlo come ci piace e a farlo come crediamo sia meglio per noi e per i nostri figli.

Come diceva qualcun altro, tutto il resto è noia. 

29 commenti:

  1. brava Anya... io pratico "faccio il ..zzo che voglio e pubblico quello che reputo giusto" (leggasi quello che mi va bene gli altri sappiano di me)... tutto il resto è noia.... vado... ho 5 min liberi, mi aspetta la baby dance in cucina....

    RispondiElimina
  2. Detto anche io, tanto tempo fa. E con la stessa citazione musicale ;)
    http://unamammagreen.com/2014/02/19/pietre/

    La soluzione? Cercare di fregarsene. Anche se non sempre è facile.

    RispondiElimina
  3. Mitica!!
    Riassunto perfetto della vita al giorno d'oggi.

    RispondiElimina
  4. Hai proprio ragione!! Si passa più tempo a criticare questo e quell'altro che a cercare di costruire qualcosa di concreto nella propria vita. Ops! Anche io, ora, ho criticato chi critica :)
    Forse è insito nella natura umana, ma trovo che social&co hanno dato un'accelerata a questo brutto fenomeno. Oserei dire triste. Personalmente mi frego di tutti, non ho profilo FB personale né TW, le amicizie vere le ho in carne ed ossa, se devo dirti che sei ingrassata te lo dico in faccia e amen, d'altronde lo sai anche tu. Non sono acida e non capisco chi lo è!
    A presto, momfrancesca.

    RispondiElimina
  5. Urca!!! Come hai ragione...
    In effetti dovrebbero insegnare sin da piccoli ad esprimere il proprio giudizio on demand...in fondo, le critiche possono darci prospettive diverse no?
    Un abbraccio <3

    RispondiElimina
  6. Io consiglio sempre il metodo 'Sticazzi'
    http://www.lafeltrinelli.it/libri/carla-ferguson-barberini/metodo-sticazzi/9788864310244?zanpid=1944752210227659776&gclid=Cj0KEQjw7b-gBRC45uLY_avSrdgBEiQAD3Olx24dpiY6DheDvkpUX0cRmQvQ61ri8gxDv_hLb31xHfsaAnv08P8HAQ
    ;)

    RispondiElimina
  7. proprio così l'importante è fregarseneeee

    RispondiElimina
  8. Ahahahah! Altro post adorabile. Il team di Famideal ringrazia e corre a condividere su Facebook e Twitter. Noi ti adoriamo, tutto il resto è noia.

    RispondiElimina
  9. comunque aggiungo al primo commento che delle volte mi ritrovo in tag o in commenti tipo "tizio era con te alla rotonda di sticazz" ora ok che ci sono i social ma non è obbligatorio condividere tutto..... mi compaiono certe notifiche che anzichè il tasto "mi piace" mi ci vorrebbe il tasto "ma che mmiportaamme" .... ; )

    RispondiElimina
  10. Un oscar per questa donna, subito!!

    RispondiElimina
  11. Ahahahahha. Splendido post :D Anch'io avevo teorizzato la Sindrome della Critica Bipolare alla Neomamma. http://mammaquasidecorosa.wordpress.com/2014/07/03/puoi-fare-come-vuoi-tanto-sbagli-come-contrastare-la-sindrome-di-critica-bipolare-alla-neomamma-metodo-fast/
    Devo sperimentare prima possibile il metodo "Sticazzi" :D

    RispondiElimina
  12. Standing ovation!

    Federica

    RispondiElimina
  13. Da morire dal ridere eppure e' vero e questo più che essere divertente, e' tragico. Io dico che chi sparla a vanvera ha tanto tempo a disposizione! ;-)))

    RispondiElimina
  14. Il bello che siamo sempre noi che critichiamo. A partire da quelle che usano il latte artificiale ah ah.
    ci facciamo la guerra per sciocchezze invece di solidalizzare. In questo dagli uomini avremmo tanto da imparare.

    RispondiElimina
  15. una OLA da stadio ci sta tutta! e come dicono da questa parte del Pond: this is B-R-I-L-L-I-A-N-T!!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao! Ti ho inserito con questo post nella mia prima Top of the Post!
    https://theslowmom.wordpress.com/2014/09/15/top-of-the-post-1-15-settembre-2014/

    RispondiElimina
  17. Ciao. Sei nella mia Top Of The Post #3. A presto, momfrancesca.

    RispondiElimina
  18. se non fosse che è da piangere fa ridere!

    RispondiElimina
  19. ahahhahh...
    comunque tante volte anche io parto in quarta con questi giudizi stereotipati...poi torno in me ed accendo il cervello!

    RispondiElimina
  20. bhe direi che c'e tutto!!!ahahahahah!!!i like it come si farebbe su fb!!!!ahahah

    RispondiElimina
  21. Fantastica, che dire!
    Da grassona sciatta Nonna papera mantenuta frustata che sballotta bambini rido e rido!
    Le ho ricevute tutte queste critiche, al primo figlio ci rimananevo male, al secondo ho cominciato un po' a reagire e rispondere, al terzo figlio, non mando a fanculo perche' mi hanno insegnato ad essere educata, ma semplicemente IGNORO e SORRIDO.
    Ognuno vive la propria vita, fa le proprie scelte e chi non riesce a capire deve solo fare un po' piu' di esercizio mentale per aprire la scatola cranica piuttosto che sparare critiche a raffica.
    e' sempre un piacere leggerti!

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...