lunedì 26 gennaio 2015

Fenomenologia della mamma: l'etica

L'Etica guarda noi madri amorali come fossimo la reincarnazione di Barbablu.

Pone qualunque comportamento materno, anzi genitoriale, sul piano della rettitudine.
Generalmente la sua.

E questo è il punto focale: rettitudine rispetto a cosa? 

Lo stesso decidere di divenire madre è stata una precisa scelta etica per lei.

Non le è capitato, no.
Non era sbronza.
Non si è svegliata il giorno dopo con l'aria da Vergine Maria senza neanche ricordare di aver fatto sesso sfrenato.
Non ha deciso in modo un po' poco assennato di avere un bambino (che se l'avesse saputo prima che voleva dire...forse sarebbe a bersi un mohito vista Golfo del Messico con uno sconosciuto...).
No.

Lo ha d-e-c-i-s-o.

E se ne è assunta le conseguenze.
Dunque ora smarona il mondo.


Lavori? No, io dal momento in cui ho d-e-c-i-s-o consapevolmente di avere un figlio ho d-e-c-i-s-o di occuparmene. 

Il che sottintenderebbe che tu, donna priva di morale, non lo fai.

Certo, balli nuda uscendo da torte di panna ubriacandoti da mane a sera, no?

Esci a cena con tuo marito senza bambini? 

No, io esco eh, ma c-o-i bambini, siamo una famiglia, non potrei MMMAI uscire senza di loro, ho d-e-c-i-s-o io di farli.

Questo significa:

A) che la tua non è una famiglia, ma un crocchio casuale di coinquilini;
B) che lo stesso pensiero lo applica a tutto:
- Parrucchiere con neonato al seguito;
- shopping con pargoli appresso;
- uscite con le amiche, le quali presentatesi senza figli e vogliose di poter dire cazzo invece di perdindirindina o persino porca puttana all'occorrenza, fumando e bevendo prosecco a fiumi, hanno immancabilmente un malore vedendola arrivare coi figli.

Razza di ebete.

Guardati sempre da una mamma Etica, anche quando ti sembra stia provando a venire dalla tua.

Non illuderti mai.

La stoccata finale e bastarda arriva, sta serena.

'No certo, anch'io sono per la libertà della madre,  che può persino scegliere liberamente  di non allattare...'

Non svenire. 
Non lo pensa. 
Tanto che poi chiosa

'purché sia debitamente informata e se ne assuma tutte le conseguenze.'

Le conseguenze.
Ma fottiti.
.
Come difendersi?

Vivendo leggere.

Qualcuno diceva:

37 commenti:

  1. Appena ho letto il titolo ho pensato subito "sono io!".. Invece no.. :-(
    Mi sa' che intendiamo due cose diverse.. Meglio così..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi 'eticamente corretta col mondo' e non 'scassamaroni su base etica' come questa?

      Elimina
    2. Ecco si!
      (O almeno ci provo)

      Elimina
    3. Allora abbiamo la Green, già fatta, e una ancor più pertinente già programmata a breve ;)

      Elimina
  2. ah quante ne conosco di mamme così..e non sono mamma!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai esperienza. Abituati sin da ora a mantenere le distanze ;)

      Elimina
  3. Ah! Come capita a fagiolo questa fenomenologia! Proprio stanotte mentre cullavo il pargolo raffreddato (colpa mia, l'ho ficcato in un asilo nido a soli 9 mesi, per niente etica) pensavo: ma chi me l'ha fatto fare di avere un figlio l'ultimo anno di dottorato, mentre tutti i miei colleghi lavorano dalla mattina alla sera, pubblicano articoli e vanno a convegni in giro per il mondo?
    Ciao a tutte e buon lunedi, Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo farai anche tu, se lo vorrai.
      Non disperare!

      Elimina
    2. 9 mesi? Volevi forse aspettare che avesse la patente per mandarcelo da solo? :D
      La mia P2 ho dovuto inserirla a 5 mesi, e qui non è nemmeno tanto presto... Tranqua sorella!

      Elimina
    3. Eheheh! Qui mi guardano tutti come se fossi una pazza. Perfino il pediatra mi ha cazziato, dicendomi che cosi Leon è esposto ad orribili malattie.
      Anna

      Elimina
  4. buongiorno ragazze!
    Io purtroppo in alcune cose mi identifico... Ma non per mia scelta:
    - Parrucchiere con neonato al seguito . YES
    - shopping con pargoli appresso. YES
    - uscite con le amiche. YES

    Ma purtroppo avendo un marito che lavora anche il sabato o faccio così o me ne sto a casa a guarda Peppa pig e preparare torte col bimby! Piega fissa il sabato pomeriggio alle 15 con duenne attaccata alla gamba quando non si arrampica sul carrello dei bigodini, o questo strazio o mi tengo i capelli a spaventapasseri. Dopo il capello ci si vede con le amiche (mamme e non) per shopping o cazzeggio... Sempre con pargoli urlanti appresso.

    La domenica la dedichiamo ai figli (nonostante la voglia di stravaccarsi sul divano a guardare le repliche diFast'n loud), perchè dopo una settimana a lavorare come matti arrivano i sensi di colpa...

    Sono una mamma Etica? Sparatemi

    bagash

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaaaa.
      Mi sembri più una Non Nonnassistita che fa di necessità virtù.

      Sei salva

      Elimina
    2. Ma va', tu te la porti dietro per necessità, non perché è GIUSTO. Una volta ho portato la P1 neonata con me, dovevo farmi la manicure. Ho visto il cartello "vietato l'ingresso ai passeggini" e mi sono sentita molto a disagio.

      Elimina
    3. Perché la manicure è una ASSOLUTA necessità

      Elimina
  5. uhhhhh se ne conosco!! detesto, io non sono consapevole neanche di come mi chiamo

    RispondiElimina
  6. uffa io più leggo questo sito, più rido e meno mi sento sola...
    poi rifletto e in tante cose mi sento la sfigata che descrivete nelle varie fenomenologie.
    Si intende escluse mamme supergnocche il gg dopo il parto e affini...
    questo blog mi sta insegnando il valore del silenzio...Grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah, ma figurati, il senso delle fenomenologie è far capire che siamo tutte sfigate e tutte fighe, dipende dal punto di vista ;-)

      Elimina
    2. E che poi in fondo ognuna di noi ha qualche sfumatura di quasi tutti i tipi di madre.
      Dovremmo ricordarlo ed essere maggiormente tolleranti e il meno possibile estremiste.

      Elimina
    3. Che bello quando Morna mi cita, mi sento bene. :P

      Tranquilla che anche noi rientriamo se non in tutte, in moooooolte fenomenologie! Altrimenti da chi prenderemmo ispirazione?? :)

      Elimina
  7. Io ho deciso consapevolmente di volere un figlio ed, altrettanto consapevolmente, di non voler essere "solo" una mamma e voler cercare di rimanere me stesse....insomma, una "etica egoista"????!!!
    Per il resto, nel fine settimana ho quasi sempre mio figlio al seguito perchè lavorando in settimana altrimenti non lo vedrei mai ma inn certe occasioni proprio no: gli farei un dispetto, a portarlo mentre faccio shopping o parlo con le amiche, mica un piacere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh...a capirlo!
      Io la penso come te: tutti insieme quando si deve, quando si vuole e quando l'occasione è per tutti.
      Negli altri casi, meglio dividersi per la soddisfazione di tutti. Incredibile a dirsi, ma anche dei piccoli.

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. qui ho un esemplare di papà etico...sigh...

    RispondiElimina
  10. Al crocchio casuale di coinquilini sono scoppiata a ridere forte!! io ho fatto due figli più o meno consapevolmente, anche se non sei mai pienamente consapevole di ciò cui stai andando incontro, perchè se lo fossi davvero secondo me non lo faresti mai!! Io cerco di equilibrare tutto, di dedicarmi alle figlie e di dedicarmi anche a me stessa, nella convinzione che annullarmi come essere umano non possa rendermi certo una madre migliore, perchè diventerei una persona ai miei stessi occhi mediocre in quanto priva di risorse interiori, annoiata, senza interessi al di fuori della prole... che cosa potrei insegnare alle mie figlie in tema di rispetto per se stesse? questo al di là del lavorare o meno fuori casa (che se potessi lavorerei molte meno ore!). Se poi questo fa di me una madre amorale... beh pazienza. Se sto bene con me stessa secondo me sono una madre migliore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto possa contare, approvo e condivido ill ragionamento.
      K.

      Elimina
  11. Secondo me la mamma etica lo fa solo esclusivamente per soldi...e mi riferisco alla mamma delle mamme etiche, quella blogger, scrittrice che elogia tanto la parola sottomissione. Perché e' giusto così, e' giusto colà...in effetti e' l'unica mamma etica che mi viene in mente. Ovviamente ci sono le sue seguaci...bruttissima categoria!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo studiare per capire di chi parli.
      Ma la scoverò!

      Elimina
    2. Il suo libro e' stato tradotto in spagnolo con il titolo: casate y si sumisa. ( sposati e sii sottomessa). Non conoscevo la scrittrice, solo il marito, che soleva partecipare a tante trasmissioni come opinionista. Qui in Spagna il libro ha suscitato non poche polemiche, elogiato dalla comunità ecclesiastica ( il vescovo di Granada esortò le fedeli a comprare il libro durante una omelia). Incuriosita comprai il libro, che credo il posto che si merita in libreria e' il reparto fantascienza, l'unica spiegazione che sono riuscita a darmi mentre leggevo e' quella dei soldi..
      Quando ho letto il post ho pensato a lei.
      Etica e benpensante...
      Martina

      Elimina
    3. Ah! Ho capito! Il libro è uscito anche in Italia, o almeno credo...perchè la polemica me la ricordo...

      Elimina
  12. Ne conosco una di cui tutte alla materna temiamo il giudizio. Niente caramelle al figlio, zero, la focaccia è una porcheria, gli antibiotici che orrore, il cibo industriale giammai, i vaccini vade retro, quelle che fanno figli e non li allattano fino alla pubertà per andare al lavoro cosa li fanno a fare e via così. Che due coglioni!!!
    Barbara

    RispondiElimina
  13. oddio se la incontro mi uccide..... figlia arrivata (anche se un bellissssssimo arrivo non era proprio programmato), e le sto dando latte artificiale.....

    RispondiElimina
  14. La mamma etica genera frustrazione! Io avevo tutto chiaro prima che arrivasse Sofia. È da quando è arrivata che mi rendo conto che quello che davvero succede è che ti si stravolge il mondo e comunque non avresti potuto prevederlo in questo modo. Se c'è una cosa che i figli sanno fare bene e da subito è sorprenderti in vari modi, non sempre piacevoli! Io mi sto riponendo un sacco di domande sul senso che può avere mettere al mondo un figlio. So che detto così può sembrare ambiguo ma è la veritá...

    RispondiElimina
  15. La mamma etica genera frustrazione! Io avevo tutto chiaro prima che arrivasse Sofia. È da quando è arrivata che mi rendo conto che quello che davvero succede è che ti si stravolge il mondo e comunque non avresti potuto prevederlo in questo modo. Se c'è una cosa che i figli sanno fare bene e da subito è sorprenderti in vari modi, non sempre piacevoli! Io mi sto riponendo un sacco di domande sul senso che può avere mettere al mondo un figlio. So che detto così può sembrare ambiguo ma è la veritá...

    RispondiElimina
  16. Quanto mi sono mancate le vostre fenomenologie! Forse adesso riuscirò a recuperare la lettura di quelle precedenti! Io credo che l'unico inghippo della mamma etica sia DEVO anziché VOGLIO. Io allora mi reputo un pizzico etica ma... un'etica farfallona 😄😁

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...