lunedì 15 dicembre 2014

Fenomenologia della mamma: la Monotematica


La Monotematica dal giorno test di gravidanza non riesce più a parlare d'altro che non siano figli, figli,  figli e ancora figli.
La Monotematica comincia a palesarsi dal test di gravidanza, che ancora gocciolante di pipì mattutina, verrà fotografato e postato in ogni dove.

Rimarrete lì, col biscotto a metà strada tra il caffèlatte e la bocca e lo riporrete, avvertendo un conato.
 
Che?
Sarà mica un problema, no?

Non siete donne, dunque naturalmente ricolme di mammitudine?
Ah no?

Mostri!
La Monotematica nelle settimane a seguire - in cui parlerà unicamente del figlio che porta in grembo - vi deliziera' raccontandovi dove e quante volte ha rimesso.




Avvertendo ad un certo punto il vostro 'lieve' disagio (tipo che siete ormai verdi e state per vomitare sul tavolo), si scusera' promettendo di cambiare argomento.
Aaaah grazie, perchè proprio mi andava di assaggiare questo crostino!
A quel punto attaccherà con la stitichezza da gravida.
E in bagno ci andrete voi.
A rimettere.
La Monotematica - grazie a Dio - ad un certo punto partorisce.
Sia lodato.
No, sia lodato 'na sega.
I punti sulla patata,  il secondamento e le ragadi sanguinanti accompagneranno il primo pranzo insieme col la neo mamma.

E il secondo.
E il terzo.
E il te' del pomeriggio.
E il caffè di mezza mattina.

Finchè se ne accorgerà e:

"No, ma scusami. Ma raccontami un po' tu, dai! Parlo sempre di me e del mio amore...come sta il tuo? Caga bene? No,  perchè stamattina il mio cucciolo ha fatto un enorme stronzolone verdognolo che mi ha quasi spaventata...no ma cara, non fare quella faccia, sta bene. Continua pure a mangiare,  tesoro, sta tranquilla.".

La Monotematica dal momento in cui sa che sarà madre non avrà un solo neurone capace di concentrarsi su altro che non sia a gravidanza prima, la mammitudine e i figli dopo.

Ad alcune succede di riprendersi.
Ad altre no.

Anche la Monotematica appartiene al genere delle Moleste.

Non solo parla sempre e solo di figli, ma non tollera che una donna, soprattutto se madre, possa avere un qualche altro tipo di interesse, voglia, argomento, idea, desiderio. Ma niente proprio.


Andate dal parrucchiere, dall'estetista, al supermercato, ad alcolizzarvi o a meditare il suicidio per i cazzacci vostri e per distrarvi da pappe, pannolini e rigurgiti?

Se ve ne capita una accanto, tutto ciò sarà impossibile.

Prima ancora di presentarsi o di consentirvi di enucleare un saluto, chiederà con aria complice:

"E lei? Ha figli?".

Sarà la fine.


La risposta "Sì", causerà un pippone infinito.
La risposta "No", idem.

Impossibile sfuggirle.

Forse solo realizzando i propositi da alcolista di cui sopra.
Occhio, però ad ordinare un Negroni sbagliato se è ancora nei paraggi...

"Ma come, cara, non allatti?".

A quel punto non resta che realizzare il proposito suicida.

Ma perchè minchia mai?

Uccidete lei.
Il mondo vi ringrazierà.

 

16 commenti:

  1. Penso che un minimo lo siamo tutte! Non mi dire che non hai mai raccontato tutto quello che hai detto anche tu!?! Certo che, però, a tutto c'è un limite. .
    anche alla pazienza nell'ascolto (meravigliosa la prima vignetta!)

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho raccontato tante cose in effetti irraccontabili.
    E il figlio è uno dei miei argomenti di conversazione preferito...ma mi piace tanto anche parlar d'altro!
    E con alcune mamme mi riesce davvero difficile!

    RispondiElimina
  3. Quando ho letto il titolo ho pensato "sono io, sono io" ma poi no, non così tanto. Almeno spero :'(
    I.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io dal titolo ho pensato sono io io io....ma poi leggendo: oddio spero di no :-D

      Elimina
  4. Il 99% delle mamme... two balls! :)

    RispondiElimina
  5. dovreste raccogliere tutte le fenomenologie in un libro e pubblicarlo: andrebbe sold out in un secondo! Geniali||

    RispondiElimina
  6. Sei troppo forte!!!
    Non saprei tra tutte le tipologie chi sia la peggio!!!??? jijiijij ;)

    Kiki

    RispondiElimina
  7. Ragazze vi leggo sempre e siete mitiche. Però noto negli ultimi post un po di acidità, come mai? Mi dispiace :(

    RispondiElimina
  8. Questa fenomenologia è FANTASTICA. Ho le lacrime agli occhi!
    Rita

    RispondiElimina
  9. ah ah tra pochi giorni (o ore???) sarò mamma e un po' mi riconosco..... per S. Nicolò mio moroso mi ha chiesto se volessi qualcosa e la mia risposta è stata "si l'aspiratore nasale per la bimba"..... li ho capito di aver toccato il fondo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah
      Ed è solo l'inizio 😅

      Ps. In bocca al lupo mammina!

      Elimina
  10. ....e per chi ha il marito così??? Che racconta con dovizia di particolari il parto definendolo 'l'evento più splatter mai visto' a chiunque??????

    RispondiElimina
  11. ....e per chi ha il marito così??? Che racconta con dovizia di particolari il parto definendolo 'l'evento più splatter mai visto' a chiunque??????

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...