giovedì 27 febbraio 2014

La stanchezza di una mamma è relativa?

Stamani, mentre arrancavo nel tragitto tra il bus e la metro, mi è tornata in mente una foto che ho visto ieri. 

Questa. 


Per chi non la conoscesse, lei è Kim Kardashian, che a 33 anni ha messo al mondo la sua prima figlia, North (West) lo scorso 15 giugno (non chiedetevi perché so tutte queste cose, mi pagano per saperle). 
Ora, fare la mamma quando sei una star dei reality che vola da una parte all'altra del mondo continuamente deve essere di sicuro faticoso.

Ma di sicuro eh. 

Ma ci credo mentre lo dico.

Voi non mi credete?

lunedì 24 febbraio 2014

Fenomenologia della mamma: la mamma a dieta

Bon, abbiamo parlato di mamme gnocche, di mamme vip, di mamme che raccontano palle, ora parliamo di noi, mediomum che non siamo granchè gnocche ma non ci rassegniamo alla cessitudine. Mamme a dieta.




Le più zelanti si mettono a dieta generalmente il giorno stesso in cui smettono di allattare.
Le altre ci possono mettere anche due o tre anni a capire che la zavorra sul didietro e la panza da ottavo mese quando il pargolo inizia la materna nun se po vedè.

Comunque, la mamma a dieta deve essere santificata. Non solo non può sfogare le sue frustrazioni di pessima educatrice in un barattolo di Nutella, ma spesso deve anche cucinare 3 o 4 pietanze diverse: le creme per il piccolo, la pasta all'olio per il grande, primo secondo contorno e dolce per il marito, e, per ultimi, i piatti, tristi o meno che siano, che impone la dieta. Oppure si fa furba. Che mangino tutti pollo lesso! (basta "abbellirlo" con maionese e sottaceti, e non si accorgeranno dell'inganno).

giovedì 20 febbraio 2014

L'Apoteosi della Mamma Mostro

Vi ricordate la "redenzione mamma mostro?", ecco, ci siamo un po' arenati sul punto, anche se sto ancora lavorando a piccoli step per un tempo di qualità.
Ma oggi, altro che redenzione, voglio parlavi dell'apoteosi della Mamma Mostro.

Non vi capita mai di non poterne più di avere i vostri figli intorno?
Di desiderare solo silenzio, calma, pace, tempo per voi, tempo per buttarvi sul divano a leggere, tempo da passare nel letto fino alle 11 di mattina, tempo di annoiarvi?
A me sì (ovvio, mica sarei Mostro altrimenti...).

lunedì 17 febbraio 2014

Fenomenologia della mamma: la Mamma Supponente

La Mamma Supponente fa parte della famiglia delle Moleste.

Sì, perchè non suppone, tacendo, no, no.
Suppone ed esterna.

Che gusto avrebbe, altrimenti?

Irrita.
Urtica.

giovedì 13 febbraio 2014

Mi chiedo: perché ci prendono per il culo?

Non che sia una questione di vitale importanza, ma io con questa roba ci vivo, quindi mi ci imbatto per forza. In questi giorni mi è capitato di leggere delle dichiarazioni di Melissa Satta. Presente?, ex velina, ex di Vieri (no, non è la Canalis), ora fidanzata con Boateng. 

Bon, la Satta, per chi non lo sapesse, è incinta. Di un maschio. Che nascerà a metà aprile, a quanto pare. 


E avrebbe dichiariato: ho preso soltanto due kg. Perché faccio una vita molto frenetica, invece di prendere peso l'ho perso e tutto il resto è andato al bambino (che minchia vuol dire??). Sono di costituzione magra, sono sempre stata così, in famiglia sono tutti così. 


Aspetta un po'...


Chi mi ricorda???


Ah, sì, lei! 

Foto da sologossip.com

lunedì 10 febbraio 2014

Fenomenologia della mamma: la mamma fortunata

Eh sì care ragazze, è proprio lei. Quella stronza che pensa di essere figa (non nel senso di gnocca, almeno, non solo) e invece ha solo un gran culo (figurato).

La mamma fortunata è quella a cui il neonato fa le notti a sei settimane. Dorme beato dalle 22 alle 7, si prende il suo latte ciucciando senza alcun problema, poi si rimette giù e dorme un altro tre ore, fino alla poppata successiva. 

E' quella che ha partorito in fretta, e magari ti dice che sai, lei era più elastica (brutte stronze, io ho fatto sport, yoga, sesso, esercizi per il perineo e in sala parto potevo mettermi un piede dietro la testa, eppure mi ci sono volute 23 ore perché la P1 uscisse). 

E' quella che non ha le ragadi perché sa come attaccare il neonato, in fondo è una cosa naturale. 
Certo, e vallo a dire alla mamma che al secondo ha i capezzoli sanguinanti per chissà quale strano motivo della natura (bastarda, diciamolo). 

E' quella che "eh, mi mangia tutto". 
E' quella che "terrible two, cosa sono?".

giovedì 6 febbraio 2014

Maschi. Istruzioni per l'uso #3 : tocca al papà!

Dopo le fosche previsioni di Anya, non mi restava che riprendere in mano la serie sui figli maschi.

Non posso permettere che le previsioni della nostra gnoccolona parigina in versione Cassandra si avverino.

Quindi, bando alle ciance e riprendiamo da dove abbiamo lasciato.


Riecco a noi Steve Biddulph e il suo libro


"Crescere figli maschi".





mercoledì 5 febbraio 2014

Le donne sono più forti degli uomini? Quindi le mie figlie sono più forti dei vostri figli?

Già già. Pensateci bene. 
La menate da anni. Almeno da quando avete iniziato a convivere con un uomo. Su quanto noi donne siamo meglio. 
Siamo più multitasking
Siamo capaci di fare più cose insieme. 

Uomo, tzè. Quel buzzurro che quando guarda la partita non riesce nemmeno a rispondere alla semplice domanda: col sugo o all'olio, la pasta? 
Quel rincoglionito che apre un cassetto e dice: dove sono i miei calzini neri? Dove? DOVE ME LI HAI MESSI? E loro sono lì, piegati e profumati (per merito vostro, non certo suo). 
Scommetto che anche Kate è una di noi.


lunedì 3 febbraio 2014

Fenomenologia della mamma: la mamma gnocca

La mamma gnocca è la sventura di tutte le (altre) madri.
La mamma gnocca è quella che, incinta di 7 mesi, indossa ancora i suoi skinny jeans, nei quali tu non saresti entrata manco a 13 anni.


E' quella che, mentre al corso preparto parlate di marche di vestiti premaman, lei risponde candida che non capisce come si possano buttare soldi in premaman, visto che bastano un maglioncino e dei leggins.

Ecco, stronza, forse a te, che incinta di 8 mesi pesi sì e no 50 chili.
Noi comuni mortali abbiamo bisogno dei jeans premaman a 10 settimane, e a 8 mesi ormai possiamo andare direttamente al negozio Over4Ever, dove capeggia la scritta "lasciate ogni speranza o voi che entrate".

domenica 2 febbraio 2014

Crumble ricotta e cioccolato: una torta che si prepara in meno di 5 minuti


Oggi voglio deliziarvi con un dolce facilissimo e molto veloce, che adoro e faccio spesso (fin troppo, la mia mole non ringrazia): il crumble (o sbriciolata) ricotta e cioccolato.

Ingredienti:

300 g di farina 00
100 g di burro (io lo uso anche da frigo, viene benone)
150 g di zucchero 
1 uovo
1 bustina di lievito per dolci (ma io l'ho fatta anche senza o con un cucchiaino scarso, viene buona comunque)





Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...