mercoledì 25 marzo 2015

Cosleeping: ovvero, diffidate dalle bufale

Mi avevano detto che dormire coi propri figli è bellissimo. 

Averli nel lettone, un'esperienza ultraterrena. 

Pigiarsi in 4 in 180cm, meglio di un amplesso tantrico.

Ma col cazzo! 

Le uniche esperienze di cosleeping - se così si può chiamare - le ho fatte quando la P1 era neonata. Ma non la notte, al mattino. Quando lei faceva tutta una tirata, ma i rumori del padre alle 7 la svegliavano. E io, abituata alla sveglia tardi, la prendevo (anzi, me la consegnava direttamente il padre) e la allattavo. Poi mi mummificavo e lei, rassegnata, si riaddormentava, e io con lei, e così fino alle 10-11.

Ma mi son detta. 

Il cosleeping!

Meglio della casa nella prateria!
Altro che famiglia Bradford! 
Darò il via al mio personale idillio. 





Succede che mio marito sia ripartito. Sì, quello del Pakistan. PA-rigi, PA-kistan, vi lascio indovinare la nuova destinazione.

Insomma mi sono detta: quale occasione migliore se non l'ultimo sabato tutti insieme? Dai su, cosleepiamo!

Let's cosleep all together all night long!

Looooong?

Argh.

Ore 22.30: loro vanno a letto.
Ore 22.45: su, basta.
Ore 23: se non la smettete andate in camera vostra. 
Ore 23.15: padre, preso dallo sconforto, va a letto. Madre temporeggia leggendo Nabokov.
Ore 23.45: ok, madre si decide. Tutti svegli ancora. 
Ore 00:00-02:00: P2 prende a calci P1, che si accuccia a madre (la quale se la ritrova con la testa tra le cosce, ad un certo punto). Madre sul ciglio del letto in perenne dormiveglia, attenta a non cadere. P2, oltre ai calci, ciuccia rumorosamente, a tratti beve, russa. Padre moccola diverse volte, non russa solo perché non riesce a dormire. Almeno quello.
Ore 02.30: padre prende P2 e la porta nel suo letto. Si mette nel letto della P1.
Madre, sempre sul ciglio, in dormiveglia. P1 beata senza più calci. 
Ore 05.00: P1, ingrata, decide che è giunta l'ora di sloggiare, si alza e reclama il suo letto. Padre torna al suo posto.
Ore 08.00: inusuale sveglia all'alba per la famiglia Anya.

E questo voi lo chiamate meraviglia? Sogno? Paradiso? Er mejo?

Eh no eh. 

È un incubo, e anche dei peggiori.

Che poi, tra l'altro, il bello dei bambini quando dormono è che son carini. Ma io mica li vedo, al buio.

Quindi, care mie, diffidate. E se vi sentite strane perché preferite dormire da sole, nel vostro letto, senza nessuno che vi si abbarbica (no, io non voglio nemmeno mio marito abbarbicato), non preoccupatevi.

Quella del cosleeping è una bufala.

(Vi ricordo un'importantissima parola: IRONIA)

34 commenti:

  1. Io ho avuto due esperienze diverse e devo dire sporadiche. Con la prima per un periodo che aveva incubi la notte e per non alzarmi millemila volte la portavo nel lettone...calci pugni e millemila sveglie. Il secondo invece ha fatto il primo mese a dormirmi addosso, nel senso letterale della parola, io supina e lui accucciato sopra di me, lui dormiva beato io dovevo stare attenta che mantenesse l'equilibrio, quindi rimanevo nel dormiveglia. conclusione? No grazie, dormo meglio senza bimbi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo bene le acrobazie per far dormire la P1 così in ospedale... che paura che cadesse! E che cazziatoni mi sono presa :)

      Elimina
  2. Io non dormo meglio senza figli.. ma NON dormo un solo secondo con i figli. L'ho fatto in casi davvero eccezionali e non ho chiuso occhio nè io nè il consorte. Ma anche i miei figli dormono molto meglio nei loro lettini, e spesso è successo che, dopo aver ottenuto di dormire con noi, preferissero tornare nelle loro camerette dopo un paio d'ore. D'altronde gomitate, ginocchiate e fiatella sono reciproci......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come le mie, ben contente di tornare nei loro letti. Anche la P1, che prima mi chiedeva sempre di dormire insieme, ora che ha provato, quando me l'ha richiesto e le ho risposto: ma pensaci, hai dormito bene? Con tua sorella che ti prendeva a calci? Ecco, non l'ha più chiesto.

      Elimina
  3. ohhhhh finalmente la VERITA' dio santissimo!!!io e mio marito abbiamo avuta l'immensa fortuna che nostro figlio il cosleeping lo schifa proprio perché all'inizio avevamo provato anche quello visto che era l'unica cosa che ci era stata consigliata nei vari corsi preparto e non (e stenderei un velo pietoso…) ma dopo 20 giorni incamera nostra nella sua culla, non solo abbiamo capito che il cosleeping non fa per noi ma soprattutto che ognuno è bene che abbia la sua stanza. dopo 3 settimane nonostante le fatiche che un neonato di quei giorni può dare abbiamo ricominciato a vivere, e quando sento le mamme che dicono che non sanno come fare perché il loro bimbo non ne vuole sapere di lasciare il letto/tetta/metticiòchevuoi mi chiedo sempre: e chi cavolo ce l'ha abituato????
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari questo brutto vizio è stato dato per "sopravvivenza"???
      Beata chi ha i figli che si addormentano all'istante, non cercano sempre la tetta, il ciuccio, la mamma...
      E' così facile sparare a zero dando la colpa a sti genitori mollaccioni che prima viziano i figli con lettone e tetta e poi non sanno come gestirli.

      Amelie

      Elimina
    2. Concordo con Amelie...mio figlio fino a due mesi ha dormito nel lettino con 3/4 risvegli per mangiare dopodiché dopo i due mesi ha cominciato a svegliarsi ogni 10 minuti io non ne potevo più di fare avanti e indietro ora dorme nel lettone e mi tiene anche ben stretta, non dorma comoda ma almeno dormo!

      Elimina
  4. Filippo ha sempre dormito nel suo letto, nella sua camera, da quando siamo tornati dall'ospedale. E per fortuna, perché non fa altro che muoversi, girarsi, rotolare, parlare e russare.
    Quando è raffreddato, poi, russa peggio di un adulto: io e mio marito ci chiediamo come sia possibile che faccia tutto quel rumore. E ringraziamo che lui sia in camera sua, a russare, e noi nella nostra, a dormire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vogliamo parlare delle chiacchierate? La P1 litiga in francese pure... già la sento chiacchierare per tutta la sera, manca in effetti la notte... :)

      Elimina
  5. Noi siamo partiti con una bimba in camera sua a 40 gg e che definirla a basso contatto era un eufemismo per non darle dell'anaffettiva! Adesso ho una cucciola di 4 anni che spesso (per i nostri standard) si infila nel lettone e si accuccia incollata alla mia schiena..il papà se ne accorge quando la trova al mattino e io nonostante il pancione di 8 mesi me la godo tutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ti dà fastidio, bellissimo! Il problema forse arriverà quando sarete in 4 :)

      Elimina
  6. Ahah! La lunga serie dei miti da sfatare...! Brava! L'altro lato della medaglia, al contempo, è che quelle che decidono che dormire coi figli nel letto è meglio del non dormire affatto finalmente possono sentirsi libere di farlo...La generazione delle nostre mamme lo considerava il padre di tutti i vizi e "cosleeping" aveva senso come "trasferirli su Marte". Esserci liberate dell'idea di poter "viziare" i nostri figli accoccolandoci accanto a loro è stata una grande conquista! (Che personalmente lascio godere ad altre...:-)

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo:NO al cosleeping. Io ho avuto la mia prima esperienza proprio in questi gioni.....padre via ed io sola con il mio piccolo mostro di 3 anni con l'influenza. Dopo aver fatto il solco tra le due camere mi sono detta: perche' non portarlo con me?dopo due notti mi sono data anche la risposta....meglio il solco che averlo nel letto. Alle 02.15 pregavo che arrivassero le 06.30 per potermi alzare ed andare a lavoro.....e con questo ho detto tutto. Non dorme!!! Calci, mi chiama di continuo( nel sonno) ed io che mi sveglio...si mette a sedere, per girarsi salta... Mai piu'. E pensare che da quando era nato che desideravo questa esperienza...me ne avevano parlato cosi tanto.......adesso so cosa rispondere la prossima volta :-* Letizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah, io uguale! Non vedevo l'ora di essere noi tre soli, senza papà per qualche giorno, per dormire assieme. Beh diciamo che è uno di quegli sfizi che puoi toglierti giusto una volta nella vita!! ;-P

      Elimina
  8. Non so forse per ora è piccolo, 1 anno, e non occupa troppo spazio, ma quando si sveglia la notte lo porto in camera con me..., marito il piu' delle volte si addormenta (ci addormentiamo) sul divano e lì rimane, io vengo sfrattata e vado a letto!Per ora mi piace...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, uno solo e di un anno è diverso credo, soprattutto se tuo marito resta sul divano :)
      Immaginati me, 175cm, mio marito, 180, P1 18kg e P2 12kg... siamo secchi come acciughe, ma non invisibili, ecco :)

      Elimina
  9. Mai Mai mai portarli a dormire nel letto grande. Solo in caso di febbre alta (diciamo oltre la soglia del paracetamolo) dormono con mamma nel lettone ma papino va a dormire in cameretta. In tre nel lettone è un incubo.

    RispondiElimina
  10. MIo figlio ultimamente nel nostro letto ci sta pure troppo.
    E se quando l'Alpmarito non c'è per lavoro, durante la settimana, lo spazio consente comunque di dormire decentemente, quando c'è non esiste: il nano nel suo letto o impazziamo!!!

    RispondiElimina
  11. noi facciamo cosleeping con la piccola di due anni e mezzo, ma per dormire bene abbiamo allargato il letto a tre piazze, prima era solo una tortura per me, e pedate per il padre - che vederlo cadere dal letto, lui un armadio di un metro e ottanta e lei manco un metro e quattro ossa, mi ha fatto anche ridere, ma non era il caso di continuare così...

    buttarla fuori dal letto e alzarmi 4 volte a notte? anche no, da quando è nata tutti i buoni principi si sono arresi al grido di "sopravvivenza!!!" e a noi va benissimo cosl!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Io non lo amo il cosleeping, figurarsi, solo che non riesco a staccarmelo di dosso. La notte si sveglia e io non so far altro che gettarlo nel lettone, non ho la forza per fare altro. Eh, sì per riaddormentarsi mi chiede la mano. E io non me lo merito, no

    RispondiElimina
  14. Dopo i primi mesi nel lettino a 6 mesi ha iniziato a non volerne sapere di dormire più di un ora per volta se non attaccato a me, mesi da tetta dipendente e tutti a dirmi "togli la tetta e vedrai che dorme" a 10 mesi l'ho tolta...è non è cambiato nulla, mille risvegli acqua sete ciuccio coccole alla fine abbiamo risolto attaccando il suo lettino al nostro letto dove lui si addormentava tenendomi la mano e la notte rotolava di qua e di la e noi dormivamo. Ora che ha quasi due anni e mezzo gli abbiamo comprato il letto dei grandi che lui adora ma continua a svegliare i 2/3 volte a notte e 1) o io vado nel suo letto con lui 2) o lui viene con noi, se no non si ridorme più ...cosleeping di sopravvivenza? Me lo faccio piacere...

    RispondiElimina
  15. A morte il cosleeping!!
    A 4 mesi mio figlio dormiva nel suo lettino in camera sua; le poche - credo 2 in tutto - esperienze di cosleeping, successive a questo momento sono state TREMENDE. Lui che si metteva in diagonale in mezzo al letto e pian piano ruotava su se stesso come un orologio impazzito... non sono notti da ricordare!! :-/

    RispondiElimina
  16. Condivido pienamente. Il cosleeping è una bufala....anche se io, alla soglia dei quattro anni, pur di dormire farei qualsiasi cosa!!!

    RispondiElimina
  17. Io cosleeppo mio malgrado da anni e inconsapevolmente, ovvero il figlio mi si infila nel letto in modo subdolo e silenzioso.
    Ma va bene così perché mi accorgo di lui al risveglio.
    Se mi desse fastidio lo estrarrei per riporlo nel letto di provenienza.
    Io devo dire che non faccio troppo sofismo in niente: quel che non è un problema, non disturba e fa stare bene tutti, per me va di per sé benone.
    Se i genitori non dormono per cosleeppare in nome della moda son cretini. Se dormono tutti felici e contenti in 6 in una piazza e mezza buon per loro !

    RispondiElimina
  18. La mia bimba compira' tre anni a luglio, dorme con noi felicemente beata e spaparanzata da quando aveva sei mesi. Inoltre io la allattò ancora, e proprio la notte e' quando vuole e cerca il mio contatto piu' assiduamente. Io non coosleppo e allatto perché e' moda, o perché te lo dicono ai corsi preparto che non ho nemmeno frequentato, ma perché per mia figlia questo e' ancora importante e fondamentale e io mi sento ancora serena e pronta per assecondare le sue necessità. Lo dico sempre, se dovessi iniziare a sentirmi molto stanca, infastidita, farei di tutto per abituarla a dormire nel suo lettino, che brutto fare le cose controvoglia! Sarebbe uno stress anche per i bambini.
    Un abbraccio a tutte!
    Martina

    RispondiElimina
  19. Casa nostra è fatta a scale, quindi, per evitare che qualcuno si uccidesse durante la notte, abbiamo tenuto entrambi i bimbi fino ai 6 mesi, nella culla in camera con noi. Finita la poppata notturna, finita la coabitazione.
    Capita qualche volta che al mattino presto si sveglino e vengano a prendersi mezz'ora di coccole supplementari prima della sveglia, ed è bellissimo.
    Per il resto preferiamo alzarci durnate la notte per consolare/controllare/medicare e purtroppo a volte ripulire, ma nel letteno no

    RispondiElimina
  20. Io rimpiango il giorno in cui ho scelto il letto standard da 180 e non quello da 200. Quei 20cm in più adesso che siamo in 4 sono il mio sogno erotico number one!
    Coosleeping è bello... in pillole, come tutte le cose!

    RispondiElimina
  21. io dormo ormai sul comodino! la penso esattamente come te! Diffidate gente!
    http://www.uffapapa.it/co-sleeping/

    RispondiElimina
  22. Io piuttosto che svegliarmi millemilamilioni di volte me la stringo a me... a volte dormo male,altre bene...ma soprattutto DORMO!

    RispondiElimina
  23. Ho insistito 1 volta, 1, perchè mia figlia dormisse con noi da piccola, malata, cercado di evitare il contagio del fratello .. lei si rifiutava e fuggiva nel suo lettino (avrà avuto 2 anni e mezzo) .. finchè l'ho letteralmente chiusa in camera con noi e lei cos'ha fatto ?! Mi ha vomitato nel letto ! Dopo 5 minuti era nel suo letto ! E cavoli del suo compagno di stanza ! Niente, il coosleeping non fa per noi .. per nessuno dei 4 !

    RispondiElimina
  24. Io ho ceduto al coosleeping appena rientrata al lavoro dopo la maternità, con la nana che passava altrimenti la notte a urlare in preda a crisi di abbandono. Risultato? Spalle e schiena distrutte per le posizioni assurde da me assunte per permettere alla nanetta di dormire.... Per fortuna ora si è abituata al suo letto e alla sua cameretta, altrimenti credo l'avrei ceduta al miglior offerente... (Prima che qualcuno si indigni, naturalmente scherzo, la vera soluzione è stata abituarla ad addormentarsi sul divano col papà, lui ne esce distrutto, ma io dormo da dio!)

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...