5 tipologie di uomini da evitare come la peste (sui social e fuori)

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone


Lo so che siete tentate di dire: 
perché,  ci sono tipologie di uomo che possano NON farci desiderare di rinascere a Lesbo?
Mah…forse no,  ma certo da alcune categorie bisogna fuggire veloci come quando vostro figlio senza pannolino dice già paonazzo: 
“mammaaaaaa, caccaaaaaaaa!”.
Presente?

Ecco quali:

1. Lo stalker

Di solito è un ex, non lo sentite da 20 anni, e un giorno così,  come si presenta a sorpresa il cagotto,  vi chiede l’amicizia su Facebook. 
Sbirciate e vedete che è sposato, e sollevate, gliela date. L’amicizia su Fb, che pensate?
Peccato che il suo profilo è il deserto di Thar.
Nulla.
Non una foto, non un solo status, nulla di nulla.
C’è questo presunto matrimonio, ma nessuno che commenta il lieto evento, non un complimento, niente.
O vive  in un eremo, o in un ospedale psichiatrico o è uno stalker. O tutte e tre assieme.
Di certo la moglie l’ha sotterrata.
Si spera già morta.
Depennate, date retta.
Prima di essere depennate voi.
Dalla faccia della Terra.

2. Il razzista

Anche questo di solito è un ex, tipo che avevate 14 anni e siete stati assieme 3 giorni, un’infinità, per l’epoca.
Certo, fa anche piacere che un uomo si ricordi il tuo nome dopo tipo… 25 anni? (aaaaragh).
Peccato che quando clicchi sul malefico tasto “accetta” poi ti trovi un profluvio  di manifesti razzisti.
Adios amigo, a mai più.

3. Il glitterato

Avete presente quelle frasette che vanno tanto sui profili facebook dei quattordicenni? Quelle tutte cuori rossi e bimbi che si baciano su sfondo pesantemente glitterato, che manco una drag queen sulla via del tramonto? Che le frasette siano idiote passa in secondo piano, il voltastomaco lo da già lo sfondo sbrillucicante.

Ecco mi è capitato recentemente di vedere tanti, troppi (pericolosamente troppi) uomini il cui profilo facebook parla a frasi fatte, glitter e animali che si abbracciano.

 

ehh??

Ora, fatico a tollerarle sul profilo di mia nipote quindicenne, ma quando a postarle è un uomo no, vi prego no.


A ‘sto punto, meglio foto di tette e culi, suvvia.
W le chiappe! 


Anche se forse son meglio le frasette di sto ceppo che le loro, dove non azzeccano un verbo neanche a morire.


“Togli amicizia”: yesssss.
E già che ci sono butto anche gli ombretti perlati e le paiettes.
Per sicurezza.

 

4. Il glabro vs. il rude. Troppo rude.

Non so ragazze, andrà pure di moda, a qualcuna piacerà, ma a me uno con meno peli di me fa senso. 

No, no, e ancora no.

Sono per l’uomo orso, barbuto, peluto.

Ma non esageriamo.

Uomini che parlano solo dialetto e dicono una bestemmia ogni due parole vadano retro.

Ecco, non troppo retro.


5. Il vegano

Ora, non solo mi immagino la cena fuori con un vegano, e già mi cadono le palle sulle carotine all’avocado in letto di cicorietta selvatica condita con aceto equoesolidale.

Quel che, forse, è pure peggio, è il suo profilo facebook.

neanche il cuore di lattuga? E il cuore di bue?

Il tuo cibo non urlerà, ma i miei coglioni sì, stai certo.

E voi, avete altre categorie da depennare?

Tags from the story
Written By
More from Morna

36 ore (o storia di un ricovero)

Share this... 36 ore. 36 ore senza dormire. 36 ore senza lavarmi...
Read More

14 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *