lunedì 18 maggio 2015

Fenomenologia della mamma: la Mamma Riguardante.

Se penso alle nonne e alle mamme di una certa età, sento una voce che dice: 

"Riguardati!" 

"Stai riguardato!"

Una voce calda, avvolgente, che sa di copertina, brodino e divano.

Oggi non si usa più molto dire "stai riguardato", peccato, eppure...






le città sono piene di esemplari di Riguardanti che stanno benone, costituiscono una categoria che ogni giorno raccoglie nuovi membri e se la passano benissimo.

E ci tocca tollerarle.

Sei lì, 30° all'ombra, svenuta su una panchina del parco.

Tuo figlio, che si sta sfilando la canotta, ti prega di consentirgli di levare anche le mutande cominciando peraltro a farlo.

Distogliendo lo sguardo da una tale visione per cercare di trovare una parola che NON finisca in "azzo" da urlargli dietro, incroci lei.

Piccina, biondina, tanto carina, sui 4 anni...

con calzamaglia.
Gonna.
Scarponcini.
Maglia.
Felpa.
 
E la madre, una Riguardante, che le urla "chiudi il giubbinooooooooooo! Vuoi prenderti il raffreddore???????".

Inizi a stimare quanto resti alla biondina prima che muti lo stato della (sua) materia.

Da solido a liquido.

Un liquido rosa e glitterato, ma pur sempre liquido. 
Stimi che a 5 anni difficilmente arriverà, ma potrebbe sempre ribellarsi...vai Braveheart de noantri! Lotta per la vita!

Esci di casa, figli al seguito...fai 2 passi...pioviggina, giusto quel poco che ti fa chiedere se ti scocci meno aprire l'ombrello o prendere quelle 2 goccine. 

Mediti scrutando il cielo e l'orizzonte e vedi una specie di cassonetto della monnezza colorato che cammina.

Toh, è un bambino!

Lui, circa 6 anni, avvolto in cose di gomma dalla testa ai piedi: 

cappello a falda larga impermeabilizzato, 
impermeabile in plastica, 
sovrapantaloni in plastica, 
stivali fino alla coscia, e, sia mai, 
ombrellone da spiaggia che quasi si capotta per reggere il peso.

E lei, la Riguardante, che lo copre anche col suo di ombrello, dicendo "attentooooooo, così ti bagni!".

Mi chiedo durante un acquazzone estivo se il bambino verrà imballato in plastica come i bagagli dei paranoici all'aeroporto.


"Ciao, noi si va al parco, è una bella giornata e ci saranno 30 gradi, venite?"
"No, oggi no, perchè Sofia non sta niente bene, sono molto preoccupata..."

"Ossignore, cos'ha?"

Stati prefigurandoti scenari apocalittici di febbre a 57°, o cose tipo l'ebola o l'escherichia coli o l'aviaria...

vedi Sposini mangiarsi il pollo al TG...

quando lei, la Riguardante, risponde:

"ha tossito 3 volte e non credo fosse perchè le era andata l'acqua di traverso, meglio tenerla al riparo...".

Da? Al riparo da? 

Come si mette al riparo da te?!


"Ehi venite da noi?"
"Siamo al parco, dai venite voi!"

"con questo ventoooooooooooooo?! No, no, tengo i bambini riguardati...meglio..."


Ti guardi in giro, pensi a come hai fato a non accorgerti della bora (la famosissima bora milanese), pensi che possa avere spazzato via tuo figlio dal Parco Sempione e magari averlo mandato a Cesano Boscone o a Rozzano o in comuni di cui non conosci l'esistenza...

No.
Niente.
Non si solleva neanche la coperta dal prato. 

Neanche Vanity svolazza, non mostra neanche un Cristiano Ronaldo in boxer tra una folata e l'altra.


Ma c'è escursione termica tra noi e le Riguardanti?
Vivono in un mondo parallelo?

Da qualunque cosa tengano riguardati i figli, nulla potrà giovare loro come l'allontanamento dalla madre.

Peace and love, sorelle.





29 commenti:

  1. Io non direi "Riguardanti" ma mamme "oppressive" e un po' rompipalle malate di testa.
    Io ne conosco una così, ahimè la mia cara adorata Zia che non si rende conto che il suo caro adorato bambino ha 16 anni, si S-E-D-I-C-I - - A-N-N-I non 16 mesi! Che le prende un colpo se per caso lui sorseggia l'acqua frizzate e non quella natura, perchè potrebbe andargli di traverso, non è abituato.
    A volte credo di essere anormale io con la mia piccola di 27 Mesi quando vedo mia Zia con il suo caro bambino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai serena che la normalità sarà un concetto astratto e relativo,
      ma di certo non abita a casa di tua zia... :p

      Elimina
  2. Mi sa che io faccio parte della fazione opposta a quella delle rigurdanti: mi candido a pieni voti in quella delle scellerate!
    Ad essere sincera con il primo figlio la deriva rigurdante, di tanto in tanto, mi ha sfiorata.
    Con il secondo molto raramente.
    Al terzo: ciao!!!!
    Imperfettamente scellerata!!
    Impe

    RispondiElimina
  3. io scellerate forever ... forse eccesso opposto..... la miapeste piccola al parcosi leverebbe anche i denti se potesse!!!!!!
    e io sono come lei.... (d'inverno miscordo i calzini!!!!)
    peace and love scellerate!!!!
    veronica

    RispondiElimina
  4. Io sono quella che non ha mai messo la copertina del passeggino, quella che guarda i passeggini con il telo/foulard/lenzuolino SOPRA la cappottina pensando "ma respira?!", però in questi giorni di caldo estivo ancora mi pongo il dubbio se lasciarle o meno la cannottiera!!!! Dite che è grave?! ::P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la canottiera manica corta?
      Manica lunga?
      Spalla stretta?
      Caldo cotone?
      Felpata?
      Caldo fuori cotone sulla pelle?

      Che ansia i discorsi sulla canotta!

      Elimina
    2. Lascia fare, che ho conosciuto una che imponeva la canottiera lana/cotone, come i mutandoni della mia compianta nonna. E io vivo a Napoli, eh....

      Elimina
  5. Io facevo parte delle riguardanti. Poi un bel giorno, neanche tanto lontano, cioè la settimana scorsa, ho visto mia figlia al parco passando dallo stato solido a quello liquido. In mezzo a tanti bambini in pantaloncini e maglietta, lei era l'unica, l'UNICA, in jeans, cannottiera, maglietta e giubbottino. Stavo per pronunciare le fatidiche parole: " non correre, che sudi!", poi mi sono vergognata di me stessa..ed eccomi qui, in mezzo a voi mamme "scellerate"..ahhh! Però giubbottino, sciarpina leggera, li metto sempre in borsa, non si sa mai! Sono guarita ma non del tutto!!
    Abbracci

    Martina

    RispondiElimina
  6. Io sono una mamma tarzan-jane, se potessi girerei coperta solo di una foglia di fico e con me i miei figli...li ho portati a scuola a piedi sotto piogge torrenziali, e il mio motto è: l'uomo non è solubile in acqua, meno che mai la donna.
    Oggi mia figlia di DODICI anni ha detto a mia suocera: "nonna domani vado al mare con la scuola (qui a Cagliari ci sono 30 gradi di media da due settimane...)" e lei subito: mi raccomando non toccare l'acqua che ti ammali!!! Ora capisco perché mio marito qui ai tropici si ostina a mettere la canottiera sotto le polo anche ad agosto, e mi stressa perché giro scalza preannunciando bronchiti e polmoniti...

    RispondiElimina
  7. Hi hi, quella di Cristiano Ronaldo m'ha fatto schiattare.
    Però ammetto che il vento mi angoscia. E non per paura di raffreddori, ma che ci caschi in testa qualche vaso o pianta, ho la fobia del vento! (ma forte, ovviamente, non brezzolina).
    E non sbaglio, visto che l'ultima volta che sono uscita col vento un albero secolare si è abbattuto a 1 metro dalla mia auto...

    RispondiElimina
  8. vi ho scritto una mail su un consiglio su un articolo la avete ricevuta ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, ne riceviamo tante...se ci dici il tuo nome oppure il tema della mail, possiamo verificare e risponderti.

      Elimina
    2. In oggetto c'e' scritto "nuovo articolo e si parla di Tess Holliday

      Elimina
  9. Vogliamo parlare di quelle che fanno tenere la canottiera anche con 35 all'ombra perché assorbe il sudore? Ma imbecille forte, sei furba così tuo figlio va in giro con una maglia bagnata sulla pancia che lo fa sudare, metti una maglia normale così non solo non suda, ma l'aria calda che gira lo asciuga!
    Io mamma scellerata che ha messo pantaloni corti al figlio già a fine marzo e tolta la canottiera a fine aprile. In Lombardia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa della canotta che assorbe il sudore mi ha sempre lasciato perplessa...

      Elimina
  10. Ciao mi chiamo Cristina e sono una "riguardante".
    Sarebbe confortante organizzare un gruppo di "riguardanti anonime" che, però, hanno la ferma volontà di uscirne!
    Ho riso troppo e mi sono riconosciuta in pieno ma, scherzi a parte, sto lavorando molto su me stessa per scacciare molte mischiate inutili dalla mia testa per la gioia di mia figlia.
    Baci a tutte
    Cristina

    RispondiElimina
  11. Io sono il contrario della riguardante e ho in famiglia una riguardante...figlio sempre coperto, tutti osano stare solo in maglia leggera anche se a maniche lunghe per una giornata primaverile e qualcuno azzarda la manica corta... ma lui ha sopra anche il gilet di lana il berretto e la sciarpina. Nello stesso momento mio figlio invece sta per azzardare la manica corta. E ogni giorno lo misura e dice 'eh oggi non è in forma'. Che ridere........ :-D Scherzi a parte, ci vuole una mezza misura....

    RispondiElimina
  12. Ah ah ah. No, dai, conoscete mia suocera vero? E' quella signora che ha la canottiera e i collant anche il 15 d'agosto al mare, che con 35 gradi all'ombra sia mai si alzi un po' di brezzolina è un attimo prendersi un malanno. Immaginate come concia mia figlia quando devo lasciargliela, povera creatura. Purtroppo mio marito è vissuto riguardato per anni e ancora oggi quando si azzarda con molta cautela a togliere la canottiera si prende i rimbrotti di sua madre:" ma sei mattooooo? Se passi in mezzo alla corrente senza accorgertene ti si blocca la digestioneeee. " No, cara, la digestione gli si blocca perché tu incurante del fatto che lui viva benissimo a calorie ridotte ti ostini a cucinargli e obbligarlo a mangiare pasti da grosso e grasso matrimonio greco! Emy

    RispondiElimina
  13. ahahahaha
    Rido, cos'altro c'è da fare? Questi sono i figli che andranno via di casa appena ne avranno possibilità.... ma se non li fai prendere neppure un raffreddore come pensi che affronterà la vita vera? quella che sta la fuori? tra ventate, nevicate e temporali? come pensi che supererà tutte le situazioni che li capiteranno nel corso della vita se non lo porti fuori perchè ha tossito 3 volte?

    RispondiElimina
  14. Che ridere!!!! Il problema è che esistono eccome! La mia vicina di casa porta la sciarpina per lei e la figlia anche a 40°, le urla dietro di mettersela e la bimba fa di tutto per non farsela mettere ma quella insiste. Tutto il giorno una lotta continua tra felpe,sciarpine, canottiere della salute! Ovviamente ha ragione la bambina anche perchè poverina si muove, corre, suda e HA CALDO! Barbara

    RispondiElimina
  15. Troppo ridere, le vedo anche io le mamme che vengono a prendere i figli all'asilo e fanno mettere loro il giubbino anche se ci sono 30° e li dovranno caricare su una macchina dove farà ancora più caldo!
    Io decisamente più rilassata, tanto non stanno mai fermi, nemmeno quando sono malati..

    RispondiElimina
  16. ahahah è la fenomenologia di mia madre!!! ahahahah!! Bè, a dire il vero, quando tossisce anch'io c'ho subito l'ansia...mmmmmmm....mi sa che mi ha trasmesso un po' di paranoie da riguardante ;)

    RispondiElimina
  17. Mio figlio sabato sera è caduto(o meglio si è buttato) dentro la fontana con scarpe e calze! Ha passato il resto della serata a piedi nudi per il paese...

    RispondiElimina
  18. Vogliamo parlare dei papà riguardanti?
    Figli a loro volta di madri (adesso nonne) riguardanti di solito vivono in coppia con una mamma che al primo pallido sole primaverile va a comprare i sandaletti nuovi ai pargoli (da leggere immaginando come colonna sonora la sigla di Super Quark)

    RispondiElimina
  19. Io per i vestiti sono un po' riguardante, non so perché. Su di me per niente, tranne che metto sempre sciarpe o foulard, odio il collo scoperto, soprattutto nella ventosa Parigi. Ma poi vado in giro a pancia scoperta in inverno... E alle mie bambine faccio fare un po' quello che preferiscono... tranne scoprire il collo :D

    RispondiElimina
  20. Ciao a tutte! È la prima volta che scrivo, ma vi leggo da quasi un anno, ovvero da quando è nata mia figlia e mi chiudevo in bagno con la scusa della pipì, ci stavo 35 minuti a leggere il blog e pensavo "Non sono sola".
    Non così rompiballe, ma un po’ riguardante lo sono anch’io. Del tipo che se ho in braccio mia figlia non apro la porta del frigo per paura che prenda freddo. Del resto, anch’io davanti al reparto formaggi del supermercato, mi metto la sciarpa. Forse sono solo anziana dentro.

    RispondiElimina
  21. No scusate ma questa proprio la devo commentare... esiste l'antiriguardata? Si, sono io, quella che va a prendere al nido la pargola senza ombrello proprio quando esplode un temporale estivo, e alla materna la aspettano il bimbo e tutte le maestre, perchè ha scelto proprio il giorno della riunione riunione preingresso, e quindi non può attendere che spiova, si chiama abbandono di minore.... alla faccia dei riguardi.
    Quindi si presenta fradicia, con bimba fradicia al seguito, bimbo asciutto solo perchè non ha messo piede fuori dalla scuola e maestre che osservano.... bollata dal giorno 1.. e sono pure psicologa.. già lo so che mi ameranno un sacco!

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...