Fenomenologia della mamma: la rosicona

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
La rosicona è quella mamma che ha dei figli normalissimi. Anzi, a volte possono anche eccellere in qualcosa, non importa. Perché in ogni caso lei passerà il suo tempo a studiare cosa fanno gli altri. E che sia o meno vostra amica, a qualsiasi vostro racconto, lei rosicherà. 
Rosica quando le dite che vostro figlio dorme, e trova mille scuse per giustificare il suo che non lo fa. Spesso scuse che tendono a descriverlo come una specie di fenomeno, del tipo oh, lui fa tutto questo, mica potrà anche dormire!
La rosicona ha la tendenza a parlar male degli altri. Troppo faticoso pensar per sé e cercare di migliorarsi. Tuo figlio sa leggere e scrivere a 5 anni? Per forza, non gli fai vivere la sua infanzia, lo tieni in casa e lo obblighi ad esercitarsi. 
La rosicona non ti dice mai “wow, che bello, Bravo!”, no lei cambia discorso. 
Sai, mio figlio ha imparato a nuotare!

Ma ti trovo ingrassata, piuttosto.
Se voi comprate qualcosa per vostra figlia, siate sicuri che lei voleva comprarla prima di voi. Ma siccome voi le leggete nella mente, l’avete anticipata. E rosica.
E per giustificare la vostra taglia 38, finge interesse dicendovi che sicuramente avete un problema e dovete farvi vedere.
La rosicona estende quindi ad ogni ambito il suo essere. Rosicherà per il. Vostro lavoro, per le vostre vacanze, per come vi vestite e per come parlate. Rosicherà tutta la sua vita crescendo dei piccoli rosiconi che, a nemmeno 6 anni, già si sentono in competizione col vicino di banco.
Cara rosicona, smetti di occuparti della vita degli altri e inizia a vivere la tua, ti accorgerai di molte cose, e magari ti darai pure una svegliata. 
Tags from the story
Written By
More from Anya

Queste incredibili storie di pannolino

Share this... Recentemente, mi è successo di assistere ad una chiacchierata di...
Read More

18 Comments

  • La rosicona può anche sbatterti la porta in faccia se, da coetanea, batti sul tempo il pargolo in qualsiasi cosa… Successo a me… che gente piccola che c'è nel mondo!

    Nanna

    • Ma davvero!
      Ci vuole del buon tempo per poterlo buttare ad osservare e rosicare!
      Io tempo ne ho sempre poco e preferisco investirlo in altro.
      Questa delle rosicone è una categoria che non capirò mai.

  • Io ne conosco una! Rosica per tutto e potrebbe pure evitare ma non ce la fa proprio, sempre in competizione con gli altri! La figlia è uguale, deve avere tutto quello che hanno gli altri anche se sono cose che non le piacciono. Urla, sbraita, offende e picchia per avere e non ha nemmeno sei anni! Non è bello vedere quel disagio così forte su una bambina.
    Barbara
    Barbara

  • Il tratto tipico della rosicona social è che sbatte di ogni cagata del figlio su Facebook esigendo tributi e attestati di genialità (ha messo il primo dente e ha solo tre mesi, come è precoce e geniale! Guardate come è bravo a suonare la batteria a soli due anni, è un genio a pestare sui tamburi. Ah no, gli altri bambini non suonano come lui, loro fanno rumore e basta!) E via dicendo.
    Ovviamente ignorano la felicità e l'orgoglio altrui per il figlio che legge, nuota, cammina, se tutto ciò avviene prima agli altri figli. Tristezza infinita.

  • Una volta una Rosicona ha assistito a una signora che faceva dei complimenti a mio figlio; uno dei complimenti era "ha gli occhi chiari, che belli!". Prima ancora che io riuscissi a dire "grazie", interviene lei, con voce sprezzante e sguardo schifato, che esclama" ma sono gli occhi del latte..". E ridacchiava anche come un'idiota perchè il mio pupo è un pupone ciccioso e la signora in questione si è stupita quando le ho detto di quanti mesi fosse..quel ridacchiamento da presa per il culo come a dire "mio dio, che grasso". Ho capito che le sto sulle balle da quando sono nata e non accetta che a mio figlio spesso siano fatti complimenti e farà evidentemente confronti col suo, però dai..è un bambino e pure tu ne hai uno, dovresti essere felice di questo e basta!! Pensate che non l'ha mai degnato di uno sguardo e nemmeno di un saluto quando ho la sfiga di incontrarla..mah..la maternità non cambia proprio le persone!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *