venerdì 19 giugno 2015

La sessualità dei nostri figli

L'amore a 5 anni: il babbo e tante farfalle.


Alzi la mano chi ha una figlia femmina e non ha mai sentito dire dal padre: mia figlia non uscirà fino ai 30 anni. 

Se.

Vi piacerebbe.

Vi piaceva anche quando convincevate la vostra fidanzatina di turno a saltare la scuola per andare a fare petting. 

Ecco, uguale uguale.

Solo che prima, molto prima.

I nostri figli stanno crescendo ad una velocità incredibile. 

La P1, ancor prima di compiere 5 anni, mi ha chiesto a cosa serve QUELLA fessurina. 

Una cosina facile facile a cui rispondere appena rientrata dal lavoro, una sera come tante altre.

Qualche giorno dopo, mentre andavamo a cena da una mia amica incinta di due gemelli, mi ha chiesto come avesse fatto ad uscire dalla mia pancia.

Eh. 

Pochi secondi.

Ti fingi distratta per prendere tempo.

Allora mamma??


Eh, P1, sai che ti ho detto a cosa serve quella fessurina, no?

Ma è troppo piccola.

Oh, amore mio.

Cosa si fa quando i figli iniziano a interrogarsi su queste cose presto, troppo presto? (Ma anche dopo, eh)

I miei non hanno mai parlato di sesso in casa, almeno finché non sono diventata adulta. Ma non ne facevano neanche tabù

Mia mamma, venuta da un paesino sperduto e da una famiglia numerosa e molto povera, non era certo una donna "vissuta", in quel senso.
Ma a dispetto di quel che si può pensare, non ci ha mai nascosto nulla. Ci ha sempre spiegato tutto, sulle malattie, i rischi, le gravidanze. Ha risposto alle nostre domande senza mai aggiungere cose in più. E poi c'erano i libri.

Ricordo che avevamo una collezione sulla famiglia, in parte molto cattolica (il matrimonio), in parte molto scientifica (la vita sessuale).

Avete presente Masters & Johnson? Ecco, loro due. Avrò avuto 12 anni e me lo sono letto tutto, di nascosto (almeno così pensavo), scoprendo tutto sull'anatomia, il piacere, i meccanismi, i rischi. E ho imparato quello che c'era da imparare. 

E ora? A che età le P avranno voglia di scoprire tutto? Non so se certe domande siano "normali" per 5 anni. 

Ma so che non mentirò. Non evaderò. 

Spiegherò quello che c'è da spiegare, scientificamente

Non voglio portare il sesso in casa, ma non voglio nemmeno che diventi un tabù che poi vorranno scoprire chissà come.

Ragazze, oggi c'è internet. Ci pensate? 

Magari mi procuro un'altra copia de L'atto sessuale nell'uomo e nella donna


Fatto.



Ordinata.



Ricevuta.



Celo.

Se ha risposto alle mie (tantissime) domande, nutro grandi aspettative. 

Magari Masters of Sex me lo tengo per me, per ora.

E voi, come farete (o fate)?

7 commenti:

  1. La mia piccolina compie tre anni fra un mese, e mi chiede sempre di raccontarle la sua storia. Ancora non entro nei dettagli, però lei sa che in una bella giornata di sole babbo e mamma si sono fatti tante coccole, e babbo ha messo un semino nel corpicino di mamma, lì il semino ha trovato un pallino, poi si sono formati tanti pallini che si chiamano cellule, sempre di più, poi tutte queste cellule hanno preso la forma di una bambina etc etc. Ancora non mi ha chiesto il come si inseriscono i semini, ma quando succederà cercherò di spiegarlo senza troppi tabù ma forse senza nemmeno scendere troppo nei dettagli. Dirò che i semini si trovano nel pisellino di babbo e che entrano nel corpicino di mamma grazie ad una porticina che si trova nella farfallina. Tutto ovviamente finisce per ino e ina. Raccontero' tutto con la stessa spontaneità con la quale posso raccontare la favola del lupo e i sette capretti. Nessun tabù!!

    Martina

    RispondiElimina
  2. Con mio figlio - molto più grande ma anche un pò tontolone - ne abbiamo parlato giusto una settimana fa.
    Non è andata male: pensavo ad un imbarazzo maggiore....il mio!!!
    Ne ho scritto per prendermi appunti, così quando il discorso salterà nuovamante fuori, con gli altri figli, mi troveranno più preparata.
    Se poi il loro papà volesse collaborare, sarebbe cosa gradita.
    Impe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta spettava ai padri l'educazione sessuale dei maschi.
      Qualcosa mi dice che se ce ne occupiamo ANCHE noi non sarà un male per nessuno...

      Elimina
  3. Allora, le differenze tra maschi e femmine le hanno imparate sia al nido, sia osservando i cani di casa, sia quando a volte, fanno la doccia con il babbo.
    Da dove escono i bambini lo sanno, una volta per sbaglio hanno visto 24 ore in sala parto (nel senso che loro han messo su real time giusto al momento del termine della fase espulsiva... recuperato il telecomando e cambiato si era scatenato l'inferno, quindi abbiamo rimesso real time e loro erano tutte soddisfatte perché così sapevano come erano nate).
    Domande imbarazzanti per ora non ne hanno fatte, sanno che da grandi le femmine "perdono sangue ogni tanto" (parole loro) ma hanno già detto che loro non vogliono (sì, sì, aspetta e spera).
    Stamani mi hanno chiesto se il latte ce lo hanno sempre le mamme o no. Così, mentre le vestivo.
    Di solito rispondo in modo semplice e (spero) chiaro.
    Più avanti... si vedrà ;) Nanna

    RispondiElimina
  4. Mia figlia me l'ha chiesto che aveva 3 anni, mio figlio due in più. La zia era incinta e per forza di cose la curiosità era naturale, mai nascosto nulla. Ho preso anch'io un libro per spiegare loro come sono nati. Per ora sono tranquilli così, più avanti quando mi faranno altre domande risponderò. Anche mia madre non ci ha mai nascosto niente :)

    RispondiElimina
  5. Comunque la P1...paura! Io di QUELLA fessurina mi sono accorta quando qualche mia amica cominciava ad usarla... :p
    Pora me...che patata lessa!

    RispondiElimina
  6. Figlia quasi duenne.
    'Il pulcino esce dall'uovo. Ma come ci è entrato?'
    Io speravo di avere più tempo... Fortunatamente sono riuscita a raggirarla, ma mi devo preparare un discorso qualsiasi per quando mi farà domande specifiche sulla riproduzione umana!
    L'ansia e il disagio.

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...