mercoledì 22 luglio 2015

Aiuto, mio figlio è insensibile!

I miei figli non brillano per sensibilità.
Anzi, sono totalmente insensibili.
Diciamo che hanno il grado di empatia di Hannibal Lecter.



Qualche anno fa stavamo guardando Il Re Leone: non l'avevo mai visto nemmeno io, e alla morte del padre io piangevo come una vigna, Mirtillo sgranocchiava pop corn, il piccolo ... era piccolo, probabilmente saltellava nella sdraietta. Commozione? Macchè! Ma suvvia era piccino.

Poi è stata la volta di Bambi: muore la mamma, io in un mare di lacrime, loro non fanno una piega.

Era glaciale: anche qui muore la mamma del piccolo (e te pareva!), io devastata dai singhiozzi loro che se ne sbattono.

Nulla, nessuna canzone, film, pubblicità ha mai portato ad un minimo di commozione.
A parte una: il Tortoro inspiegabilmente piange alle note di "mamma son tanto felice". Ma credo sia più per come la canto io, in effetti.


Il mese scorso è morto il nostro amato gatto. Il più coccolone dei due che abbiamo: dormiva sul loro letto, si faceva coccolare, li cercava.

Loro erano dai nonni, e quando è stato ora di dirglielo ero angosciata, pensando a chissà quali traumi infantili.

Li faccio sedere vicino a me dicendo "bimbi, devo dirvi una cosa un po' triste..."
E già mi venivano i lucciconi.

Mirtillo mi chiede "è morto il papà?" con lo stesso tono che avrebbe usato per chiedermi se è ora della merenda.

Io allibita: "ma no Madonna!!! E vi direi 'un po' triste'???? E' morto Mimmo..."

Mirtillo "ah. Ma è vero? Vero verissimo? Voglio vederlo!"
E' seguita discussione sull'inopportunità di vederlo, ma poi il discorso è stato chiuso lì.
Tornati a casa, manco mezza domanda, ogni tanto lo nominano, ma davvero con totale tranquillità.

Quando vanno a pescare, non si scompongono minimamente per la povera trota o il povero verme, mentre io gli faccio pure il funerale.

Io piango anche davanti alla pubblicità Barilla, com'è che 'sti due sono totalmente insensibili?

Eppure sento tanti bimbi che si commuovono davanti a un cartone animato.
Loro addirittura mi sfottono "mamma, vieni a piangere, c'è la scena del papà Leone!!!"

Sono strani i miei, o l'empatia nasce più avanti?

Non ho una risposta.
Ho guardato in rete, pare che la vera empatia si sviluppi con il tempo, ma intorno ai 6/7 anni dovrebbero essere già empatici, credo.

Il concetto è: non piangere per un cartone animato, è indice di insensibilità?
Forse non piangere per il gatto già di più, anche se il piccolo non ha ben chiaro il concetto di morte, visto che un paio di volte ha detto "ok, Mimmo è morto, ma quando torna?".
Ma magari la vera empatia si riconosce da alte situazioni: ma quali?

Sono curiosa di conoscere le vostre esperienze!

14 commenti:

  1. Mio figlio aveva circa 4 anni e andava con mio padre in campagna a dar da mangiare ai polli. Una domenica ne mangiavamo uno cotto al forno con le patate e ho provato a vedere come reagiva, così ho chiesto: "Sai cosa stiamo mangiando?" e lui "Si, il pollo" "Ti ricordi i polli del nonno ai quali andavi a dare da mangiare?" e lui "Si" "Ecco, stiamo mangiando uno di quei polli" e attendevo la sceneggiata napulitana, invece lui serio ha staccato un pezzo dalla coscia e ha sentenziato "Mmmhh, sono buoni, i polli del nonno!" Ecco, evviva l'empatia. Poi però a 8 anni e mezzo è rimasto turbato dalla morte del pesce rosso e diventa isterico se il cane corre per recuperare un pezzo di uovo di Pasqua, perchè sa che il cane non deve mangiare la cioccolata. Dai, crescendo migliorano quasi tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi, mi hai fatto ricordare una scena analoga sui conigli. Dai, speriamo allora che migliorino con il tempo!

      Elimina
  2. Mamma vieni a piangere...fantastici 😂😂😂 non saranno sensibili ma non gli manca la simpatia!!! 😁

    RispondiElimina
  3. Ed io che mi preoccupo del mio cinquenne a cui vengono i lucciconi agli occhi quando gli racconto la storia della sua mamma-che-da-bambina-ha-visto-volare-via-il-proprio-palloncino-e-ci-è-rimasta-parecchio-male...

    che si rifiuta di vedere i film Disney perchè cominciano quasi sempre con qualcuno dei genitori che muore...

    M.

    RispondiElimina
  4. Ciao...ti ho scoperto digitando sul web "Blog di mamme"...perchè sai, con 3 bimbi piccoli, ho bisogno di condividere...
    Questo post mi ha fatto morire dal ridere...Sei forte...
    Per quanto riguarda ciò che domandi...beh non saprei...il mio grande (5anni) sembra sempre dispiaciuto se qualcuno fà male a questo o a quell'animale ma poi appena vede una formica o un ragnetto...è subito pronto a farne frittate (e io che cerco disperatamente di insegnargli ad amare la natura!!). Ma oggi, per es, tenendo per mano il fratellino di 2 anni e 3 mesimad una velocità folle questo si è inciampato e ha sbattuto la faccia contro la parte dura del divano. Lui è scappatao a piangere sotto il letto e più tardi mi ha confessato di essersi molto preoccupato per il fratellino.....Chissà...forse la speranza è l'ultima a morire anche in questo campo
    un abbraccio
    Lilly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che dolce! Sono felice che tu sia capitata qui, fatti un giretto nel blog quando hai tempo, di post arretrati ne hai parecchi!!! ;-P

      Elimina
  5. Secondo me i bimbi si, che possono essere sensibili o insensibili... la mia duenne fa parte della seconda categoria o_o" la cuginetta di sette mesi più grande non vuole guardare il video del pulcino pio perché piange quando lo schiacciano, lei invece vuole subito saltare alla parte con il trattore :-O
    Forse ora che ci penso più che insensibile è sadica!!
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahha, poverina! (ma in effetti, pure i miei eh)

      Elimina
  6. Mah, i bambini sono stranini a volte. L'altro giorno, per dire, la mia treenne si è svegliata dalla nanna pomeridiana e mi è piombata in camera mentre stavo guardando una scena cruenta di una serie Tv sui Vichinghi e già mi immaginavo lunghe sedute di psicoterapia per farle superare il trauma, invece ha iniziato a saltellare dicendo "Mamma che bello, guarda come si picchiano!! Si staccano anche le teste". Quando ho girato su yoyo si è risentita. E allora ho iniziato a pensare che le sedute di terapia ci stavano tutte, ma per altri motivi. Ma quella sera in cui mio marito le ha incidentalmente detto che da piccolo non aveva una cameretta sua,lei ha iniziato a singhiozzare, disperata. Diciamo che non è insensibile, è sensibile a modo suo. Diversamente sensibile, insomma. Emy

    RispondiElimina
  7. Io ne ho due, una di quasi 5 anni e l'altra di 18 mesi. La 18mesenne è empatica quanto un trattore, gliene frega niente. Se la sorella si sfracella e piange ride pure. Ride tanto anche a guardare paperissima e la gente che si schianta.
    La prima invece è da sempre molto empatica ma solo nelle cose che la interessano. Riesce tranquillamente ad addormentarsi mentre io sto guardando grey's anatomy o chicago fire perchè gliene frega meno di niente di gente che si schianta in macchina e viene operata. O forse perchè le ho detto che sono attori ed è tutto finto... In compenso già a 10-11 mesi consolava i coetanei se li vedeva piangere e i cartoni disney la fanno impanicare. Mai visto un cartone per più di 10 minuti, appena scappa o muore qualcuno scoppia a piangere e mi fa spegnere tutto. Da sempre. Se guardiamo paperissima ogni 2 schianti chiede se il tipo nel filmato si è fatto male.
    Poi mesi fa è morto mio nonno e non ha fatto una piega. O_o
    Io gliel'ho detto due settimane dopo, in modo da parlargliene serena e tranquilla, cmq sapeva che stava male da tempo. Prima lo vedeva 1 volta al mese circa perchè abitiamo distanti e da mesi non lo vedeva neanche più perchè era ricoverato in reparti non consoni ai bambini... Ma l'ha presa come una cosa normale. Mi ha solo chiesto se poi doveva morire anche lei e che non voleva e io le ho detto che sarebbe successo solo quando sarebbe diventata vecchia vecchia come il nonno bis e le ho fatto l'elenco di tutte le scuole e poi le cose avrebbe fatto nel frattempo per farle capire quanto tempo sarebbe passato. Ha capito che era davvero tantissimo e mi ha risposto "allora la prossima che muore è la nonna bis che è già vecchia vecchia pure lei?". Ehhhmmmmmmm si amore, si spera tra un bel po' comunque... visto che al momento sta benissimo... argomento chiuso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'argomento morte è sempre particolare: i miei passano dal totale distacco alla paranoia. A volte piangono dicendo che non vogliono morire, mentre stamattina il grande mi ha detto "vabbè, se muoio sotto la macchina vado al telegiornale" OO. Piccoli tronisti crescono?

      Elimina
  8. Mi hai fatto morire 😀😀😀 la vera empatia si prova piuavanti ! X ora le mie si dispiacciono o gioiscono in determinate situazioni , ecco ti direi che sono " partecipative " . Più avanti magri cambiano... Imprevedibilità dell essere umano 😉

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...