mercoledì 8 luglio 2015

Donne che ci piacciono: Sara di CashmereFolie.com

Come vi avevamo promesso, le nostre interviste a donne che ci piacciono, che hanno idee, si inventano e reinventano, continuano. Dopo Elisabetta e Marine, ecco che tocca a Sara, creatrice di cashmerefolie.com. Buona scoperta!

Sara, parlaci di te : chi sei, cosa fai nella vita, quali sono i tuoi sogni

Fondamentalmente sono un'artigiana che è diventata mamma negli ultimi anni...
Cerco di dividermi tra il lavoro e la mia famiglia togliendo il meno possibile ad entrambe le cose. Il mio lavoro è fare-le-maglie, lo faccio da quando ero ragazzina e tornavo a casa da scuola perché i miei genitori avevano un laboratorio di maglieria e in questa realtà sono cresciuta. Adoro il mio lavoro ma anche la vita più tranquilla del "fuori città" cosi per un paio di anni ho fatto la pendolare tra Milano e il luogo in cui vivevo. Adesso vivo dove volevo ed ho aperto il mio laboratorio.
Il mio sogno più grande adesso è di trovare uno stabile equilibrio tra lavoro e famiglia...

Come hai avuto l’idea di lanciare un’attività in proprio?

Dopo un paio di anni di vita da pendolare non me la sono più sentita di occupare così tanto tempo sui treni o in auto. Nel frattempo sentivo anche il desiderio di avere una famiglia (bambini) e trasferirci in città era assolutamente impossibile per la nostra idea di vita futura. Così, quasi per caso, ho trovato un posto adatto a diventare il "mio" laboratorio. È stato abbastanza naturale organizzare lo spostamento di una parte del laboratorio di mio papà (in cui lavoravo) e riorganizzarmi. Mentre traslocavo ho scoperto di aspettare un bebè...
La bellezza del lavoro in proprio è la possibilità di fare orari ad hoc. Io per esempio, per poter stare un paio di ore in più con le bambine, vado al lavoro all'alba con la piccola (che allatto) e così al pomeriggio sono più tranquilla e posso tornare a casa un po' prima. Certo... in certi periodi i pensieri te li porti a casa e magari non ci dormi la notte però non si può avere tutto!

Perché la “maglia”?

Non so se avete idea di quando fai una cosa e ti sembra di averla sempre fatta... come quando sei in confidenza con qualcuno e ti basta uno scambio di sguardi per capire quello che pensa... ecco... per me la maglia è questo. Non so se sia perché quando ero piccola dormivo nei carrelli pieni di capi da cucire, non so se sia perché è sempre stato quello che ho visto fare... il fatto è che partire da una rocca di filo e tirare fuori la maglia che voglio e come la voglio mi da una soddisfazione incredibile! E mentre faccio un maglione a volte mi fermo un attimo e mi piace pensare che quando qualcuno lo indosserà magari starà vivendo momenti importanti o significativi della propria vita. E quel capo l'ho fatto tutto io. Questo mi affascina.

A chi ti rivolgi e cosa si può trovare su www.cashmerefolie.com?

Il sito è nato quando mi sono io stessa resa conto che lo shopping online è davvero comodo. Ho navigato per giorni per farmi un'idea di quello che già c'era di simile a quello che avevo in mente e poi piano piano l'idea ha preso forma e il sito è partito. Sul sito ci sono capi in cashmere ma anche in lino e cotone. Sicuramente i prezzi sono molto più bassi rispetto ai negozi che vendono prodotti di pari qualità e tutto è fatto su ordinazione. Davvero al 100% "made in Italy" e artigianalmente. Funziona così: quando ricevo l' ordine procuro il filato (a meno che ci sia già in magazzino), realizzo il capo e poi spedisco. Mi piace sapere se chi ha comprato qualcosa è soddisfatto quindi, dopo aver spedito, chiedo con una mail se è contento del proprio acquisto. Ho sempre realizzato capi da donna e da uomo ma negli ultimi anni ho lavorato con clienti che facevano maglieria per bambino quindi, dopo aver fatto un pò di pratica e dopo aver vestito le mie bambine (che nel frattempo sono diventate due), ho inserito sul sito anche il bambino. È sempre tutto molto semplice e comodo... e sperimentato!

Hai trovato difficoltà nel lanciare la tua attività?

Non insormontabili... a livello burocratico sono stata seguita dalla Confartigianato che mi ha aiutata a far partire il tutto. Poi la difficoltà piu grossa è stata trovare i canali giusti per riuscire a vendere online. Questo è comunque un "lavoro" che necessita di un impegno quasi giornaliero. Foto, inserimento prodotti, contatti, newsletter, offerte speciali...

Pensi che l’Italia sia un paese in cui le donne possano mettere in pratica le proprie idee imprenditoriali facendone un vero business?

Questa èuna domanda a cui posso rispondere solo in parte. Che io sappia non ci sono aiuti e facilitazioni davvero accessibili e concreti per le donne e soprattutto per le mamme. Ho sentito parlare di aiuti per le donne, per le giovani, ma a dire la verità credo esistano solo in cartolina!! Per quanto mi riguarda non posso ancora fare un bilancio per la mia particolare situazione perché il mio lavoro è stato rallentato dall arrivo delle mie bimbe. Certo è che si pagano molte tasse. Nonostante il lavoro sia rallentato!!

Cosa consiglieresti a chi, come te, ha un sogno e vuole realizzarlo?

Di buttarcisi a capofitto e non arrendersi. Il lavoro è una parte che occupa una buona parte della nostra vita e farne uno che non ci piace e non ci soddisfa deve essere molto difficile... Certo è che ci vogliono impegno, coraggio e perseveranza! Ma secondo me ne vale la pena!!

Per approfittare delle bellissime creazioni di Sara avete un codice sconto tutto per voi: 



E se avete altre storie da raccontarci... Scriveteci! 50sfumaturedimamma@gmail.com

3 commenti:

  1. Che romantica questa cosa di pensare non solo al prodotto, ma anche a cosa significherà per la persona che lo indosserà! Mi piace, brava brava!

    RispondiElimina
  2. Bello, è successo anche a me di trovare il laboratorio perfetto per la mia attività artigianale e scoprire di essere incinta la settimana dopo! Adesso sono al sesto mese ... e un po' preoccupata, spero di aver fatto la scelta giusta :-)
    Elisa

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...