Mamme blogger che diventano fashion blogger: ovvero viva le pance piatte

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Comunque bruuuuuutte le San Blas.
Tempo di vacanze. Tempo di costumi. Brutti, peraltro.
Molte di voi saranno ancora in ferie, molte altre saranno
già tornate in ufficio, o a casa, ma comunque ciao ciao vacanze. E cosa c’è di
peggio?
Aprire Instagram.
Perché? Perché ci mancano le spiagge candide e i cocktail al
tramonto?
Perché non c’abbiamo i soldi per andare a Bora Bora?
No no. Perché ci sono loro, 

le blogger.
Soprattutto, le mamme blogger.
Che pare vivano per questo momento. Siccome loro di lavoro
sono blogger, mica sticazzi, è importantissimo che abbiano una certa immagine.
Perché mica vorranno coinvolgere le persone scrivendo cose interessanti? Ma va’!
Come siete antiche!
No, loro le coinvolgono a colpi di rosicamento.
Con le loro foto.
NATURALISSIME.

Per esempio mi è capitato di vederne una che, un tempo, mi
faceva anche ridere. Tra un po’ si cacava addosso per tenere in dentro la
pancia e in fuori il culo, nell’ennesima foto patinata. Lo sforzo era tale che
sul viso aveva un’espressione misto orgasmica/diarroica.
Che io dico. Eri tanto carina quando ti facevi i selfie e ti
prendevi in giro. Perché adesso fai come le fashion blogger? Perché ti venga
detto che hai la pancia piatta? Come sei magra? Cavolo quanto sei bona?
Può essere. Io in fondo le foto le pubblico per quello (colbidone, ché io ho classe)! E probabilmente scrivo pure male.
Poi c’è quella che ci propone foto di lei in qualsiasi modo.
Un po’ la pancia in dentro ce la mette e non c’è mica niente di male, ma un
selfie qui un selfie là, tra le gambe wurstel (avrete sicuramente visto le
prese per il culo di quelle che si fanno le foto sul lettino con le gambe
piegate che sembrano due salsicce unte… le avete fatte anche voi, eh?) e il
no make up, almeno ci evita la faccia orgasmica e sorride. Ci piace. C’è chi
con le foto della qualunque ci va avanti, e allora va bene così.
Potrei continuare (certo, inserendomi anch’io nella lista).
Oh, guardate che bello specchio! E tac, gambe di due km
secche come grissini.
Finalmente un po’ di abbronzatura anch’io! E giù addominali
a tartaruga.
Ma mi stavo chiedendo: da quando le mamme blogger (uuuuuuh,
blogger, #èperlavoro! Ma va’ cagher) si sono trasformate in fashion blogger /
sono fighissima dovete seguirmi perché ho la pancia piatta?
Ma secondo voi, hanno ingaggiato un fotografo
professionista?
Girano con le luci e i pannelli?
Quanti scatti scartano?
Si mettono a dieta per pubblicare le foto su Instagram?
Ma se invece scrivessero? No
eh? Perché se vogliono, sanno farlo, e ci garbano! Altrimenti non le
seguiremmo, no?
Ciao amiche, sono tornata, sempre più acida (e molto bella,
certo). Mi volete bene uguale, vero?

PS Questa è una lettura da ombrellone. E anche una
scrittura. Fatevi due risate e peace & love. E ora corro a rosicare su
Instagram
(e a pubblicare foto da rosico, tanto lo sapete che son così, e
concedetemelo: a Parigi ci sono 20 gradi, bastardi).
Tags from the story
Written By
More from Anya

Di feste della scuola, permissivismo e cafonazzi

Share this... La settimana scorsa ho innescato una polemica, più o meno...
Read More

15 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *