venerdì 11 marzo 2016

Donne che ci piacciono: Amata e Claudia di Hipmums.it

sito vendita abiti usati


Come sapete ci piace farvi scoprire delle donne speciali, che non soltanto sono mamme incredibili, ma pure individui pieni di idee e di progetti. Fotografe, appassionate di cucito, esperte di matrimoni... A chi toccherà oggi?

Oggi vi presentiamo un progetto bellissimo, quello di due amiche che, guardandosi intorno, si sono rese conto di quanta roba ogni mamma collezioni per i propri figli per poi, un bel giorno, rendersi conto che non sa cosa farsene. Non è successo anche a voi di ritrovarvi con scatoloni pieni di vecchi vestiti e scarpe e giochi? Adesso sapete cosa farne, grazie a Amata e Claudia! 




Ragazze, parlateci di voi: chi siete, come vi siete conosciute e cosa fate nella vita

Siamo due amiche da dieci anni. Amata arriva dal mondo della moda e della stampa, Claudia da quello della Legge. Conosciute tramite amici comuni, o meglio, fidanzati amici, abbiamo avuto un colpo di fulmine l’una per l’altra. Testimoni di nozze l’una dell’altra. madrine delle figlie, nate nel corso dell’amicizia ormai diventata quasi sorellanza!

Come vi è venuta l'idea di creare HipMums?

I figli ci hanno cambiato la vita (Amata ha Tommaso di 7 anni e Maria di 3 mentre Claudia ha Anita di quasi 2 anni), ma soprattutto le priorità. Gli schemi lavorativi e gli orari serrati  ci hanno obbligate alla scelta: figli o lavoro. Al principio siamo state solo mamme ma per poco! Amata ha cominciato con un blog ironico e irriverente (blablababyblog.it) e poi è nata l’idea dell’usato per bambini con la nascita di Anita, a cui venivano passati molti capi di Maria ma anche di Tommaso. Tante nostre amiche si lamentavano del fatto di essere piene di vestiti inutilizzati. Abbiamo pensato che creare un sito (non un negozio, volutamente, per non essere segregate in una sola città – abbiamo infatti clienti in tutta Italia) accattivante e curato, dove mettere in vendita tutto ciò che le mamme tengono chiuso in un armadio per pigrizia, fosse una buona idea! E così è stato. Prima le nostre amiche, poi il passaparola generale e tante mamme ci hanno affidato i loro capi. Perché non guadagnare qualche soldino comodamente da casa senza alcuno sforzo, dando una “second chance” agli abiti che non hanno appieno goduto di una prima “vita”?

sito vendita abiti usati


Più difficile vendere: il concetto di usato e a volte anche di acquisto online è complicato per molte mamme. Ma noi siamo sempre a disposizione per chiarimenti e per ascoltare le loro perplessità.

A chi è rivolto HipMums?

A tutte le mamme che non amano lo spreco e che pensano sia intelligente provare a “rimettere sul mercato” capi ancora in ottimo stato, accessori perfetti, vestiti premaman che altrimenti starebbero ad ammuffire in un armadio. 

vestiti usati per bambini

vendita abiti usati bambino


Non pensate che ci possa essere del pregiudizio verso un'attività del genere?

Perché? Non abbiamo mai pensato a questa cosa. Non lucriamo certo sui vestiti delle mamme! La metà del ricavato va a coprire le spese: per ora non guadagniamo nulla. Diamo la possibilità alle mamme di svuotare i loro armadi, di guadagnare qualcosina e di lasciare in beneficenza ciò che non è vendibile e anche l’invenduto a fine contratto con HipMums. Il mercato dell’usato in Italia è in espansione, così come gli ecommerce. Non facciamo nulla di diverso da tanti altri. Anzi di base abbiamo la convinzione di fare qualcosa di buono e utile se no non andremmo nemmeno avanti con questo lavoro.
In un anno e mezzo abbiamo donato almeno 1500 capi e accessori. Solo nel mese di Febbraio sono andati in beneficenza 350 capi e 5 accessori importanti. In questo modo avviciniamo le mamme alla Charity per bambini e non solo e diamo visibilità a Enti e Onlus che ne hanno bisogno.

Perché le mamme dovrebbero comprare e/o vendere su HipMums?

Perché i capi sono super selezionati e seguono uno stile e non i brand. Perché vendere è divertente: con zero sforzo si vedono i propri capi online in pochi giorni e si seguono le vendite con emozione: il pensiero di base è che qualche altro bambino sarà felice con i capi che il tuo magari ha poco utilizzato (o mai, dato che abbiamo tanti capi ancora nuovi con cartellino).

Quali sono i vantaggi di essere su HipMums?

Uno stile unico e una visibilità social molto alta. E’ l’unico sito online di vendita dell’usato bambini e premaman, o perlomeno, l’unico curato nei dettagli, che segue delle scelte logiche e che dà molto spazio e spinge su beneficenza e charity. Facciamo tutto in prima persona: appuntamenti, fotografie, messa online dei prodotti. Gestiamo tutti i social e il poco marketing che riusciamo a fare. Ma siamo soddisfatte e tutte le nostre “venditrici” sono felici del servizio (guardate i commenti su sito, Facebook e sul nostro DIARIO) così come le clienti che dopo il primo acquisto ci scrivono entusiaste e continuano ad acquistare

usato rigenerato per bambini


Tornando a voi, è stato difficile lanciarsi in questa attivita?

E’ stata un’idea facile e spontanea che si è scontrata con la burocrazia italiana (anche se grazie al passato di Claudia nell’ambito legislativo siamo riuscite a fare tutto senza errori), i finanziamenti inesistenti, le spese altissime, le tasse. Come ama dire Claudia “lavoriamo per la gloria” ma lo facciamo volentieri perché ogni commento positivo, ogni complimento, il sorriso dei volontari delle onlus a cui doniamo, le telefonate e le mail delle clienti soddisfatte, ci danno la carica per andare avanti!
Abbiamo imparato mestieri prima lontanissimi da noi: dalla creazione di un sito, al fotografare i vestiti, dalla comunicazione (anche se Amata aveva contatti con la stampa dato il suo lavoro passato) alla gestione di un magazzino. Newsletter, pubblicità, business plan e presentazioni… HipMums è anche una nostra crescita personale e professionale.

Cosa consigliereste alle donne che, come voi, vorrebbero mettere in pratica un progetto?

Avere una buona idea! E più di tutto consigliamo di non starci troppo a pensare e di partire! Ingranate la marcia e credeteci fino in fondo. Vi scontrerete con muri più grandi di voi ma ne uscirete illese. Perché se si crede in un progetto si va avanti e si trova sempre il modo di sbrogliare la matassa. Ovviamente prima qualche bel calcolo di spesa va fatto, ma non bisogna spaventarsi. Noi donne abbiamo una forza particolare e come dice una nostra amica, Federica Zagari del KikolleLab “La maternità rende creative”. E’ vero, anche l’essere donna. Il multitasking innato ci fa scrivere un’intervista con una mano mentre con l’altra scaldiamo il latte per i bambini e intanto chiamiamo lo spedizioniere al telefono! A volte l’obbligo di uscire dagli schemi ordinari casa-ufficio- ufficio-casa per via della volontà di essere più presenti con i propri figli, ci apre la mente. Per noi è stato così. Siamo spesso affaticate ma appagate.

Scoprite come vendere (o comprare!) i vostri capi su Hipmums.it!

3 commenti:

  1. Sono interessata a esportare questo progetto in Germania. Come vi contatto? Grazie (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessatissime! Chiamaci al 0039 335 8394831 o a info@hipmums.it
      Grazie !
      Amata

      Elimina
  2. Cara Maria chiamami a 00393358394831 o a info@hipmums.it

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...