La scelta del nome del bambino

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Poco dopo aver fatto pipi’ su un affare di plastica detto anche test di gravidanza che ti dice che “sì, bellezza, sei incinta“, il mondo ti attende per formulare una sola unica imprescindibile domanda.
 
Stai bene?
No, non quella.

Sei felice?
Ma mancopegnente!
 
Gliene frega una mazza a nessuno di voi, su!
 
Dal ragazzo che consegna la pizza,  al fruttivendolo,  alla cartolaia,  a qualunque parente dal primo al 58mo grado in linea collaterale, affini compresi, la domanda sarà una ed una sola:
 

Ma…
 
come lo chiamate questo bambino?
 

 
Interessa la risposta? Macché!
 
Interessa LA PROPOSTA che devono farvi.
 
I parenti trovano sempre un familiare di cui propinarvi il nome.
 
Perché non lo chiamate “Mario” come nonno, buon’anima? E se fosse femmina, perché non “Maria”, come nonna, buon’anim…no, aspe’, è viva…ma insomma…non credo quando nascerà…”.
 
Toccati.
 
“Se non avete ancora scelto…o se sì, fa niente…perché non “Crocifissa” come zia?”
 
Marò.
 
“E “Immacolata” come la prozia?
 
Immacolata, zia, perdonami, ma non è un nome, è una condanna!
 
“Avete pensato a “Bona”?”
 
No, mamma, guarda, se esce come me, con la quarta di tette e un culo sempre stato importante, poi non vive…fidati.
Tipo chiamarla “Bella” e poi è un cesso.
 
O “Chiara” o “Bianca” e poi è mora, occhi scuri e magari figlia di un Watusso…
 
Poi ci sono le proposte ottimistiche e che vi fanno intravedere un futuro roseo per il neonato che ancora deve arrivare.
 
Tipo questa, di mia madre:
 
“Che ne pensi di Anita?”
 
Mamma, ma non è il nome di quella cugina di nonna, assassinata con l’accetta dal marito?
 
“Eh…”
 
Eh, eh un cazzo, mamma!
 
Alessandra?
 
Come quella mia amica che si è buttata dal balcone a 15 anni?
Beh, ma era una brava ragazza…
Sì, pure Marina, morta a 25 dopo il parto…ma, ecco…magari anche no.
Peccato, pure quello era un bel nome…
 
I nomi belli, si sa, solo le buon anime, i vivi mai.
 
E buon anime con vita terribile e/o morte tragica, perché se un essere umano è stato felice, se lo scordano sempre tutti come si chiamava. 
 
E vogliamo parlare degli amanti dell’esotico?
 
Ci sono quelli dediti alle religioni o alla filosofia o, comunque, allo spirito:
 
Perché Andrea? Vi prego, no, chiamatelo con un nome particolare…
Mah, guarda, ormai Andrea è più particolare di Kevin, abbi pazienza…
Ma no, un nome indiano, come ho fatto io con mia figlia…vedi…
No, guarda…
Senti, senti: l’ho chiamata Raksha, significa “Protezione”. La prossima sarà Radha, che significa “Raggio di sole”, che nell’induismo era l’amata di Krishna…
 
Scusa, ma “Sole”… ti faceva cacare male?
 
E quelli dediti al trash, tipo Amici o altre amenità.
 
Che ne dici di Santiago?
E di Morgan?
E Barbara come Babbaradurso?
 
Non male, ma io preferisco “AprilabbustaMaria”.
 
Anche se…beh…lo ammetto…
 
“Mariaioesco” non ha ancora rivali per me.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Tags from the story
, , , ,
Written By
More from Klarissa

Fenomenologia della mamma: la Falsa Sapiente

Share this... immagine presa dal web La Falsa Sapiente trae la sua...
Read More

42 Comments

  • Per un periodo mi era balenato Flaminia. Poi mio marito ha ribattuto con "No, dai, chiamiamola Postumia. Anzi, Salaria. Meglio ancora, GRA: Grande Raccordo Anulare".
    Fu così che vide la luce la banalissima e sempreverde Giulia.

  • E' troppo vero!!! Qualsiasi nome tu e il tuo compagno abbiate deciso, non andrà mai bene.. ma perchè non XXX??? Dai, anche YYYY non è male.. MA ANCHE NO!!!! 😛

    io e mio marito alla fine abbiamo scelto 2 nomi semplici, italiani e che piacessero a NOI!! Anzi, il nome della seconda bimba, lo abbiamo scelto anche con l'aiuto della sorella 😉

  • Mariaioesco è fantastico 😀 😀 😀 Anche a me piaceva Andrea per la nostra piccola, poi il papà si è fatto assalire dai dubbi! E' arrivata Caterina ^__^
    Comunque sì, ogni persona che incontravo mi chiedeva questo benedetto nome…e noi lo abbiamo deciso mentre correvamo al pronto soccorso dopo che mi si erano rotte le acque!!!!!

  • Un mio ex collega ha chiamato la figlia come la sua sorellina morta da piccola, se fosse stato maschio avrebbe avuto il nome del fratello della moglie,morto anche lui…da brivido!!!
    Il secondo si chiama Niccolò,nome banalissimo eppure quando sottolineo le due "c" sbarrato tutti gli occhi…mah…

  • Per non parlare di quei nomi che non sai mai come si scrivono es. Ludo (o Lodo)-vica… Nicolò (con una o due "C")… ommiodioapriticielo!!
    M.

    ps. Comunque Altea (con o senza "H"?!) è quello che più si avvicina ad Andrea-versione-femmina 😉

  • Io pure sono incinta!!! E oltre a non sapere ancora il sesso, dobbiamo decidere per un nome che non faccia cagare nè in italiano nè in tedesco! Te pare facile?! Vi lascio scatenare… si accettano proposte!
    ps: la prima si chiama Iris, nome che si scrive identico e si pronuncia simile nelle due lingue, non sarà facile bissare!

  • Io l'ho chiamata Agata per nove mesi, ma niente da fare al papà non piaceva, si è impuntato come un adolescente capriccioso. E così lo scorso novembre è nata Maia. Che dovevo fare? Divorziare? Maledetti ormoni che mi hanno resa accomodante e sdolcinata.

  • Oh meno male non sono l'unica!!!!!
    Ma quanto scassano i maroni??????!
    Con il primo abbiamo deciso subito prima di entrare in sala parto, e non é stato il nome che avevamo in cima alla brevissima lista.
    Per il secondo in arrivo a momenti (….muovitiiiiiii non ne posso piú te pregoooo) abbiamo solo 2 opzioni, una scelta da nostro figlio e l'altra nostra. In entrambi i casi comunque abbiamo tenuto sempre segreto il nome fino alla nascita, appunto per evitarci rotture di zebedei col parentado e amici vari. Io ad esempio mi chiamo coi nomi dei miei due nonni morti prima che nascessi e sta cosa mi ha sempre perplessa. Per i miei figli avevo messo bene in chiaro da subito che mai e poi mai li avrei chiamati coi nomi dei parenti morti.
    …..e se Zucchino2 lo chiamassi Thor??? Cosí, tanto per movimentare la vita nel paesello…?
    😀

  • La mia bimba si chiama Teresa. Molti mi dicono che e' un nome antico tant'e' che alcuni pensano che lei si chiami Martina come me e che la Teresa sono io, oppure mi hanno chiesto se sono molto devota a madre Teresa ( sono atea e la bimba non e' nemmeno battezzata). Abbiamo scelto Teresa perché mi piace come suona e perché ho sempre immaginato la mia bimba bella vispa come la vispa Teresa. L'unica pecca e' che molti in italia la chiamano Teresita sólo perché viviamo in Spagna. Se dovessi avere una seconda bimba la chiamerei Helena, se fosse maschietto Riccardo.
    Bello scegliere il nome!
    Martina

  • La mia bimba si chiama Dalila…proposto dal papà e condiviso subito, mi piace come suona e non è molto popolare…e poi guardandola non saprei immaginare altro nome! ����
    Per mia nonna è stato un mezzo trauma…era il nome di uno dei suoi cani…ma a noi, pur sapendolo, non ha dato nessun fastidio!
    A me piacevano anche Eleonora e Amalia…ma non al papi…

  • Noi abbiamo scelto verso la fine per entrambi, con il primo a chi chiedeva dicevamo quali erano le proposte, dopo un mesetto, capito l'antifona abbiamo smesso di rispondere, e uguale con la seconda.
    Tanto i commenti si sono sprecati dopo la nascita, avendo scelto dei nomi particolari e non italiani, da chi adora i nomi a chi li disprezza totalmente. Almeno dalla mia esperienza ho imparato a non chiedere mai il nome previsto, e soprattutto a non commentarlo MAI. Ognuno è libero di scegliere ciò che gli piace secondo il suo personalissimo gusto.

  • Mia suocera si è messa a piangere (per la disperazione!) quando le abbiamo detto il nome che avevamo scelto per nostro figlio…E non abbiamo scelto chissà che roba strana eh, si chiama Dante!

  • Nella famiglia del mio socio i maschi si chiamano tutti con nomi di origine germanica, così mio figlio si chiama Enrico, figlio di Federico (qualunque riferimento al Sacro Romano Impero è del tutto…voluto!). Se avessimo avuto una femmina (o se potessi aprire un altro cantiere, cosa che non si può fare) si sarebbe chiamata Matilde (con Isabella e Beatrice di riserva).
    In entrambi i casi, nomi scelti più di due anni prima di cominciare anche solo a provare di restare incinta e comunicati subito ai parenti senza alcuna possibilità di discussione. Era così e basta. Anzi, per quanto mi riguarda Matilde continuerà a essere la bimba che non avrò mai…

  • La nostra bimba si chiama Amelia dal primo primissimo istante che è stata concepita…Non abbiamo voluto sapere il sesso per avere un'emozione effetto sorpresa in più, ma noi per 9 mesi sapevamo che era Amelia e basta!!!����

  • La nostra bimba si chiama Amelia dal primo primissimo istante che è stata concepita…Non abbiamo voluto sapere il sesso per avere un'emozione effetto sorpresa in più, ma noi per 9 mesi sapevamo che era Amelia e basta!!!����

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *