martedì 19 aprile 2016

Sì, una mamma è più stanca, sempre. E vi dico perché

genitori e figli
© Adrian van Leen


Vi è mai capitato di parlare con qualche non genitore, di dire che siete stanche, e di sentirvi rispondere "e che sarà mai".

Perché a quanto pare una mamma sì, potrà anche essere stanca, ma mica potrà esserlo più di una persona normale? Una persona normale che sicuramente lavora di più, che sicuramente va più in palestra, che sicuramente viaggia di più.

A parte che a. Non è detto che tu, amica senza figli, faccia più cose di me. Se poi sei un uomo, scansate va'. B. Oh certo, se sono più stanca di te.

Ed ora ti spiego i motivi.

Perché una mamma sarà sempre più stanca di una donna senza figli


E non è una gara, è un dato di fatto


1. La mamma non dorme mai più serena

Che siano le poppate prima, gli incubi poi, le pipì a letto dopo o ancora i rientri notturni degli adolescenti, una mamma non si farà mai più una notte intera serena e tranquilla come un bambino. E imparerà ad alzarsi ad orari che voi umani...


2. La mamma non pensa mai solo a se stessa

Ovunque vada, qualunque cosa faccia, una mamma pensa a sé, al lavoro, alla casa E ai figli. Al pediatra. Alla scuola. Ai corsi. Alla cena senza glutine. Ai vermi e pure ai pidocchi. SEMPRE. E pensare molto, lo sapete, stanca.

3. La mamma non prepara solo se stessa

Dai neonati agli adolescenti, la mamma deve occuparsi di allacciare scarpe, ricucire buchi, indovinare gusti, sorbirsi urla, vestire, spogliare, cambiare. A qualsiasi età. Sempre.

4. La mamma non torna a casa, torna dai figli

Bello vero tornare a casa e mettersi a cucinare una cenetta, oppure svaccarsi sul divano, oppure farsi una corsetta? Eccome. Bene, adesso pensate alla mamma che torna, tra le urla, i compiti da fare, le cene (vorrai mica sia una sola?) da preparare...

5. La mamma non ha un momento per sé

Magari quando vanno a cagare. Ma non ci giurate. In casa non saranno mai più sole, perché la prole sarà lì, pronta ad invadere ogni momento. E anche quando dormono... Beh, insomma, avete capito.

6. La mamma non ha giorni di riposo

Anche se il vostro lavoro è moooooolto stancante, ricordatevi solo una cosa: avete dei giorni di riposo. E vi pagano! La mamma è mamma tutti i giorni della settimana, che lavori o meno, anzi, il weekend in genere lo è ancora di più.

7. La mamma ha più forza di voi, sì

Di necessità virtù, lo sapevate? Quindi immaginatevi a fare i vostri viaggi avventurosi con dei bambini sotto i cinque anni (perché sì, le mamme fanno anche questo!), immaginatevi di fare la spesa con dei bambini, immaginatevi di andare al ristorante con dei bambini, immaginatevi di dormire con dei bambini, immaginatevi di fare la doccia con dei bambini, immaginatevi di correre spingendo un passeggino con dei bambini (esiste anche quello, ve lo giuro), immaginatevi di fare qualsiasi cosa, dalla più semplice alla più elaborata, con dei bambini.

Ora ditemi, una mamma sarà stanca?

Sì, anche se l'ha scelto lei!

63 commenti:

  1. Esattamente
    La vita cambia anche se lo hai voluto con tutto il cuore
    Le mamme trovano una forza che le altre mi dispiace dirlo non possono capire
    Hai la responsabilità di un altro esserino che ti guarda e ha sempre bisogno di te e tu ci devi essere anche se sei stanca la giornata è no
    Eh quando ti dicono immagino
    Cosa immagini se non ci sei passata
    Le mamme sono top per tutto

    RispondiElimina
  2. per fortuna il punto uno non mi riguarda. o almeno, non ancora, pensando alle uscite serali. ho perso veramente pochissime notti in questi anni. ma per il resto... e mentre fai tutto quello che tu hai descritto ti becchi pure gli insulti. di chi non sopporta una mamma in giro con i figli

    RispondiElimina
  3. Troppo vero, notte e giorno non siamo mai "sole" nemmeno nei pensieri :-)

    RispondiElimina
  4. E pensa che invece io mi "scontro" continuamente con amiche senza figli che tirano pacchi dell'ultimo minuto perché sono stanche e non ce la fanno ad uscire!! E ogni volta penso, ma se ci riesco io che oltre al lavoro tengo figli e non abbiamo uno straccio di nonno o baby sitter che ci aiuti...com'è che loro son troppo stanche e io son qua che bramo la mia uscita settimanale????
    E infatti le amiche con figli i pacchi non me li tirano!

    RispondiElimina
  5. Io continuo a pensare, nonostante prima di diventare mamma lavorassi in cantiere (no non facevo il muratore ma la decoratrice e ho chiuso ditta perché per la mia categoria non esiste maternità) ... Che cavolo facevo tutto il giorno? Ora mi ci vorrebbero le giornate di 36 ore!

    RispondiElimina
  6. hai fatto centro.Su tutto. ;-)
    F.

    RispondiElimina
  7. Eh già, quando non c'erano i figli si era stanche pecccarità, ma adesso ti rendi conto che è una stanchezza diversa...vivi tutto accelerato, hai pensieri che non avevi prima e prima pensavi che ti saresti comportata in un certo modo (esempio pensavo mi sarei imposta meno mestieri, ma ora non posso perchè se no le cose si accumulano.). E il tempo per te è oro e te lo devi ritagliare e gestire bene. Anche la cagata diventa sacra e spesso è interrotta. Io per fortuna ho amiche senza figli che mi dicono 'son distrutta non oso immaginare tu'. Meno male... non è per lamentarsi, ma vedere chi riconosce come stai è un sollievo.
    V.

    RispondiElimina
  8. Il primo anno e mezzo con mio figlio ho convissuto con una stanchezza cronica invalidante, non avevo più voglia di fare nulla se non dormire (ma ovviamente non era possibile tra studio notturno e lavoro al mattino) mentre cercavo di laurearmi. Quando potevo facevo anche piccoli lavori nel weekend (sapete quei lavori di hostess in fiera dove stai 10 ore sui tacchi sottopagata)... mi sono resa conto che non potevo andare avanti così. Il fatto è che pensavo che tutte le mamme inevitabilmente vivessero la mia situazione e invece non era affatto così! Lo capisco ora che sto decisamente meglio... certo che non è stato facile far capire alle mie amiche (alcune ex ormai) quello che stavo vivendo. Per fortuna con il tempo tutto si è sistemato, è arrivato il santo asilo, ho ripreso una parvenza di normalità... Penso che alle volte basti davvero poco per sollevare una mamma in difficoltà, soprattutto una che cerca di fare tutto da sola per non pesare su nessuno... basterebbe buttare lì una telefonata, passare per un caffè...ma ormai hanno tutti troppo poco tempo o altre priorità! Nel frattempo la mia migliore amica è diventata mia suocera... 50 anni di differenza eppure senza di lei sarei persa!
    un saluto! V.

    RispondiElimina
  9. Ma chi te l'ha chiesto di fare figli boh. Sono le madri come te che fanno passare la voglia a tutte le altre di fare figli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino tu abbia pensato diversamente leggendo il post precedente. Sono le madri che fanno venire la voglia a tutte le altre di fare figli.
      Ah no, ma mica lo leggi il blog.

      Elimina
    2. Io fossi in te tacerei. Il silenzio a volte è oro.
      Cristina

      Elimina
    3. Ce l'ho con l'anonimo sopra ovviamente! Cri

      Elimina
  10. All'anonimo delle 15.38... non si capisce bene se tu abbia figli o se sei tra quelle a cui ipoteticamente passerebbe la voglia, ad ogni modo è tutto vero e il fatto di dire le cose come stanno non significa non venga fatto con il cuore!

    RispondiElimina
  11. Io dico: hai scelto tu di diventare mamma quindi non puoi venire a rompere l'anima a ME perchè tu sei stanca. Usa un fottuto preservativo la prossima volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero sei tu che vieni a commentare a sproposito in un blog di mamme, non mi pare che tu abbiamo telefonato per romperti l'anima. E qualcosina da dire l'avrei pure eh.

      Elimina
    2. Il link è stato condiviso su Facebook, il blog è pubblico e il titolo parla chiaramente di noi donne senza figli quindi sono anche io invitata ad intervenire. Lo sfogo, dunque, è rivolto a tutti e PUBBLICAMENTE. Evidentemente lo status di madri frustrate vi fa sentire appagate solo nel momento in cui voi stesse vi autoproclamate superiori a noi childfree. Poverette.

      Elimina
    3. Poi quando torni dall'aperitivo spiegami dove ci autoproclamiamo superiori alle donne senza figli. Noi proprio. Comunque se hai notato il post parla di stanchezza. Se non sei d'accordo, invece che limitarti ad insulti piuttosto banali, spiegaci perché.

      Elimina
    4. Morna, farsi una risata è stancante, su!

      Elimina
    5. Il cliché della donna senza figli che dopo il lavoro esce a fare aperitivo non mi si addice. I miei interessi e il mio stile di vita è di gran lunga differente. Comunque no, non sono d'accordo. Ogni caso va analizzato singolarmente. No, non accetto questo qualunquismo della madre più stanca della non-madre. Conosco madri che si autodefiniscono "mamme a tempo pieno" che trascorrono le loro giornate su Netflix, a organizzare party di compleanno per i figli, a lamentarsi della loro stanchezza in quanto insoddisfatte della loro vita. Ci sono poi madri che lavorano, hanno figli, non hanno suoceri o genitori e hanno carriere di tutto rispetto e sono donne stanche, ma soddisfatte a livello personale. Ci sono i singoli casi. Anche le donne senza figli sono stanche, alcune hanno genitori malati, disturbi psicologici, problemi con il patner, problemi economici, subiscono violenza sul lavoro, etc. Il rispetto va dato alle donne e tutte.
      Carolina

      Elimina
    6. Non credo che in questo post ci sia mancanza di rispetto per altre donne. Qui si parla di un dato di fatto. Una donna che a parita' di condizioni rispetto ad altre donne (quindi magari stesso lavoro, stessi orari, stesso stile di vita in generale) diventa poi madre ha da pensare oltre a se stessa e alla vita che aveva prima anche ad uno o piu' bambini e questo comporta un carico maggiore e magari a volte puo' subentrare una stanchezza maggiore. Ma cosa c'e' di strano? Poi ovvio che ci sono milioni di casi differenti ma il succo del discorso e' questo...

      Elimina
    7. Esattamente, si può fare questo discorso in un ambito di parità di condizioni. Diversamente è inutile.
      C.

      Elimina
  12. Che vita demmerda.

    RispondiElimina
  13. A certi commenti acidi ed empatia pari allo zero assoluto auguro solo un parto gemellare! Viene usato il termine "childfree" (...) e saremmo noi le frustrate?
    Noi semmai siamo qui per condividere le nostre esperienze per sostenerci, proprio perché sappiamo cosa passa quotidianamente una mamma e cerchiamo di sdrammatizzare. Evidentemente l'anonimo che ha commentato è felicissima della sua vita, ha sempre programmato tutto e non si è mai trovata in situazioni di difficoltà... però appunto mi chiedo perchè tanto risentimento verso un post di un blog con cui non ha nulla a che fare XD V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non è tanto questo sai, è che la gente non sa più ridere. O, peggio, pretende di dirti come vuole ridere. Andasse su childfree.com, no?

      Elimina
    2. Cosa ti turba del termine childfree? Puoi chiamarci, se vuoi, libere dai bambini. Per quanto riguarda il tuo augurio, credo di poterlo evitare grazie alla conoscenza del mio corpo, dei metodi contraccettivi naturali e, nei casi estremi, all'aborto che, per fortuna, in Italia è ancora un nostro diritto.
      L'empatia siete voi a non averla... troppo concentrate sulla vostra prole per vedere al di là del vostro naso.

      Elimina
    3. Ma guarda che una mamma non viene da un altro pianeta, prima di avere figli eravamo pure noi "childfree", quindi sappiamo bene di cosa stiamo parlando...al contrario di donne senza figli che non possono capire fino in fondo cosa vuol dire averne perche' non hanno ancora vissuto il passaggio da donna a mamma e il senso di responsabilita' che ne deriva...

      Elimina
    4. Tirare in ballo una questione così delicata come l'aborto mi sembra totalmente fuori luogo... purtroppo chi ragiona in maniera così semplicistica come te o non è mai passato in determinate situazioni o gli scivola tutto di dosso. In certi casi c'è chi prima di pensare al "sacrosanto diritto dell'aborto" pensa al diritto di un bambino che sta crescendo dentro di sè... ma che te lo dico a fare... siamo su due pianeti diversi. Chiudiamola qui che è meglio. Inoltre, ti consiglio blog più attinenti ai tuoi interessi anziché perdere tempo qui.
      Vivy

      Elimina
    5. Proprio perchè non la conosci, la questione, evita di parlarne. In molte parti del mondo l'aborto è negato alle donne, in qualsiasi caso. Ma di certo questo non è il luogo dove parlarne. Non è un blog per femministe.

      Elimina
    6. Marylu D: è chiaro, noi non madri non possiamo capire, non abbiamo ancora maturato quel senso, finchè non ci passi non capisci. Meno male che ci siete voi, madri moderne frustrate generatrici dei mostri del domani.

      Elimina
    7. Prima tiri in ballo l'aborto parlando di una tua eventuale gravidanza indesiderata e poi generalizzi il discorso sulla possibilità o meno di abortire nel mondo che non c'entra assolutamente nulla con ciò di cui stavamo parlando... mi sa che ti stai tanto arrampicando sugli specchi. Chiudo qui questa penosa conversazione... purtroppo so che sul web capita di incepparsi in soggetti come te che sparano a destra e manca senza produrre nulla di utile o interessante.
      Vivy

      Elimina
    8. Uh quanto è vero, è pieno di questi soggetti.
      V.

      Elimina
  14. Anonimo si sta bene sul piedistallo lassù? Tira vento? Occhio che se cadi ti fai male...childfree ahhhhhma per favore.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale piedistallo? Difendo la categoria, proprio come fate voi. Ti fa ridere il termine childfree? Ma pensa, a me fa ridere quello di "mamma a tempo pieno"!

      Elimina
  15. Le persone acide che rispondono così non sono le benvenute
    Siamo mamma che si confrontano
    Se non ti sta bene nessuno ti obbliga a leggere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì che sono le benvenuta Giulia, in fondo sul blog ci sono solo migliaia di post, anche assai più pesanti di questo, se si inacidiscono proprio per questo... eeeeehhh...

      Elimina
    2. Uh vero basta dire una parola: ALLATTAMENTO. Ed è subito guerra ;-)

      Elimina
  16. Sono d'accordo su tutti i punti. Diciamo che la spensieratezza se ne va al positivo sul test di gravidanza e da li c'è già qualcuno più importante di te stessa a cui pensare. La mente non sarà mai più libera. Nonostante tutto non mi viene da dire che io sono più stanca di chi non ha figli, non trovo giusto generalizzare in questo modo. Se un'amica senza figli si lamenta di essere stanca con me lo può fare, potrebbe avere problemi famigliari o lavorativi pesanti che portano a una stanchezza psichica logorante. Anche senza figli. Perché dovrei sbatterle in faccia che io sono più stanca di lei in quanto madre? Oppure dirle che ci sono persone con figli e tutti i problemi che ha lei eppure vanno avanti. Insomma penso sia importante tenere conto di chi si ha davanti. Certo se mi arriva davanti quella tutta tappata che mi dice che è stanca perché ha passato due ore dalla parrucchiera e deve correre all'aperitivo allora le auguro un parto trigemellare. Insomma, tutto questo pippone per dire che dipende dalle persone e dal tipo di stanchezza.Non so se mi sono spiegata, sono un po' stanca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo, la stanchezza non è assoluta, ma molto relativa. Ci avevo scritto un post ormai un bel po' di tempo fa. E spesso tante persone dicono sono stanca più per dire sono annoiata... Ma noi si fa per ridere, beato chi lo capisce! :)

      Elimina
    2. Me lo ricordo. Era quello dove si faceva riferimento alla Kardashian!!! Che ridere! Barbara

      Elimina
  17. Mah. Io ne ho tre, vivo sola (mio marito vive e lavora in India) e per quanto condivida tutti i punti espressi, questa retorica della maternità sofferente e sacrificale personalmente imbarazza un po'. Insomma, vi si legge stanchezza, sì, ma anche autocompiacimento. Io e l'autocompiacimento non andiamo d'accordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto due anni così, e vivendo in un paese straniero, senza famiglia e senza nessuno. Il tuo però mi sembra proprio autocompiacimento, sì, perché non sai ridere di un post e nemmeno essere solidale con le altre mamme che, credimi, sono stanche anche se non hanno il marito in un altro continente. Il post l'ho scritto io, che non penso di non aver mai pronunciato in vita mia, né prima né da mamma, la frase "sono stanca". Ma questo non cambia che le cose che ho detto siano vere.

      Elimina
  18. Ma mi spiegate perché la vita deve essere un'eterna competizione? Confermo e sottoscrivo pienamente tutto cio' che é scritto nel post, in quanto expat, madre di 2 figlie di 2 e 4 anni, marito non pervenuto (per lavoro) e no help di nessun genere. Stanca, perennemente stanca. Ma questo non mi da il diritto di sentirmi migliore di chi non ha figli o di chi lascia i piatti sporchi nel lavandino ( vedi precedente post). E soprattutto non mi fa sentire migliore. E' un peccato che questo post sia stato scritto con una punta di presunzione perché sarebbe, al contrario, un ottimo warning per le childfree, che tanto alla fine cadranno anche loro nella rete... E.F.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dov'è la competizione?
      Se tu, expat, con due figlie piccole, non sei mai stanca, noi siamo contentissime per te.
      Ma chi non ha figli non può stupirsi se una neomamma con un bambino di tre mesi è stanca solo perché "sta tutto il giorno in casa". O se non dorme una notte intera da anni. Sarà stanca pure lei senza figli, ma che non sentenzi su qualcosa che non conosce, no?
      Sei già la seconda che sembra chiedere complimenti gratuiti perché non si lamenta di essere stanca. Ma ti dirò, apparentemente nemmeno chi ha scritto il post sembra esserlo.
      A volte nella vita ci si confronta, ci si spalleggia. Ma forse è vero, certe donne si sentono le superiori.

      Elimina
    2. Mi dispiace ma forse non hai letto con attenzione..., non ho scritto da nessuna parte di non essere mai stanca, al contrario, ho scritto di essere perennemente stanca. E ho anche sottoscritto a pieno il vostro post perché rientro perfettamente in tutte le voci citate. Non capisco dove tu possa leggere la superiorità nel mio pensiero. Credo semplicemente che il post poteva essere scritto con un po' più ironia, rivolgendosi proprio alle donne childfree, invitandole a godersi il loro status fino all'ultimo nanosecondo, perché poi, si sa, indietro non si torna... E.F.

      Elimina
    3. Diciamo così, nemmeno nel post c'è scritto che chi ha figli è migliore di chi non ne ha. Proprio perché le cose elencate sono vere, c'è poco da fare. Poi ci sta che la stagista di L'Oréal che fa l'una di notte e lavora anche nel weekend sia più stanca di una mamma, eccome se ci sta! Ma ecco, non è che si può analizzare caso per caso. Diciamo che i punti elencati spingono in là il livello di stanchezza di una donna.
      Come nel post sulle pulizie, nessuno è migliore perché non lascia i piatti nel lavandino, anzi, il post (che ho scritto io) aveva valenza contraria: sarò libera di pulire il sudicio (vedi piatti nel lavandino o briciole in terra) senza che mi si dia della malata? Se si vuole, il giudizio e la competizione si trovano ovunque. Ma se si vuole, ecco.

      Elimina
    4. Scrivere : la mamma ha più forza di voi (punto 7), a me suona tanto di competizione, e non c'é nemmeno bisogno di cercarla tra righe... Concordo pienamente con E.F. Non c'é nessun bisogno di screditare gli altri per sentirsi migliori. Per il resto, é tutto vero. SONIA

      Elimina
  19. Childfree no se po sentí..
    La mía migliore amica non ha figli, lavora e vive all'estero, tutte le volte che ci sentiamo e' sempre un continuo ribadire di quanto e' stanca, ma e' sempre stata cosí. Mi ricordo all'universita', andavamo a lezione spensierate ( almeno io lo facevo), e lei sempre stanca. Andavamo in palestra assieme, io stanca e distrutta, lei súper felice. Alla fine quello della stanchezza e' un modo d'essere. Io difficilmente dico di essere stanca nell'essere mamma, diciamo per le attivita' quotidiane. Quello che si, mi puo' stancare, sono i pensieri, le scelte, le decisióni, quando poi ricadono inevitablemente su mia figlia. Qui mi sento di dire che la stanchezza di una mamma e' diversa, non me ne vogliano le childfree..
    Martina

    RispondiElimina
  20. Cavolo se è tutto vero, con i figli la cosa più banale diventa complicata ovvio poi che ci si sente più stanche. Sono appena rientrata da un viaggio, in aereo con 3 bimbi, uno che ha pianto in preda alle crisi di stanchezza fino a quando non è crollato addormentato per fortuna, gli altri 2 che non hanno mai smesso di parlare per più di 2 secondi. Me lo concedete che sono un attimino più sbattuta della tipa che ha dormito o si è guardata un film in tutta tranquillità? È una cosa normale, i figli richiedono tante energie e in qualche modo ci si adatta si stringono i denti e si va avanti, ma pensare a solo a se stesse invece che a se stesse + "n" figli, poi la casa, il lavoro etc richiede un tot di sforzo in più, non ci vedo nulla di strano...

    RispondiElimina
  21. ohhhh se sono d'accordo!!!! e la stanchezza dura anche quando i figli sono ventenni...più mentale certo ,ma dura....
    sarà che dobbiamo smaltire ancora quella dei ventanni precedenti?

    RispondiElimina
  22. ah!!! Comunque rifarei tutto altre mille volte...
    stanca ma felice,appagta econ un sacco di VITA attorno

    RispondiElimina
  23. Anch'io rifarei tutto, anche se si dorme poco, se non hai nemmeno il tempo di andare al bagno (soprattutto all'inizio) se ti chiamano 2500 volte al giorno e sono delle presse...ma sono anche la mia più grande soddisfazione e chi se ne frega della stanchezza, mi basta guardarli e svanisce, o almeno fai di tutto per non pensarci ;)

    RispondiElimina
  24. Sono stanchezze diverse pre e post figli. Ed ognuna conosce la propria. Figlio 1 amplificato DOC, mi ha sempre tenuta "impegnata" fin dai primi minuti di vita. Sono arrivata allo stremo eppure abbiamo avuto figlio 2. Mesi fa ho rischiato un esaurimento fisico-nervoso per enne motivi, ora ne sono uscita e non ho abbandonato l'idea del terzo figlio. Pensavamo di iniziare a cercarlo quest'estate ma fisicamente non sono al top. Quindi rimandiamo di un anno. E lunedì sono caduta x le scale, così x due settimane devo stare ferma (distorsione ginocchio e caviglia). È un gran casino, ma la prendo come un'opportunità x riposare. Forse ero arrivata al massimo dello sforzo. Ora marito si è preso una settimana di ferie ed io mi faccio servire e riverire. E lui, x la prima volta, tocca con mano cosa vuol dire star dietro a casa, bambini, cani, me... Lunedì sera era a pezzi!!! Ah ah ah

    RispondiElimina
  25. dico a mio figlio: tesoro, entro in doccia
    va bene mamma, dice lui
    e dopo un attimo, eccolo al vetro della doccia, col libro rivolto verso di me: me lo leggi mamma?
    ecco, nemmeno a fare una doccia si può stare in pace!
    stanche e felici di essere madri. ma una santa doccia in pace vorrei davvero farla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pure una santa cena! se si va al ristorante non puo' mai mancare una...facciamo pure due o tre visitine al bagno, non sia mai che ci si siede a tavola e si riesca a finire tranquillamente quello che hai ordinato e sorvoliamo sul casino che fanno di contorno...ma vuoi mettere una bella cenetta a due??? dai non c'e' paragone...che poi si va fuori lo stesso a mangiare tutti insieme, ma che fatica e che stress!

      Elimina
  26. Dunque se una fa figli non può lamentarsi di essere stanca se no "era meglio che non li facevi"... ebbene, io ho un figlio, avuto dopo 4 anni di ricerca, 4 iui, 4 icsi, due biochimiche. Ho lottato per averlo, ma cacchio si che sono stanca dato che lui non dorme mai e richiede attenzioni h24. Prima di averlo era riposata? No, ma di certo non avevo questi livelli di stanchezza!

    PS: fatevela una risata...se seguite questo blog sapete che l'ironia la fa da padrone!

    RispondiElimina
  27. Mi sono ritrovata in tutti questi commenti. Perché io ormai ho più di 50anni e due ragazzi di venti e passa. Quando quel dubbio di essere incinta diventa reale in quel trattino blu tu, quella ragazza, donna, diventi una madre e da quel momento tutto sarà diverso. Ammetto di far fatica ora sopportare bambini che strillano, piangono, molte volte penso che i genitori di oggi piuttosto che perdere le abitudini che avevano prima dei figli gli fanno fare cose non adatte a loro. E' una ruota che gira sicuramente l'avranno pensato anche mia madre e mia suocera. Ho i figli grandi in compenso i miei genitori invecchiati sono diventati come bambini, bisogna dargli attenzioni...

    RispondiElimina
  28. Mah sinceramente non capisco perchè prendersela (a proposito io sono la V del 19 aprile delle 15.01) è un dato di fatto che una mamma fa le cose che fa una non mamma e che ha altre persone a cui pensare, piccole persone stancanti e di cui siamo comunque contente, non è un lamentarsi fine a se stesso, non è un rinnegare i figli e voler tornare indietro. E' solo il rendersi conto che effettivamente anche se prima eravamo pure stanche (succede come nel mio caso che prima lavoravo 8 ore + straordinari e ora 'solo'4) e magari anche di più per il lavoro, era una stanchezza diversa e si capisce solo se la si prova. Ma non è una critica a chi non è madre, nè un volerla scoraggiare a diventarlo. E' un dato di fatto. E si può sicuramente fare tante cose con i figli e con gioia, sta anche a come affronta una le difficoltà (e infatti una di voi più sopra parlava dell'amica che ha sempre avuto una stanchezza per tutto fin dall'università). Ma la battuta che sento spesso (rivolta ad altre perchè io non mi lamento mai, sclero o mi tuffo nella cioccolata) è 'ma mica te l'ha ordinato il dottore di fare figli'...è fuori luogo. Non siamo mamme lagnose che cercano di sentirsi migliori...siamo mamme che anzichè metterci il grembiule da nonna papera e il sorriso a 45 denti e dire uh la vita da mamma è meravigliosa....diciamo la verità, diciamo il lato stancante, frustrante, vero. E scomodo. Quello che le mamme non dicevano per paura, eccolo qui, in questo genere di blog. Ed è per liberarsi da uno stereotipo. Non per giudicare chi non è mamma. Nè per invidia. Ci siamo passate tutte dalla fase 'non mamma' o childfree.
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa effettivamente io sono la V. del commento sotto al tuo, la prossima volta scrivo Vivy per intero così da non fare confusione, non c'ho fatto caso! Condivido ciò che dici, anche riguardo alle battute fuori luogo.
      Me ne viene in mente una per esempio. Poche settimane fa rivedo la mia ex prof.ssa del liceo, che con me non è mai stata particolarmente carina (tutto sommato con lei avevo lo stesso voti alti), ma è stata peggio con altre mie compagne e amiche. Così parlando del più e del meno le dico che ho un bambino, un compagno e che sto per prendere la laurea specialistica. Due commenti: Ancoooora stai studiando? Ma il bambino, diciamocelo, è stato un "incidente di percorso" vero?
      Aggiungo solo che era la mia insegnate di psicologia.
      Ho detto tutto.
      Vivy

      Elimina
    2. E tu chiamami Victoria ;-) My god, anche la profe di psicologia che fa le battutacce, siamo messe bene! Ecco rileggendo il tuo commento mi rivedo, esperienze diverse perchè io non stavo studiando, però quanto vero è che a volte una vuole fare tutto da sola e quanto vero è che a volte basta una telefonata e un caffè per sollevare una mamma?? E mi sarei accontentata anche della suocera davvero!!
      Potremmo fare un'alleanza di V comunque eh eh :-D

      Elimina
  29. Meno male che ci siete voi, super mamme che tra mille problemi che il resto del mondo non può capire, vi supportate a vicenda mentre vi occupate della prosecuzione della specie. Facile lagnarsi sempre di come le altre non possano capirvi..ma voi come potete comprendere fino in fondo una donna che fa parte di una coppia che probabilmente non riuscirà mai ad esaudire questo desiderio di genitorialità? Ci credete davvero inferiori a voi solo perché la natura vi ha fatto un dono che non dovreste mai dare per scontato? Riflettete prima di cantare sempre le vostre lodi, sul fatto che in realtà la vostra fortuna sia ben superiore ai vostri decantati meriti.
    Cla

    RispondiElimina
  30. Che grande stupidata le donne senza figli non possono capire... Conosco donne che hanno figli e se ne fregano altamente di questi pargoli,che dopo essere tornate dal lavoro, invece di correre dai figli preferiscono andare al parrucchiere,starsene al cellulare,con le amiche o al pc non degnando nemmeno di un saluto,un abbraccio,un bacio i propri figli,che nel frattempo sono stati cresciuti e amati da chi figli non ne ha ...

    RispondiElimina
  31. Voglio esprimere assolutamente il mio pensiero perché ho due figli maschi e vorrei che in famiglia, un giorno si dessero da fare, affinché almeno un paio di esseri umani siano salvati da un carico di lavoro familiare eccessivo e sbilanciato solo da una parte....
    Quindi, le mamme, sì, sono spesso più esauste ma solo perché accanto a loro ci sono persone, compagni di vita, che beh, mica fanno tanto il loro dovere in famiglia.....sono proiettati altraltrve....e talvolta siano noi mamme a permettere tutto questo, co sta mania del faccio tutto io, perché come lo faccio io, nn lo fa nessuno. Gli uomini poi hanno questo atavico atteggiamento dello sbattersene le balle di quello che c è da fare in casa, perché allevati in famiglie dove il modello era quello.
    Insomma, non c è niente di normale e di naturale nel fatto che io la sera nn sto in piedi e che desidero schiaffarli a nanna al più presto. C è solo un carico enorme che spesso e volentieri grava su un unica groppa, che è la mia è quella di milioni di donne del mondo....perché si sa, la donna è nata da una costola ed è un sotto prodotto dell uomo.
    Io il mio carico lo porto, certo, ce la metto tutta perché i miei figli si affidano a me ma fosse distribuito in modo più equo, sono certa che tutto funzionerebbe meglio.

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...