lunedì 23 maggio 2016

Vi sentite mai squisitamente buone?

Vi è mai successo di sentirvi squisitamente buone? A noi no.

Va beh, scherzo. Però lo sapete come siamo, diciamo sempre quello che pensiamo, siamo un po’ asociali e prendiamo in giro tutto e tutti.

In fondo anche i nostri figli ce lo dicono, no? Come sei cattiva, mamma!

Ma no, voglio sfatare questo mito. Noi siamo squisitamente buone parecchie volte. Parlando per me, mi sento molto moltissimo buona quando a fine giornata, dopo ore di urla e gorgheggi, leggo non una, non due, ma anche tre storie. E loro mi guardano con gli occhi a cuoricino.

O quando permetto loro di guardare la tv dopo cena.

Come sei buona, mamma.

Modestamente. Mio marito ogni tanto dice anche bona, ma credo intenda altro.

Comunque, #squisitamentebuona è l’hashtag lanciato da Heinz per celebrare la sua bontà. E non solo bontà gastronomica, eh. Si parla di bontà proprio come intendono i nostri figli con noi quando strizziamo per la terza volta il tubetto del ketchup: bontà d’animo.

Santificazione, in pratica.

E noi siamo d’accordo, e per questo ne parliamo. Vi spiego.

Negli ultimi tempi, la pagina di Heinz Italia era “invasa” dalle richieste dei consumatori, che chiedevano a gran voce la maionese sulla pagina Facebook del brand. La stessa che io trovo comodamente in giro per il mondo (mangio sano, sì, ma mangio anche gli hamburger e mi garbano parecchio) ma che in Italia mancava e in tanti chiedevano.

E l’azienda cosa ha fatto? L’ha prodotta proprio per rispondere ai consumatori. E non è finita qui: per valorizzare l’interesse e la partecipazione delle persone che hanno scritto sulla pagina FB ne hanno selezionata una, Alessandra, e le hanno fatto una super sorpresa, allestendo un food truck con tanto di cantante e artisti che hanno accolto la giovane mamma e la sua famiglia con dei gustosissimi hamburger, bolle di sapone e musica dal vivo.



E non ne parliamo solo perché sono buoni, ma perché a noi piace la maionese. Perché a farla in casa ci proviamo anche, ma o impazzisce o sa troppo d’olio (e l’avete mai provato l’hamburger di pollo con maionese, lattuga e pomodoro? Provatelo). E Heinz ne ha fatta una dopo due anni di ricerca e sviluppo, utilizzando solo uova di galline allevate a terra, senza usare coloranti o addensanti artificiali, dalla consistenza cremosa, dal sapore delicato e studiato apposta sui gusti degli italiani e con un packaging chiaro, leggibile ed elegante.

Insomma, di alimentazione parliamo spesso e non abbiamo mai negato il nostro amore per certi cibi. Potevamo non condividere questa novità?

Ora scusate ma devo andare ad insegnare alla prole a dire “squisitamente buona” (che poi sarei io eh)!

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...