martedì 5 luglio 2016

Como norte y sur - Come il giorno e la notte



Il bello di avere due o più figli è che ti puoi convincere di non aver fatto troppe cazzate. O, almeno, di non averle ripetute!

Perché, generalmente, i figli sono tutti incredibilmente diversi tra loro. Pur avendo gli stessi genitori, essendo stati cresciuti con le stesse regole, nello stesso posto... Certo, un po' di cose in noi genitori cambiano, diventiamo più maturi (bon, si spera), ma comunque oh, siamo noi. 

E loro, sono loro. Ed è fichissimo accorgersi di come siano diverso. 

Giorni fa una ragazza che lavora nella scuola delle mie figlie mi ha detto: son como norte y sur, come nord e sud, come il giorno e la notte. Ed è VERO! 

Mio marito mi ha detto: se le mescolassimo, verrebbe fuori la bambina perfetta.

O il diavolo, ho detto io, dipende da come la guardi. 

Una si sveglia tardi, l'altra presto.
Una si sveglia di cattivo umore, l'altra sempre felice. 
Una non ha mai fatto capricci, l'altra ne fa eccome
Una frigna per tutto, l'altra non ha mai frignato. 
Una razzola nel letame, l'altra si pulisce la bocca ad ogni boccone.
Una adora qualsiasi essere vivente, l'altra li guarda da lontano. 
Una è secchiona, l'altra manco risponde alle maestre. 
Una vuole solo gonne, una si mette quello che le dico io. 
Una mangia tre cose in croce, l'altra mangia anche me. 
Una rompe tutto, l'altra è delicata come una rosa. 
Una importuna chiunque, l'altra sta appiccicata a mammà. 

Ed è questa la cosa bellissima. Quando hai un figlio solo pensi che ogni tuo passo, ogni tua decisione, ogni tua mossa, avranno delle conseguenze indelebili su di lui. Che se dorme è merito tuo, che se non mangia è colpa tua, che se è bravo a scuola è merito tuo, se non è bravo... è colpa degli insegnanti. 

E invece vi svelo un segreto: c'entrancazzo.

Ora, forse uno piccino picciò ci entrerà pure, eh. Ma smettiamola di crucciarci o di gongolarci per ogni loro comportamento. 

E non l'ho allattato abbastanza e ora si ammala (allattate uguale, poco, una MAI ammalata, l'altra qualche volta). 
E l'ho fatto dormire troppo con me e ora è mammone. 
E non ho fatto autosvezzamento e ora non mangia niente.
E gli ho letto tanti libri infatti a 4 anni sa scrivere tutti i nomi della sua famiglia.
E l'ho fatto crescere con un gatto e ora adora gli animali.

Tzè.

Io ho insegnato alle due a mangiare nello stesso identico modo, ho cercato di trasmettere l'amore per gli animali e quello per i libri. 

Ma oh, devo accettarlo. Una non mangia una ceppa, all'altra non importa una ceppa dei miei racconti su Malala. E son sempre io, eh, la mamma. Con lo stesso impegno, la stessa dedizione, gli stessi interrogativi, gli stessi (o quasi) errori, le stesse ore lavorate, le stesse sgridate. 

Io, io, io. 

E ho partorito il nord e il sud, il giorno e la notte.
E devo accettare che saranno sempre diverse. 

Posso solo sperare che siano due brave persone, quello sì.
Ci provo, eh! Perché per quello, ve l'assicuro, quanto hanno succhiato una tetta, dormito in letti Montessori o contato a 3 anni serve a niente. 

10 commenti:

  1. Eh sì, è vero, li osservo da solo 3 e 2 anni, ma sono veramente diversi. Io sono la stessa, magari ho corretto il tiro, mi sono aggiustata perchè sono cresciuta, su alcune cose ero più tesa col primo e più rilassata col secondo...ma col secondo ero più stanca e meno paziente e presente e non ero totalmente dedita a lui come col primo...ma in fondo sono sempre io !! Stessi genitori, stesso impegno, stessa mentalità, perchè se pensavo ok il co-sleeping prima lo penso anche ora, se pensavo mangiamo sano prima, lo penso anche ora, magari con due patate fritte in più eh, che non son così rigida. Ma in generale sì, stessa mamma, stesso papà, figli come il giorno e la notte. Da subito. Poi qualche somiglianza c'è ma si contano sulle dita di una mano.....all'asilo mettono tutto in ordine. a casa no. ma proprio uguali in questo...
    V.

    RispondiElimina
  2. L'ho sempre pensato anch'io.
    Sia per la differenza tra fratelli, che per come cambiano nel tempo.
    Se a 3 anni è timido è colpa mia, se a 7 è troppo impiccione che è?
    Detto questo, in realtà in figli di amici e conoscenti vedo lo stampo nettissimo dei genitori. Alla fine forse, la verità è che passiamo molto, ma ogni figlio reagisce a modo suo. Chi "copia" il modello del genitore, chi si oppone e fa il contrario. Chi magari ha molto bisogno di contatto e quindi cresce bene con una mamma onnipresente, mentre l'altro ne risulta soffocato. Se la mamma legge tanto uno si appassiona alla lettura, l'altro la odierà perchè "i libri hanno rubato la mamma". Bel mistero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita sì c'è anche il fattore 'cambiare nel tempo'..perchè ci evolviamo crescendo, non siamo immutabili. Se penso che io ero stra-super-timida che a momenti aprire bocca sprofondavo...poi niente, esplosione di chiacchiera e a volte troppo sfacciata. Non sempre, ma in confronto a prima un netto cambiamento. Come con mia madre ...ero un bastian contrario, rifiutavo il suo modello, le andavo contro. Tu sei brava in cucina etc? bè io rifiuto. Poi mi sono ammorbidita...e ho trovato dei punti in comune. Probabilmente avevo bisogno di trovare la mia identità prima nelle differenze con lei..e solo dopo, da adulta, nelle cose che ci accomunano. E con mio fratello credo stia accadendo lo stesso....
      Una mamma e un papà fanno quel che possono, ma c'è dell'altro...
      V.

      Elimina
  3. Verissimo... Io e mio fratello, con un anno e mezzo di differenza, diversi in TUTTO! Sia fisicamente che di carattere. Ma la cosa bella è che da adulti le somiglianze, nell'educazione, nei valori etc si vedono eccome... La mamma è sempre quella e si vede :)))))

    RispondiElimina
  4. Sarà questione di segni zodiacali mettiamola così!!!

    RispondiElimina
  5. Verissimo, i miei due, 7 e 5 e mezzo, sono esattamente il giorno e la notte, sono diversissimi tra loro e a volte mi chiedo come sia possibile!

    RispondiElimina
  6. Ho visto nascere e crescere due gemelle ora di sette anni.
    Con loro le differenze sono nette.
    E il tempo non è una motivazione.
    Sono state cresciute nello stesso identico modo.
    Eppure una è frignosa, miagolante una prima donna che cambia borsa ad ogni outfit, l'altra è un maschiaccio, una bimba fisica, schietta e sincera e sempre sorridente.
    La dimostrazione che il carattere dei figli è questione per una gran percentuale di culo.
    :)

    RispondiElimina
  7. Anche imiei 3 anni e MEZZO e 15 mesi..il giorno e la notte sia fisicamente che di carattere..uno ancora non dorme dopo tre anni l'altro lo devo svegliare a cannonate, uno grassoccio l'altro secco secco, uno solare e felice l'altro un po' musone.. Eppure la mamma son sempre io...ma meno male sai che noia a fare solo fotocopie?

    RispondiElimina
  8. Vogliamo parlare di gemelli? Cresciuti nello stesso momento, con le stesse (scarse) attenzioni, con lo stesso (pochissimo) tempo a disposizione eppure... una già dalla prima settimana di vita ha dormito tutta notte, l'altro a due anni e mezzo ancora ha un sonno spezzatino (e pure io); uno ha allattato per due anni, l'altra a cinque mesi non ha più voluto sapere di tetta e latte in genere, l'altro vive esclusivamente di latte! Una detesta i formaggi, l'altro solo pastina con filadelfia o formaggino e risoni che la sorella detesta! Uno non lo tiri fuori dal mare, l'altra non si avvicina neppure, una mangia tutto ciò che trova (poco ma tutto), l'altro è selettivo al limite del patologico per la sua età... da sempre ciò che andava bene per uno era certo che non sarebbe andato bene per l'altro! Uno affonda il suo viso nel mio seno e raggiunge la pace, l'altra - e solo se lo dice lei- a stento si fa abbracciare! Ed io passo dalle stelle alle stalle in un nano secondo perché non so quale di me sia giusta... e se poi a due anni e mezzo il momento del pasto resta un delirio (e quando sono sola un incubo!!!) mi sento sempre più madre di mmmmm.... Cinia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per esperiena ti dico di non mollare, poi passa.
      Ora le fanciulle di cui parlavo in qualche commento sopra, hanno 7 anni, crescendo la vita è diventata più semplice, anche per il solo semplice fatto che loro sono due, si guardano a vicenda e ti lasciano respirare un po'..

      Elimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...