giovedì 18 agosto 2016

Come reinventare una casa vecchia con piccoli accorgimenti



Come sapete, in questo periodo siamo, più o meno fisse, in Italia, nella casa al mare. Una casa che aveva comprato mio papà e che, essendo inserita in un complesso turistico, è uguale a altre centinaia. Piccola ma funzionale, con una veranda e un giardino, silenziosa e fresca… Insomma, gli elementi per starci bene ci sono tutti. 

Ma, proprio perché l’hanno comprata i miei genitori, faccio fatica a ritrovarmi nello stile, che non è stato per niente curato. Quando però ci passo un po’ di tempo, come quest’anno, cerco di personalizzarla il più possibile. Ogni volta mi prometto di cambiare alcuni elementi, come per esempio il tavolo della veranda, che adesso è un grosso tavolo da birreria in legno e ferro, con tanto di panche, per sostituirlo con uno tipo questo 



ma è un investimento e rimando ogni volta. Altre cose, però, sono molto più fattibili e anzi, non richiedendo spese elevate, permettono non solo di rinnovare e personalizzare un po’, ma anche di divertirsi facendo shopping.

Sono principi, secondo me, applicabili ad ogni casa o appartamento che abbia bisogno di un tocco di stile diverso. A me per una casa al mare, o in campagna, piace lo stile vecchio, un po’ provenzale (vi ricordate quello di Parigi? Beh, meno shabby e più rustico!), ma una volta che si è individuato uno stile che ci piace si può fare a proprio gusto. 

Per esempio, ogni anno provo ad aggiungere qualche pezzo in cucina, magari recuperandolo da zie, mamme e vicine a cui non interessano più (avete mai provato ad apparecchiare una tavola con una bella tovaglia in lino e piatti tutti diversi, ma vecchi?). 

Mi capita anche di comprare dei pezzi nuovi per fare un mix, che a me personalmente piace tanto, come questi portatovaglioli che ho trovato su Livingo e che fanno impazzire tutti i bambini che vengono da noi



anno impazzire tutti i bambini che vengono da noi
Un altro elemento che mi piace cambiare per dare un’aria nuova e più fresca alla casa è il copridivano. Ora, io non sono una grande amante, ma coi bambini piccoli si rischia veramente di rovinare un divano in tre secondi. In più, al mare abbiamo due divani letto, la cui copertura è piuttosto bruttina, senza contare che magari le bambine tornano dalla spiaggia e ci si buttano tutte insabbiate… Quindi viva il copridivano! Per una casa così a me piacciono colorati, con colori anche caldi, ma per casa preferisco invece la tinta unita e i colori più tenui o freddi, come il blu o il crema per chi non ha grossi problemi di sporco. Ovviamente parlo sempre di teli, non di copridivani della misura esatta, più facili da trovare e da riutilizzare anche su altre superfici :) 

Altri elementi che mi piace cambiare sono quelli decorativi: un nuovo portafrutta di riuso, un vaso per i fiori freschi, qualche libro usato da aggiungere agli scaffali, un tappetino per la cucina nuovo, dei cuscini colorati per il mio letto, una bella foto della famiglia da aggiungere alla parete, con una cornice rifinita in maniera semplice. 

Ecco, io quando torno al mare e trovo il prato ormai secco, il solito tavolo da birreria e la cucina marrone scuro ricomincio da capo, faccio un check delle cose e piano piano la rendo mia. 

Dovrei farlo anche con la casa a Panama, peccato che i mezzi a disposizione siano moooolto più limitati (già non posso ordinare su internet, e questo limita del 90 per cento gli acquisti!) e che chissà, forse la casa da arredare sarà presto un’altra… Incrociate le dita per me :) 

E voi? Come rinnovate un ambiente che non sentite vostro o che vi è venuto a noia?

3 commenti:

  1. Noi abitiamo in un vecchio appartamento quasi totalmente arredato. Io non sono un'appassionata e quindi è tutto un po un'accozzaglia. Però per me la parola d'ordine è colore!!!

    RispondiElimina
  2. I miei genitori hanno comprato 2 anni fa una casa nel sud della sardegna in un complesso turistico anche noi oguna con veranda e un piccolo giardino e con una piscina ogni 4 villette (ogni villetta è monofamigliare). La casa era arredata benissimo con con cose a caso da buttare nella casa al mare. In più si può andare al mare a piedi sia sabbia che sassi. Quindi problemi zero in questo caso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo dire "arredata benissimo e non com cose a caso"

      Elimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...