lunedì 22 agosto 2016

Quanto vale per noi una vita?


Credit: SOS Villaggi dei Bambini Onlus

4 euro a settimana. Cosa ci facciamo con 4 euro a settimana? Probabilmente ci compriamo il giornaletto ai nostri figli nel weekend. Io lo facevo ogni sabato, per rendere meno stressante la spesa con le piccole: se me la fate fare in pace, camminando senza fare storie, vi compro un giornaletto alla fine. E spendevo più di 4 euro, anche 10, ahimè.

Con quei 4 euro sottratti ad una spesa spesso futile, per noi e per i nostri figli, si può fare molto. Vi sembra incredibile? Eppure vi racconto una storia: come sapete, per tanti anni ho ospitato con la mia famiglia i bambini del Progetto Chernobyl, provenienti appunto dalle zone contaminate dalle radiazioni nel 1986. Il sostegno proseguiva poi a distanza e una volta, una persona che come me ospitava e poi sosteneva, aveva inviato 50 euro alla famiglia di un bambino che era stato a casa sua.

Durante un viaggio in Bielorussia, negli anni successivi, visitammo insieme quella famiglia: coi 50 euro avevano comprato una mucca. La mucca veniva fecondata regolarmente, e vendendone i vitelli erano riusciti a comprarsi una cucina a gas e una piccola macchina da cucire.

4 euro alla settimana corrispondono a poco più di 50 centesimi al giorno e a 16 euro al mese: cosa sono, per noi?
Per molti di noi - lungi da me fare i conti in tasca! - spesso sono soldi spesi male, in maniera futile, per il giornaletto o l’ennesima pizza ordinata anziché preparata in casa. Ma per i bimbi di Amico SOS, il progetto che sostiene i piccoli ospiti dei 7 Villaggi SOS Bambini presenti sul territorio italiano, possono rappresentare davvero molto. Sicurezza, protezione e stabilità per bambini - bambini come i nostri - cresciuti fino ad ora in situazioni di disagio e maltrattamenti. Bambini a cui non importa tanto del giornaletto di Peppa, quanto di avere un letto caldo e un bacio alla sera.

In alternativa, si può investire qualche euro in più donandone 28 al mese per uno dei tanti Villaggi SOS Bambini presenti nel mondo, anche in Bielorussia! Un gesto che contribuisce alle spese per cibo, vestiti, educazione scolastica e cure mediche, tutte cose che, nella nostra vita, sembrano scontate. Ma quando visitate certi posti, certe case, certe strutture, vi rendete conto facilmente che no, non è così.

Io ho deciso di smettere coi giornaletti, e voi?

PS Non è un post sponsorizzato, sia chiaro. Diffondiamo sempre con piacere gli appelli lanciati da Onlus e altre organizzazioni in favore dei bambini. E il contributo di tutti noi è importante.
Questa volta sosteniamo SOS Villaggi dei Bambini Italia, di cui trovate tutte le info qui: http://www.sositalia.it/

Io, intanto, tra pochi giorni sarò in Bielorussia. Seguitemi!

4 commenti:

  1. E' bello vedere persone che si interessano ai bambini malati, anche io ho sempre donato per i bambini poveri, invece i miei amici dicevano sempre di no che era tutta una truffa che i soldi se li tenevano , allora ho fatto delle ricerche ed ho scoperto che tutti quei soldi in questo caso 4 euro l' un terzo andava ai bambini e l' altra parte ai creatori della pubblicità , non so se è vero magari è solo una bufala adesso però ci penso prima di donare e alcune volte passo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho adottato per tanti anni un bambino a distanza, mi sono sempre fidata. In più in Bielorussia andavo di persona, e i soldi li consegnavo io (e facevo dei reportage per mostrare dove venivano impiegati quelli raccolti con le donazioni, le vendite, ecc). Fare qualcosa si può sempre! ;)

      Elimina
  2. Ma diciamoci la verità per ma maggior parte di noi una vita non vale nulla.Molti spendono tranquillmente per un cane o più ma mai darebbero 30 euro al mese per delle persone che sia donazione o finanziamento di qualcosa di utile. Di solito dicono "tanto così va il mondo" invece no è così che noi lo facciamo andare. È pien9 di gente abbastanza misera che si emoziona per uno smalto da 40 euro ma mai metterenbbe mano al portafoglio per dare un terzo della stessa cifra ad altri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Io adoro gli animali ma davvero c'è gente che spenderebbe centinaia di euro per un cane ma poi non darebbe (o non dà) 20 euro per un progetto che coinvolge bambini. Sono scelte personali, indiscutibili, ma va beh.

      Elimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...