venerdì 28 ottobre 2016

Autunno, cadono le foglie… e il moccio.

Malanni

Ebbene sì, è ottobre ed abbiamo già iniziato.
Pensavo che a 7 anni la situazione migliorasse, pensavo che con la scuola elementare tutto cambiasse, e invece… Invece eccotelo lì, il moccio verdognolo, quello che colora tutte le maglie di tuo figlio e facciamo anche qualcuna tua (prima erano i pantaloni, varia in base all’altezza). 

E quindi arriva quella che ti dice:
“Scusate ma devo dirvi una cosa, in via preventiva: Francesco non ha dormito tutta la notte e ha vomitato catarro”.

Che tu sei lì, col cucchiaino con cui hai appena ripescato un Pan di Stelle nel caffè così, a mezz’aria, e a mezz’aria lo lasci, colpita da un improvviso conato.






Verso sera, mentre sorvegli tuo figlio, il tuo sano figlio, che fa i compiti, ecco che ti arriva una notifica: 

“Micaela 39.5, la pediatra le ha dato l’antibiotico. Pare che giri”.

E tu, anche se sei donna, ti tocchi.

E siamo solo ad ottobre!

E questo ottobre, lo sapete, io c’ho una neonata in casa. Una piccola, bellissima, paffutella neonata di nemmeno tre mesi. Na criaturina fragile e indifesa, che ogni giorno accompagna, raccoglie e porta in giro suo fratello di 7 anni. Quello che sta in classe coi microbi e che per ora sembra esente. 

Sembra. 

(e ti ritocchi, dai retta). 

Poi hai un lampo: prevenire è meglio che curare. Dove l’ho messo? DOVE? 
E ti ricordi che l’hai regalato. A tua sorella. Perché tanto chissà…

Di che parlo?!

Voi mamme di infanti malati già lo sapete, vero?
Voi che avete frequentato il nido 3 giorni al mese, che avete comprato la barca al pediatra privato, che la vostra migliore amica è la farmacista


E' meglio che voi bambini ci prendiate una certa confidenza, eh...


Lui, l’aerosol.

Quella magnifica invenzione che permette a noi mamme di sedare i bamb… ehm, i malanni, non solo dei nostri figli, ma anche nostri. 

Il problema, quando manca qualcosa di vitale importanza in casa, è trovare il tempo per andare a comprarlo, giusto? Ma io ne so una più del diavolo e sono andata a farmi uno studio online, coi suggerimenti delle amiche mamme (non quelle della chat whatsapp, tranquille), ché io dopo 7 anni dal precedente acquisto non mi ricordavo più niente. 

Di una cosa però mi ricordavo bene: le urla.

Perché ammettiamolo: quanto riuscite a tenere un bambino piccolo sull’aerosol? Tre minuti? Cinque? 

Che c… ehm, fortuna!


Quindi quando mi sono messa a cercare su internet, ho cercato subito un prodotto che richiedesse un tempo di esposizione minore, che mi salvasse dalle grida e dal rincorrere mio figlio per casa con una ciabatta in mano minacciando di buttare via le figurine. 


Quelle rare, ovviamente.

E, credeteci, l’ho trovato!

Due minuti. Un aerosol che agisce direttamente sulle vie aeree superiori e inferiori, quindi naso e bronchi, e che agisce in pochissimo tempo grazie ad una nuova tecnologia che permette al prodotto di entrare subito nella zona interessata. 

Solo a leggerne la descrizione mi si è stappato il naso, giuro. 

Si tratta dell’aerosol Nebula, che contiene il Nebula Spacer per le vie bronchiali e il Rinowash, che invece cura le vie aeree superiori. Trovato ad un prezzo più che decente su yeppon.it
Un’altra super figata? Riduce al minimo la dispersione di medicinale
Dura rinunciare all’amicizia con la farmacista, ma potete sempre spettegolare via Whatsapp!

L’ho scritto alle mamme della chat: raga, tranquille, c’è il Nebula.
Forse così mi eviterò il conato di prima mattina.

Forse.

E se per caso anche voi foste alla ricerca dell’aerosol che vi salva l’inverno, su yeppon.it vi basta inserire il codice 50sfumaturedimamma4yeppon per avere le spese di consegna gratis.


Nebula alleato con Rinowash per sconfiggere il nemico!
Fico, eh?

Post in collaborazione con Yeppon


5 commenti:

  1. il rinowash della nebula è praticamente parte della famiglia, me lo fece comprare anni fa l'otorino per mio figlio (che aveva problemi alle adenoidi, cui è stato poi operato) ed è secondo me davvero davvero efficace. su consiglio della pediatra lo usiamo per un ciclo di 10 gg ogni mese nei mesi invernali, e devo dire che davvero libera bene le vie respiratorie alte, prevenendo otiti, sinusiti ecc. mi mancava quello per le vie respiratorie basse, quasi quasi lo prendo....

    RispondiElimina
  2. Qui con muco e tosse ormai abbiamo fatto amicizia e non ce ne vogliamo proprio separare! Ti dico solo che da settembre questa è stata la prima settimana in cui Caterina è andata al nido tutti i giorni. T U T T I. mi aspetto tragedie nel week-end! comunque, noi abbiamo un aerosol "standard" ma per fortuna riesco quasi sempre a farglielo fare senza problemi. Ovviamente la devo tenere in braccio e da metà trattamento devo anche cantare e possibilmente ballare, ma porto sempre a casa il risultato! Con il rinowas invece...è guerra! L'ho usato io un paio di volte ma lei...non si fa neanche avvicinare :-( sarà che è ancora piccola, avremo modo di riprovare quando capirà che se si fa fare quello salta qualche lavaggio!!

    RispondiElimina
  3. Credo che sarà mio a breve. I miei vivono intasati e 5min di aerosol mi sono sempre sembrati un successo..in più sono tre, se potessi abbreviare il mio calvario ecco..deve essere mio!

    RispondiElimina
  4. Col primo (4anni e mezzo) aerosol senza problemi da quando aveva pochi mesi, mentre il rinowash lo terrorizzava sino all'inverno scorso, entrato alla scuola dell'infanzia si è sentito grande abbastanza per affrontare i suoi demoni e: svolta netta nelle tempistiche di guarigione. La mia pupattola, che di mesi ne ha quasi 8, non solo porta in giro il fratello, ma frequenta il nido da settembre. Usciti dal suo primo vero malanno con febbre a 39.5 e antibiotico e 10gg a casa (siamo dovuti stare a casa dal lavoro sia io che mio marito, non avendo nessun appoggio) è rientrata il mercoledì. Il venerdì si è svegliata con moccio e 38 di febbre. Lei, ovviamente, terrore per il rinowash e l'aerosol lo fa per modo di dire, cercando di puntarle il bocchettone al naso mentre ciuccia la mascherina o qualsiasi cosa le capiti a tiro...

    RispondiElimina
  5. Sono l'unica mi sa che viene svegliata dall'urlo "mamma aerosooooool" nel pieno della notte...
    Tre anni, mia figlia è del tipo: un unghia incarnita? Serve una pomata? facciamo l'aerosol!!
    È diventato parte dell'arredamento, e quando gliene ho preso uno carino a forma di pinguino si è messa a piangere e siamo tornati a quello per adulti..

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...