Fenomenologia della donna

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Evviva, è l’8 marzo! Festeggiamo tutte! Perché non importa che tipo di donna voi siate, voi siete la linfa, le colonne portanti di questa società, madri adorate e figlie amate, bellezze da venerare e suocere da temere.

Voi siete tutto, insomma.
Nel bene e nel male.

Fenomenologia della donna

L’indipendente:

se un uomo cerca di offrirti un caffè ti offendi a morte, anche se è tuo padre. Sei capace di mandare un uomo a cacare se prova a pagare al ristorante o se ti regala qualcosa. Non vuoi l’aiuto di nessuno nemmeno quando sei malata, hai tre figli a casa per lo sciopero e ti si è intasato il cesso.
Anche in quel caso cerchi di fare da te e senza nemmeno usare l’idraulico liquido… perché mai dovresti? Bastano i tuoi bicipiti e una ventosa. E del pelo sullo stomaco.

Senza speranza.

La piagnona: 

piangi per tutto. Quando tuo marito ti dice che tornerà mezz’ora più tardi del solito, davanti a C’è posta per te, se tuo figlio cade ai giardini e se vedi un uccellino morto. Piangi se scopri un buco di cellulite in più o un rotolino sulla panza che non c’era o una ruga accanto alle labbra che no, ieri proprio non era lì. Se hai figli piangi ogni qual volta vedi un bambino anche solo scaccolarsi. Perché?
Perchéééééé?! Ma non trovate meraviglioso cosa riesce a fare un bambino?! (E cosa riesce ad estrarre da quelle piccole naricine???)

No, non sono gli ormoni. 

La casalinga perfetta:

casa tua, che tu lavori oppure no, sembra uscita da una rivista.
A volte ti senti un pochino come Jack Nicholson in Shining, soprattutto quando il tuo uomo o tuo figlio osano camminare con le scarpe per casa o far cadere una e dico una briciola inavvertitamente.
Ma che importanza ha se nel water ti ci puoi specchiare e riesci persino a vedere lo sguardo da pazza?

Tutti ti chiedono come fai e tu fai spallucce, senza svelare a nessuno che in realtà sei maniaca.

L’importante è l’apparenza. 

La figacciona:

non esci mai se non sei perfetta.
Unghie, capelli, scarpe, borsa all’ultima moda. Per te essere inappuntabile dalla testa ai piedi è questione di vita o di morte, e poco importa se pensano che tu sia una cretina senza cervello, intanto sei figa!

La trasandata:

non conosci la differenza tra l’abbigliamento casalingo e quello da esterno.
Devi uscire a fare la spesa? La tuta, se non il pigiama, la pinza in testa e un sacchetto di plastica al posto della borsa andranno benissimo.
Ti senti veramente figa se non hai macchie su quella specie di maglia informe taglia XL (quando pesi 40 kg se va bene).
Un t-shirt con la scritta “Oratoriadi 2016” ti sembra adatta ad una cena aziendale.

Punto tutto sul cervello, ti dici, e credi che essendo zozza e cadendo a pezzi si noti.

Ehm… no.

La pettegola:

il tuo unico scopo di vita è parlare degli altri e spargere notizie ovunque, neanche fossero coriandoli a Carnevale. Racconti i cazzi di tutti a tutti e pensi che gli altri non lo sappiano e che peraltro a loro interessino quanto a te. 
Ma è più forte di te, non riesci a non utilizzare i padiglioni auricolari come parabola di Sky e se ti concentri prendi la tv svizzera.

Non è proprio carino eh! 

L’amicona: 

Sei un “caraaa”, “tesoroooo” e “amoreeee” con chiunque. “Gioia” è il nomignolo con cui chiami tutte, purché respirino e te la cavi senza doverti ricordare il nome delle tue 5934 amiche.
Il tuo cellulare suona di continuo, WhatsApp produce una quantità di notifiche superiore alle segnalazioni che arrivano alla CIA, Marc ti ha chiesto di diventare suo socio in Facebook perché sei la più connessa del Pianeta Terra.

Le tue amiche vengono sempre prima di chiunque altro.

Anche quelle di cui non ti ricordi il nome.

La party girl: 

Entri ed esci da eventi, locali, posti imperdibili, vernissage, mostre, ristoranti e alberghi come fosse il cesso di casa tua.
Sei capace di essere presente a 4 feste in un’ora e cambiarti d’abito per ciascuna di esse. Hai un’agenda fitta di impegni. Lavorativi? No, che? Scherzi? Sono tutti party, inaugurazioni, festeggiamenti. Non puoi mancare, devi esserci.
A costo di non fare altro nella vita o quasi.

Altro? Altro tipo?

La vecchia inside: 

il plaid è il tuo migliore amico. Il divano ha preso le sembianze del tuo fondoschiena, il telecomando è una tua appendice e la tazza di tè la tua compagna di vita.
Uscire la sera? No, sono stanca… e poi… con tutto quello che si sente!
Ristorante? No, poi mi viene una congestione quando esco… e chissà che ci mettono in quei piatti! Meglio una pastina a casa.
Festa? L’ultima l’hai vista nel 1992.
E ancora non ti sei ripresa.

Qualunque donna siate, che ci siate o no qui sopra, auguri!

More from 50sfumaturedimamma

Siamo tutte fighe agli occhi degli altri

Share this... Perfetto, eh! È il nostro vecchio motto. Guardiamo da fuori...
Read More

12 Comments

  • siamo cosiiiiii… dolcemente complicate…
    io sono la donna in fermento… sono quella che aspetta un cenno dallo schifio di marito che si ritrova..
    sto strunz! dopo la mezzanotte gli lascerò un bigliettino sul cuscino: "è passata questa giornata, com'è passata la tua possibilità di trombare per i prossimi 12 mesi.. "
    tra parentesi, io sono anche quella che ieri gli ha comprato il regalo per la festa del papà.. ma vaffa…. in testa glielo dò..

  • l mio nanetto di due anni e mezzo ha fatto il lavoretto al nido per la festa della donna…appena ha visto mia mamma le ha detto "tieni nonna fatto questo per te"…e così ho perso la mia mimosa!!!

  • Indipendente :DDD
    Ogni volta minaccio il mio Socio affinché non prenda niente, così come per S.Valentino, ma poi torno a casa la sera e trovo puntualmente il mazzetto. Ho un uomo romantico che bilancia la mia, ehm come dire, mumble mumble….. essenzialità?!
    Lui guarda i programmi di cucina, io di DIY e ristrutturazioni. Noi la parità di genere l'abbiamo al 100%! 😀

  • Eccomi, sono la piagnona 😀 Se non bastasse il mio modo di essere, c'è pure mio marito che molto finemente mi fa notare la mia pelle a buccia d'arancia -.- Vorrei apparire più bella ai suoi occhi, visto che lui fisicamente non è peggiorato (ma d'altronde l'uomo che ne sa del parto)e voglio eliminare questa maledettisima celluliteeeee 🙁 Ho letto in questo articolo http://elettrostimolatoreclick.com/elettrostimolatore-cellulite/ che ci sono pure gli elettrostimolatori per eliminare la cellulite. Qualcuna li ha mai provati? Funzionano davvero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *