martedì 21 marzo 2017

L'età giusta per diventare mamma esiste?

Qual è l'età perfetta per diventare mamma?




Quando ho avuto il mio primo figlio avevo 31 anni e credevo di avere più o meno l'età giusta per avere un bambino.





A 30 anni non sei più una ragazzina, la tua vita da studente dovrebbe essere ormai conclusa, la tua vita lavorativa avviata, a livello sociale hai dato quello che dovevi dare e non è più il tempo per andare a ballare ogni sera o tirare l'alba, dovendo essere in ufficio in forma smagliante alle 9 e non avendo più 20 anni, quando sì, potevi fare l'alba, dormire 2 ore ed essere figa e pimpante alle 7 e 35 in metro'.

Bene, perfetto.

Solo che poi... Solo che prima di avere un figlio non lo sai che cosa un bambino porterà nella tua vita.
E sì, ti porta l'infinito, ti porta il cuore ad avere dentro talmente tanto amore che ti scoppia, ti porta quella gioia così grande che non hai mai provato in vita tua, ma ti porta anche quel terrore che non hai mai provato in vita tua, quel sentirti responsabile di una vita che non è la tua, quel sentirti improvvisamente grande, senza via di uscita, quel sentire che ti manca l'aria.

E mettere a soli 30 anni la tua vita dietro a  quella di un altro essere umano non è esattamente facile.

Ma poi lo fai, in qualche modo, ce la fai e va sempre meglio, nonostante la stanchezza, che è veramente tanta!

E' mentale. E no, non sei abituata a gestire una stanchezza mentale di questo tipo, alienante, svilente, tutta cacche, puzze, pipì, pannolini e urla e pianti. Con gli ormoni che ti fanno vedere tutto come non vedresti se solo quei maledetti fossero in equilibrio. Con la routine che ti fa sembrare tutto così piatto, sempre uguale, asfissiante, difficile, pesante, senza via di scampo.

La stanchezza è fisica.

Non dormire è una tortura.

Occuparsi di un neonato è fisicamente faticoso. Sollevalo, cullalo, posalo, lavalo, cambialo, piegati, sollevati, rialzati, sdraiati, puliscilo, giralo, prendilo, cambialo di nuovo e di nuovo e di nuovo.
Allattalo. E ancora, e ancora, e ancora, e ancora. Notte e giorno. I dolori muscolari. La schiena. Le braccia. Il collo.

Eppure hai 30 anni o poco più!

Allora, se diventare mamma a 30 anni è faticoso, la verità può essere che bisognerebbe farlo a 20.
Bon. E chi t'ammazza a 20 anni? Sai come reggeremmo bene le notti insonni e la fatica fisica?
Sì, vero, ma mentalmente, ce la faremmo? E lavorativamente parlando sarebbe anche solo pensabile?

Dal punto di vista lavorativo, forse fa bene chi fa figli a 40 anni.
Ma fisicamente... povere loro! Se a 30 facciamo fatica, chissà a 40!

Ecco... no.

Come no? Se a 30 anni la maternità pesa, a 40 deve pesare il doppio, no?

No, non è sempre così.

Ho tante amiche che hanno avuto il primo figlio ormai ultraquarantenni e sono l'energia fatta persona.
Io per prima ho avuto la seconda figlia a quasi 40 anni e posso serenamente dire che mi pesa fisicamente meno del primo figlio.

Ebbene sì.

Perché? Perché sono i 40 anni. E' la maturità. E' la consapevolezza. E' sapere che avere un figlio sarà pesante, faticoso, impegnativo, sfiancante e volerlo fare lo stesso. E' sapere che lo aspettavi da sempre, che è il momento giusto per te, che lo desideravi tanto, che devi goderti tutto, perché la vita, ormai lo sai, è un soffio.

Certo, per me è stato il secondo e anche questo conta, sicuramente, ma la verità è che è lo spirito con cui affronti la gravidanza e la maternità in generale che cambia tutto.

E' quello che hai dentro che cambia tutto, che cambia anche l'età, quella anagrafica e anche quella dell'animo. E' il dove posi lo sguardo, se sulla fatica o sulla gioia, se sul bicchiere mezzo pieno o su quello mezzo vuoto, se sulla meraviglia o sulla stanchezza, se sulle cose da fare o sui pensieri.

La verità è che non c'è un'età giusta per diventare madre, c'è un momento: quello in cui te la senti, quello in cui lo vuoi, quello in cui capita.

E il resto, in qualche modo, si farà.








9 commenti:

  1. mamma a 38 e 40 anni. Mi spiace di non averne avuto prima? Sì, se non altro perché se le prime non fossero ancora così piccole, ora a 40 penserei al terzo. Ma rimpianti no, visto che ci ho provato ad averli prima, ma per cinque lunghi anni non sono voluti arrivare.

    RispondiElimina
  2. condivido tutto, io mamma a 22 25 e 38 anni. E' esattamente come dici tu!

    RispondiElimina
  3. Io sono diventata mamma a 35 anni. Ora che ho appena compiuto 40 anni sento proprio il desiderio di diventare mamma per la seconda volta. Fino a poco tempo fa ero quasi convinta di non volere piu' altri figli, perché col fatto che Teresa adesso ha quasi 5 anni abbiamo raggiunto un bel equilibrio familiare..Quindi pensavo " stiamo bene cosi'", che e' vero eh! Pero' ora il mio desiderio di maternita' e' fortissimo. Speriamo di beccare la cicogna, sarebbe una rinascita a 40 anni!
    Martina

    RispondiElimina
  4. E' bellissimo, sentito e saggio questo post!!!

    RispondiElimina
  5. Hai colto nel segno, è il momento giusto da ricercare che spesso non coincide un'età anagrafica ben definita!

    RispondiElimina
  6. Ho avuto la mia bimba a 27 anni, non è stata propriamente cercata ma non abbiamo fatto niente per evitarla. Per me personalmente è stata l'età giusta, ho sempre detto che volevo un figlio entro i 30 anni. Adesso ha quasi 3 anni e tutti non fanno che chiedermi perché non fai il secondo? Perché per me per noi adesso non è il momento. Età anagrafica a parte.

    RispondiElimina
  7. Io ho quasi 31 anni e nessun figlio, immagino figlierò come minimo a 40, come mia madre che dice sempre che si stanca + adesso a starmi dietro che non trent'anni fa!

    RispondiElimina
  8. Sono totalmente d'accordo.
    Il momento giusto è una cosa molto personale, tanto personale che a volte non c'è ed a volte è quello che, a prima vista, sembrava sbagliato.
    Noi siamo stati molto fortunata, sono arrivati quando li abbiamo voluti, quando, come dici tu,avevamo un'idea di cosa poteva comportare ed eravamo maturi abbastanza per guardare più alla gioia che alla fatica.

    RispondiElimina
  9. Sono totalmente d'accordo.
    Il momento giusto è una cosa molto personale, tanto personale che a volte non c'è ed a volte è quello che, a prima vista, sembrava sbagliato.
    Noi siamo stati molto fortunata, sono arrivati quando li abbiamo voluti, quando, come dici tu,avevamo un'idea di cosa poteva comportare ed eravamo maturi abbastanza per guardare più alla gioia che alla fatica.

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...