Natale senza i tuoi, Pasqua con la sorpresa

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
uova dolci preziosi
Sono ormai 11 anni che vivo lontano dalla mia famiglia d’origine, eppure mi manca ogni giorno, e da quando sono mamma ancora di più. E no, non è per l’organizzazione, perché quella si risolve, nessuno è insostituibile nella pratica. E non è nemmeno per le vacanze di Natale da soli, senza l’albero stracolmo di regali e i pranzi interminabili. È per gli abbracci, per i pensieri, per le discussioni, per sentirsi semplicemente a casa, con certe persone. Non è il giorno di Natale passato in spiaggia lontano da tutto e tutti, ma sono i piccoli momenti che non si possono condividere. Il dentino che cade, un progetto confermato, un sogno che si avvera, la voglia di prendere il telefono e ricordarti che là, dall’altra parte del mondo, è l’una di notte e quindi meglio evitare.
E quando la nostalgia ti prende forte, quando pensi di non farcela, c’è solo una cosa da fare: rinunciare ad un viaggio da sogno pensato da tempo e prenotare i biglietti per l’Italia.
Si dice Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi, ma forse proprio perché ho passato l’ennesimo Natale lontano dalla mia famiglia ho sentito il bisogno di prendere quei biglietti per Pasqua, o forse perché semplicemente ad un certo punto arriva, quel bisogno, il bisogno di sentirsi a casa, amati e coccolati, e non lontani da tutto e tutti, tra sconosciuti con cui si scambiano momenti e cene e difficoltà e quotidianità ma che un giorno torneranno ad essere sconosciuti, mentre la nostra famiglia sarà sempre lì, dove l’abbiamo lasciata.
E avevo voglia che per una volta fosse speciale anche per le bambine, avevo voglia che si riunissero alla nonna e allo zio e a tutte le zie, che per una volta provassero anche loro la magia della Pasqua, il rumore quando scarti con ansia l’uovo, scoprirne il contenuto e assaporarne il cioccolato, nasconderne pezzettini ovunque per poi mangiarseli quando nessuno ti vede… A Parigi le uova di Pasqua non esistono, almeno non nella nostra concezione, e nemmeno a Panama. Sembrerà un motivo stupido, eppure io ho sempre amato di più la Pasqua del Natale, forse per la primavera, forse perché ricevevo molte più uova che regali…

E così ho deciso: sorpresa sarebbe stata. Non ho detto niente a mia mamma, non ho detto alle bambine che avrebbero trovato, grazie a Dolci Preziosi, una montagna di uova di Pasqua.
Tenere il segreto con mia mamma è stata la parte più difficile: ogni volta al telefono rischiavo di tradirmi o di dire cose di poco senso. Ma non ha sospettato niente.
Ieri sera alle 20.30, dopo un viaggio interminabile in cui le bimbe sono state due angeli, ho suonato alla porta di mia mamma, a Prato. Avrei voluto avere la prontezza che hanno certe blogger di immortalare il momento, ma era solo nostro, e ho preferito godermelo in ogni suo istante: la sua faccia incredula, quasi non ci riconoscesse, e poi l’entusiasmo e la felicità. Ci ha messo quei dieci minuti per accorgersi che c’ero anch’io, ma in fondo è il bello delle nonne
E l’altra sorpresa? Stamani, quando le bimbe si sono svegliate, oltre alla torta per i cinque anni di Prisci preparata in extremis dalla nonna (incredibile come le nonne abbiano sempre TUTTO in casa, pure la candelina col numero 5!!!) hanno trovato questa scatola ad attenderle. 
Che dite, erano contente? (La Prisci ha fatto la stessa faccia della nonna quando ci ha viste… incredula! 😀 )
giochi preziosi pasqua
E quindi ringrazio mio fratello, la mia seconda mamma e le mie amiche per aver reso la sorpresa alla mia mamma possibile (e così ben riuscita).
E ringrazio Dolci Preziosi per aver regalato la magia della mia Pasqua anche alle mie figlie!
uova di pasqua dolci preziosi
Le uova di Pasqua Dolci Preziosi sono realizzate interamente in Italia secondo i migliori standard produttivi. Gli ingredienti sono di prima scelta e i gadget sono certificati come sicuri al 100% dall’Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli. Le uova sono di diverse dimensioni, al cioccolato al latte e dei personaggi del momento: Peppa Pig, Minions, Pets, Super Wings, Sam il Pompiere, ecc. 
E c’è anche un concorso per vincere tanti premi Super Wings! Trovate il regolamento a questo link.
Tags from the story
,
Written By
More from Anya

Viaggi: visitare la Medellín di Narcos e Pablo Escobar

Share this... Alzi la mano chi tra di voi guarda Narcos, la...
Read More

24 Comments

    • Davvero?? Io non sono una grande amante del cioccolato, in effetti lo preferisco fondente ma queste le ho assaggiate e sono proprio buone. Certo sono 8, mi sa che mia mamma potrà sbizzarrirsi coi dolci per un bel po'!!

  • Io la mia famiglia ce l'ho a 400 km ma mi sono ritrovata in tutto quello che hai scritto. Hai fatto proprio bene tesoro! Anzi quasi quasi vado a prenotare i biglietti del treno :)))))

  • sono d'accordo cn Nia hai fatto commuovere anche me….

    e come Nia anche io preferisco cioccolato fondente nelle uova!
    grande la nonna che ha fatto la torta nottetempo…. con tutti gli ingredienti a disposizione!!

    <3

    • Io il primo distacco l'ho fatto a 23 anni andando a vivere a Minsk, anche in quell'occasione sono tornata in anticipo facendo una sorpresa… forse il bello di stare lontani è anche questo 🙂

  • E infatti venerdi scendiamo anche noi con tanto di "beau parents" al seguito…so gia che nn sarà la settimana rilassante che vorrei e che molto probabilmente tornero con diversi kg in più…ma chissene!

    • I kg in più quando si viene in Italia dalla Francia PER FORZA (invece da Panama è il contrario, appena arrivo qui io ne perdo un paio, ahahah), per i beaux parents… L'importante è che siate tutti felici! 🙂

  • Anche a me è scesa la lacrimuccia, immagino la felicità di tua madre nel rivedere te e le nipotine!
    beh si sa le nonne sono magiche!! che bel compleanno per Priscilla, credo che lo ricorderà per sempre

    • Era felicissima (Prisci), ma la nonna ancora sta raccontando a tutti la sorpresa. Poco fa una mia ex collega dei tempi della tv mi ha scritto su FB per dirmi che sentiva una raccontare di una sorpresa della figlia e ha capito che era mia mamma perché aveva letto questo post, ahahahah! Ti puoi immaginare!!

  • Torno dopo Pasqua su questo tuo post per dare il mio parere sulle uova Dolci preziosi. Sono mamma di due maschietti di 2 e 5 anni, e devo dire che Dolci Preziosi quest'anno ha davvero colto nel segno nella scelta dei personaggi da rappresentare sulle uova. Ottimo marketing, prezzi nella media con buone promozioni. Tante uova spedite a diverse mamme blogger.
    Ma… ai bambini non interessa il marketing. Ai bambini, dopo il primo uovo ricevuto, in realtà interessa poco anche la cioccolata. Ai bambini interessa la sorpresa. E vedere i tuoi figli, tuo nipote, i figli degli amici, CON LE LACRIME AGLI OCCHI, perchè delusi dalla sorpresa, ti assicuro che fa veramente arrabbiare.
    Abbiamo comprato, tra figli e nipoti, 6 uova dei Sperpigiamini: risultato 4 calamite e 2 blocchetti per disegnare. Uovo dei Super Wings: auricolari per sentire la musica (a un bambino di 4 anni???)
    Veramente, delle sorprese ridicole. Forse qualche bambino più grande potrebbe apprezzare questo tipo di gadget, ma visto il tipo di personaggio scelto, dovresti pensare che i bambini che riceveranno quelle uova avranno al massimo 6 anni, e che con un auricolare, non solo non sanno cosa farci, ma anzi rischiano pure di farsi male!
    Io sono rimasta tanto male per i miei bambini, nel vedere la delusione nei loro occhi. Davvero, capisco che avranno pagato tanto in diritti per comprare quei personaggi, ma allora preferivo avere meno scelta, o meno cioccolata allo stesso prezzo, ma delle sorprese che i bambini potessero apprezzare. Mi dispiace, ma per quel che mi riguarda mai più Dolci Preziosi.

    • Non sono esattamente d'accordo, altrimenti non avrei scritto il post 🙂 Primo, perché nelle uova di Pasqua le sorprese devono essere piccole, piccole ma sicure, e già questo limita di molto la possibilità di scelta; secondo, noi abbiamo avuto in regalo delle uova Kinder e avevano tutte lo stesso regalo, degli inutili aggeggi dell'Era Glaciale che le mie figlie non si sono nemmeno filate. Certo, anche loro hanno trovato le calamite, ma a mia figlia piccola sono piaciute, le stacca e attacca e vuole portarle a casa (soprattutto ora che sa cosa sono i Pigiamini), mentre per dire è stata felicissima di aver trovato un puzzle, la sua passione, e la grande un braccialettino. Non so, forse dipende anche dalle aspettative, no? Non credo si possa infilare un castello Playmobil dentro l'uovo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *