giovedì 22 giugno 2017

Seggiolini auto: qualche consiglio per viaggiare sicuri





Come sapete, la normativa in tema di sicurezza stradale per i bambini è cambiata da gennaio.

Cosa è successo?

E' successo che il rialzo non è più ammesso se non per bambini che superano i 125 cm e non arrivano ancora a 150 cm.

Per i bimbi sotto i 125 cm occorre un seggiolino gruppo 3.

No, l'alzatina non è sufficiente. No, non importa che il tragitto è breve: non è sicura, non si usa, punto. La maggior parte degli incidenti che coinvolgono bambini avviene in città, nei brevi tragitti e a velocità ridotta. Peccato che un incidente a 50 km/h equivalga per un bambino a una caduta dal terzo piano, non so se rendo...

Lo sapevate che in auto anche la navicella, pure se omologata, non è sicura quanto l'ovetto?

Già. I neonati fin dal primo viaggio dall'ospedale a casa dovrebbero essere posizionati nell'ovetto, che peraltro andrebbe usato solo in auto e non a spasso. Perché?

Perché non è un passeggino.

Perché non lascia il neonato completamente disteso, ad esempio.

Perché se cade dovrebbe essere sostituito potendo non essere più sicuro.

E dove posizioniamo l'ovetto?

Sui sedili posteriori, che sono statisticamente i più sicuri.

Guidare con un neonato accanto, sul sedile anteriore, espone noi a facili distrazioni e lui a rischi maggiori.

Tra i sedili posteriori il più sicuro è quello centrale, se l'auto dispone del punto cintura necessario.

Se decidete di posizionare l'ovetto sul sedile anteriore ricordate di disattivare l'airbag.

Quando va sostituito l'ovetto? La maggior parte dei genitori lo sostituisce con un seggiolino gruppo 1 quando i piedini del bimbo vi fuoriescono. bene, non è così che va fatto. L'ovetto viene infatti dismesso molto prima del necessario ed è un vero peccato, perché è un dispositivo sicuro. quando cambiarlo? Quando la testa del bambino non è più all'interno dello schienale, ma supera lo schienale.

E' possibile utilizzare un solo seggiolino dalla nascita alla scuola materna? Sì, ne esistono alcuni molto validi, come AxissFix Plus di Bébé Confort.

Se utilizzate invece il classico ovetto, come Pebble Plus di Bébé Confort, ricordate che va posizionato in senso contrario al senso di marcia. La base Isofix su cui si aggancia Pebble Plus peraltro ha un sistema di luci e suoni che vi avvisa quando è montato in modo corretto. Utile, no?




Lo sapevate che mettere un bimbo in senso contrario al senso di marcia riduce addirittura dell'80% l'impatto sullo scheletro del bambino in caso di incidente? E che in alcuni Stati è obbligatorio tenere i bambini in questa posizione fino alla scuola materna?

Cerchiamo di tenerceli più a lungo possibile in questa posizione, ma, soprattutto, cerchiamo di tenerceli sui seggiolini, perché pare che i 2/3 dei bambini italiani non viaggino utilizzando il seggiolino: è un numero enorme.

Non ci sono scuse per non mettere un bambino nel seggiolino.

Un pianto, un capriccio, il caldo, NON sono motivi validi.

Se abituiamo sin da subito i bambini non si porrà mai il problema: quando un bambino sa che se sale in auto lo fa sedendosi sul seggiolino, sempre e senza alcuna eccezione, non vi chiederà di non starci, perché il viaggio in auto sarà associato al seggiolino, come il viaggio in aereo alla cintura di sicurezza o il motorino al casco.

Sta a noi instaurare l'automatismo.
Sta a noi non cedere per un pianto.

Ricordiamoci sempre che qualunque viaggio in auto è un pericolo e che i pericoli che non si possono evitare si affrontano in un solo modo:

essendo prudenti.


Post in collaborazione con Dorel

1 commento:

  1. Io mi auguro che le cose in tal senso migliorino perché non ne posso più di bimbi piccoli in giro per le auto (a tutta velocità per altro)...mi parte proprio l'istinto omicida quando li vedo!

    RispondiElimina

Condividi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...