Uomini inutili: quanti ce ne sono?

Share this...
Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Gli uomini degni di questo nome sono tanti, ma giuro che esistono, ne ho uno in casa e ne vado fiera, ma in questo Paese sono tantissimi anche gli uomini che non si meriterebbero nemmeno di essere definiti tali: sono gli uomini inutili. E sono un’infinità.

E continueranno ad esserci finché noi donne consentiremo loro di esistere, pacifici e beati, accollandoci tutto il carico mentale e fisico della famiglia che, ricordiamocelo, è ANCHE la loro.

Gli uomini inutili sono quelli che lavorano solo loro e tu:

se lavori, lavori meno, ovvio, non puoi competere;

se sei a casa ad occuparti di lui, casa e figli anche suoi, non fai nulla e non sai quanto si fatichi a lavorare. Beata te!

Sono quelli che non sanno mettere neanche le loro mutande sporche nella cesta,

che non sanno dove si trovano le cose, perché mai le hanno riposte,

che se apparecchiano sembra che abbiano smontato casa,

che chiedono, chiedono e chiedono, perché loro hanno esigenze sempre più importanti,

che hanno diritto di uscire, ma tu sia mai,

che hanno diritto di guardare la partita in tv, ma quel film che stasera volerti vedere tu, che vuoi che sia se non lo vedi?

Sono quelli che hanno dei figli e non sanno il nome della pediatra,

che non sanno cambiare un pannolino o preparare loro un pasto,

che poverini non possono prendere un permesso per parlare con l’insegnante o partecipare a UNA festa all’anno,

che iscrivono il figlio a calcio, perché il vero uomo italico fa così, però poi devi portarcelo SEMPRE tu,

che non sanno dove sia l’ufficio d’igiene per le vaccinazioni perché MAI hanno presenziato a un vaccino, che non si alzano di notte, perché tocca sempre a te,

che non scaldano un biberon di latte, perché loro sì che lavorano, tu te la gratti (la pancia!).

Sono quei paraculo che non fanno la spesa, perché tu la fai meglio;

che non lavano i piatti, perché tu lo fai meglio;

che non vestono i bambini, perché tu lo fai meglio;

che non cucinano, perché tu lo fai meglio;

che non caricano una lavatrice, perché tu lo fai meglio;

 

nutrendo il tuo ego e facendoti fessa e contenta.

 

Sono quelli che non ti chiedono come stai, se hai bisogno di una mano, se vuoi riposarti, se ce la fai.

Sono quelli che in fondo pensano che tu, donna, sia un essere inferiore.

E forse hanno anche ragione, perché lasci che si comportino così con le mille scuse che tu stessa fornisci loro.

Sono quelli che se non esistessero renderebbero la vita di tante di noi solo più facile.

Basterebbe lo capissimo.

More from 50sfumaturedimamma

Il termometro giusto per i bambini e come misurare la febbre a un neonato

Share this...Ci sono mamme che guardano negli occhi un bambino e già...
Read More

1 Comment

  • parole sante!
    io resto convinta che siamo noi a permettere che questa tipologia di uomo esista…
    diciamoci la verità, già dai primi tempi di fidanzamento si riesce a capire la tipologia di uomo che abbiamo a fianco… e malgrado l’innamoramento e l’attrazione che si prova, se si capisce che quelli che sono i suoi valori non ci piacciono e non ci piace ciò che pensa delle donne (per esempio che la donna deve stare a casa a fare la mamma perché a mantenere la famiglia ci pensa lui!), bè, sarebbe meglio farsi forza e cambiare aria.
    io non avrei potuto accettare già da giovane fidanzata limitazioni alla mia libertà e alla mia carriera… limitazioni che tanto poi, con la vita di famiglia vengono a crearsi per forza di cose, “obbligando” donne e uomini a fare scelte a volte non facili (cambiare lavoro/richiesta di part-time/smettere di fare trasferte etc..) per seguire i figli.
    allo stesso tempo credo che ora stia a noi, mamme di figli maschi educarli all’eguaglianza tra uomo e donna e renderli partecipi dei lavori di casa. Spesso lo si fa con le figlie femmine ma con i maschi no, poveri principini…
    Principini un corno! Forza, ci si rimbocca le maniche e ci si mette tutti al lavoro, mamma, papà e bimbi, indipendentemente dal sesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *