Parigi: 10 cose da fare assolutamente coi bambini

Parigi è una delle città più belle del mondo, non per nulla ho esitato a lungo prima di lasciarla e ho rotto i cabasisi finché non sono riuscita a tornare a viverci. Vivere a Parigi ha sicuramente dei vantaggi, uno di questi è poterla girare e goderne senza la fretta del viaggio. E dopo quasi nove anni e due figlie nate qui, mi sento di poter dare qualche consiglio per visitare Parigi coi bambini in maniera divertente, interessante e non troppo faticosa.

Prima di iniziare, potete leggere il mio post sui consigli più fighi quando si visita Parigi coi bimbi, ma anche cosa fare quando piove e in generale in inverno. Non dimenticate che le distanze sulla cartina sembrano corte, ma non lo sono: preferite gli autobus (scaricate la app Ratp) o le camminate, ma calcolate bene i tragitti. Evitate la metro se avete un passeggino perché non ci sono ascensori e sono presenti pochissime scale mobili (ricordo che una volta mi sono infortunata un ginocchio a forza di salire e scendere, in vacanza!), preferite sempre mezzi di superficie e piedi.

Ecco 10 cose da fare coi bambini a Parigi come foste dei residenti

1. Passeggiare la domenica mattina sulle Berges

La Mairie (il comune) di Parigi si è molto impegnato negli ultimi anni per valorizzare la Senna e farne un luogo per i parigini, senza auto e godibili a piedi, in bici o sui pattini. Se il tempo lo permette (e non quando c’è il sole e basta eh!) una passeggiata, magari con brunch, sulle berges (le rive) della Senna in zona Invalides è un vero must. Spesso organizzano atelier per bambini, altrimenti ci sono degli spazi gioco in cui si divertiranno sicuramente.

2. Giocare in uno dei tanti giardini della città

I parchi parigini sono molto diversi dai nostri e le aree gioco sono strutturate diversamente. Nelle zone turistiche, vi consiglio assolutamente il Jardin du Luxembourg, magari dopo una bella crêpe nella zona di Mouffetard/Quartier Latin. L’aria giochi è enorme, si paga un piccolo biglietto per entrare ma è assolutamente meritevole, i bambini impazziscono quando sono lì dentro. E voi vi potrete godere un po’ di pace, perché tanto i giochi sono recintati.

3. Mangiare da Hippopotamus

Spesso i turisti si infilano nelle brasserie e o mangiano malissimo, o non riescono a starci tra passeggini, giacche, borse, ecc, o tutte e due. Tagliate la testa al toro e fate come i parigini: no, non uscite senza figli (loro fanno veramente così) ma andate da Hippopotamus. Trovatene uno vicino a voi, godetevi una bistecca e lasciate che mangino nuggets e si prendano il palloncino.

4. Andare alla Villette

È un po’ fuori mano, ma la Cité des Enfants vale la visita se avete una mattinata libera, e se i bambini sono più grandi spesso ci sono anche altre esposizioni o attività da fare. Avete la versione 2-7 anni e quella 5-12.

5. Passare una giornata al Jardin des Plantes

Che il tempo sia bello o no, fate così. Iniziate visitando la galleria dell’evoluzione all’interno del parco, che ai bambini piace sempre. Quando avrete finito, sarà sicuramente ora di pranzo: approfittatene per pranzare alla vicina moschea, appena fuori dal parco, che con la bella stagione ha anche una notevole terrasse. Una volta finito, rientrate nel parco e visitate la ménagerie: è come uno zoo, ma piccolo e carino. Vale la pena lasciarlo alla fine per tenere i bimbi tranquilli mentre mangiate!

6. Fare un picnic

Eh, lo so. Ma se siete a Parigi tra marzo e settembre, allora fatelo! I parigini si riversano nei parchi appena esce un po’ di sole, comprano una baguette, dei pomodorini, delle fragole e mangiano n’importe où (dove capita). Io consiglio il Parc Monceau oppure Butte Chaumont.

7. Salire su un manège

In Italia non sono più tanto di moda, soprattutto fissi, ma a Parigi sono un must e sono uno dei divertimenti preferiti dei bambini. Il manège – ovvero la giostra – si trova un po’ ovunque. Quelli sotto la Tour Eiffel sono sicuramente i più suggestivi (e vi regaleranno delle foto bellissime per Instagram, che non è poco, in particolare quello sotto Trocadéro).

8. Fare un atelier

Coi bambini più grandi (materna e elementari) si possono fare tanti atelier nei musei o in associazioni. Il Musée en herbe propone esposizioni e atelier (soprattutto pittura) davvero belli, vale la pena anche se i bambini non parlano francese.

9. Visitare l’Opéra de Paris

Già prima di Ballerina l’Opéra era un grande must delle domeniche di pioggia dei piccoli parigini, ora poi… L’ingresso per i minori di 12 anni è gratuito, e poi potete noleggiare un’audioguida che li conquisterà a soli 5 euro. Più del cartone, io vi consiglio di raccontare il Fantasma dell’Opéra!

10. L’acquario

L’acquario di Parigi si trova accanto alla Tour Eiffel ed è un must per tutte le famiglie parigine che ci sono andate più e più volte. Per visitarlo come si deve contate un buon paio d’ore!

Varie ed eventuali: io consiglio anche Orsay, Quai Branly (per l’arte africana), le Catacombe, lo zoo de Vincennes (riaperto da pochi anni), il Bois de Boulogne per un giro in barchetta, Les Tuileries per un giro sulla ruota (tra novembre e maggio) e soprattutto la Coulée Verte, che durante la bella stagione è semplicemente bellissima.

Ora che avete tutti i segreti per visitare Parigi coi bambini come dei veri parigini, non vi resta che partire!

Tags from the story
More from 50sfumaturedimamma

Lasciamo che imparino a vivere. Prima dei 40 anni.

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailPranzo con amici. I bambini estraggono delle carte di cui so...
Read More

16 Comments

  • Grazie!!! capiti a fagiolo! io e Pietro partiamo soli soletti per un we a Parigi a fine mese.
    Farò tesoro! Una domanda, secondo te il Louvre è infattibile? Sono stata più volte a Parigi ma non sono mai riuscita a visitarlo. Pietro ha 4 anni.
    Che dici?
    Consigli anche su come muoversi? Metro si o no? nel caso carnet o abbonamento + giorni? o meglio Uber?

    Graaaazie!!
    Francesca

    • Il Louvre può essere davvero faticoso, e non solo per la lunghissima fila di attesa. Però ai bambini, per esempio, piace tanto la parte degli Egizi, quindi valuta tu… Di sicuro pretendere di vederlo tutto con un bambino di 4 anni la vedo dura 🙂
      Quanto ai mezzi, sarete con o senza passeggino? Senza ti consiglio prevalentemente la metro perché è più veloce, ma evita gli interscambi che sono lunghissimi (a Les Halles, a Montparnasse… dove ci sono diverse linee, insomma). Ci sono delle belle linee di bus che io consiglio sempre, tipo la linea 95, che va da Montmartre fino alla tour de Montparnasse (e oltre ma non è interessante 🙂 ). Mi piace anche l’82, dal Jardin du Luxembourg fino alla Tour Eiffel (e oltre, Place Victor Hugo poi verso Neuilly Sur Seine). Fino a 4 anni non si paga, onestamente se non paghi non se ne accorge nessuno. Ti consiglio la Paris Visite, così non ci pensi più e puoi già farla in aeroporto e usarla anche per andare e venire da lì, senza biglietti supplementari (i parigini fanno così col proprio abbonamento ai mezzi che copre le zone 1-5). Se arrivi a Beauvais, fai zone 1-3. A Disneyland vai con la 1-5. https://www.ratp.fr/titres-et-tarifs/forfait-paris-visite

  • Grazie mille! non avevo intenzione di visitarlo tutto, ero più orientata sulla parte italiana e a questo punto inserisco gli egizi! ma se faccio il biglietto on line per il Louvre faccio la coda comunque?
    Per i bus..grazie mille sicuramente seguirò il tuo consiglio, lui li adora e ci permetteranno di vedere Parigi stando seduti!
    Saremo senza passeggino (quando gli ho chiesto se lo voleva portare mi ha detto; Mamma ma stai scherzando?!) quindi ho deciso che lo assecondo!!wish me luck!
    Arriviamo a CDG e non ho intenzione di andare a Disneyland. Dici che vale la pena la Paris Visite comunque?
    Quindi lui che ha 4 anni compiuti paga i mezzi pubblici, giusto?

    • Che sappia io il biglietto comprato on line non permette di evitare la coda ma devi entrare in quel preciso lasso di tempo… Io sono sempre entrata gratis o con la tessera di giornalista o con i nostri tesserini aziendali perché le nostre aziende sono sponsor… Ho trovato questo però, non so se può esserti utile: https://reservation.parisinfo.com/il4-offre_i151-musee-du-louvre-acces-prioritaire.aspx
      Sì, da 4 anni in teoria pagano, ma nessuno ti chiede i documenti e a meno che non sia proprio palese puoi anche non farlo. Te lo dico per info, io alle mie figlie l’ho sempre fatto, o meglio: ho sempre avuto un carnet dietro, se non avevo biglietti, pace. Ora è più palese che non abbiano 4 anni quindi appena finiscono li ricompro per averne sempre 🙂
      Se arrivi da CDG il biglietto RER solo andata ti costa 10 euro e qualcosa. Guarda quindi quanti giorni stai e se ci sono altre cose che vuoi vedere fuori dalla zona 3 e valuta se ti conviene, secondo me no, se resti sempre nella zona 1-3. Inoltre io ti direi di prendere il Roissy Bus, costa due o tre euro in più ma è molto più comodo della RER. Arriva, se non sbaglio, all’Opéra.

    • Ah, la Paris Visite falla comunque ma zone 1-3, intendevo questo! Considera che un carnet di 10 vale 14.90 euro. Un biglietto in metro lo usi solo una volta. IN bus fino a tre ma in 70′ e su bus tutti diversi. Ci sono anche biglietti giornalieri, dai un’occhiata al sito RATP e se hai bisogno dimmi!

  • Grazie Anja sei gentilissima! quindi dici bus? grazie io l’avevo escluso a favore della rer perchè pensavo ci mettesse troppo! ora lo rivaluto.
    Quindi ti consigli, Roissy bus + paris visit per me e Pietro, o solo per me e a lui prendo un carnet?
    Immagino che in metropolitana debba per forza pagare il biglietto per pssare dai tornelli o riesco a farlo passare con me? Se dici che non mi chiedono i documenti potrei provarci..alla fine ha 4 anni e 3 mesi :))

    Grazie davvero!

    • Provaci pure, non te li chiede nessuno! Se te li chiedono, non ce li hai, e a 3 anni e 11 mesi 😀
      A me mai chiesti comunque, qualche controllo l’ho avuto ma veramente uno su un milione e mai mai mai con le bambine. Insomma, vedi tu, io in genere sono più tranquilla in regola quando viaggio, ma qui mi è capitato molte volte di non averli 🙂
      Detto questo, il bus lo prendi fuori dall’aeroporto e ti lascia in centro, per me è tutta un’altra vita (io poi ho quello che mi porta sotto casa… meglio di così!). Onestamente la RER da Roissy fa proprio pena!

  • caschi a fagiolo anche per noi, andiamo a arigi inizio aprile, 6 giorni, con 3 figli di 13, 9 e 4 anni (i 4 li compie sull’aereo di ritorno). io devo infilarci una salita sulla tour eiffel e voglio andare al centre pompidou, ma sono molto scettica per la villette…ho paura che l’adolescente si annoi troppo e che mi costi un patrimonio i soldi e tempo, considerando le eta’ tanto diverse dei bambini…memore di un tuo veccio post, arrivo ad orly (da li meglio metro o bus?) e ho preso un appartamento nel marais, pensavo di non fare nessun abbonamento e di girare molto a piedi, credi sia fattibile? ovviamente con tappe nei vari parchi e giardini. ultima domanda, sono tentata dalla crociera sulla senna, vale la pena? la verita’ e’ che conciliare i diversi interessi e’ complicato, ma confico nello spirito di gruppo…adesso vado a guardare le musee en herbe, grazie mille!

    • No, non credo sia fattibile girare soprattutto a piedi. Le distanze a Parigi ingannano e coi bambini piccoli (4 anni) è un supplizio. Poi dipende molto da voi. Noi, per dire, a New York facevamo anche 20km al giorno, senza passeggino, e Prisci aveva appunto 4 anni precisi, ma ecco, avevamo dismesso il passeggino da tempo. Scegli in base ai bambini ma davvero le distanze sono importanti.
      La crociera a me piace molto, l’abbiamo fatta anche noi diverse volte. Puoi prendere il batobus che ti permette di salire e scendere come vuoi, così coniughi “mezzo di trasporto” e crociera.

      • ecco, mi sa che mi ingannano i ricordi perche’ e’ da molti anni ce non vengo a parigi ed ero giovane, forte e senza bambini eh eh eh…ora mi guardo i carnet, il passeggino lo abbiamo usato un anno fa per l’ultima volta e solo perche’ olivia si era rotta la gamba, per cui e’ escluso che lo portiamo.. bene, crociera sara’, temevo me la bocciassi! ancora una domanda, per monmartre: funicolare?
        grazie mille!!

        • Ah scusa, la funicolare: prendila pure, se hai l’abbonamento. Sennò sali le scale a piedi a fianco, noi facciamo sempre così perché io non ho l’abbonamento e le bambine nemmeno e sarebbe un biglietto in più a testa 🙂 Sono mi pare sui 200 scalini, l’ultima volta li ho contati ma ho dimenticato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *