Cose che capisci quando hai più di un figlio

Giorni fa mi è successo di parlare con una donna che raccontava di quanto fosse stanca a causa della figlia di due anni. Ne parlava come se noi non potessimo capire, al che le ho detto: ti capisco, io ne ho due.
Eh, ma sono grandi.
E io lo so che ha ragione. Cioè ha ragione a sentirsi così e a credere che non ci sia niente di peggio, perché mi ci sentivo anch’io.
Quando avevo un solo figlio.

Cose che capisci quando hai più di un figlio

– non è sempre colpa tua

Basta colpevolizzarsi per tutto, a volte i bambini fanno o non fanno qualcosa semplicemente per carattere, o perché in quel momento gli gira così, o perché perché perché

– non è sempre merito tuo

Al contrario, inutile gongolare per quello che da “bene” a un anno. Non vuol dire niente.

– se dorme/non dorme non sono tutti così

Esatto. Una sola esperienza non fa una legge (nemmeno due, ma con due almeno ne sei consapevole)

– se mangia/non mangia non dipende (solo) da te

“Io gli ho sempre dato quello che mangiamo noi e mangia di tutto”
(Buahahahahahaha!!!)

– se dice grazie non vuol dire che è educato

Certo, a due anni.

– se parla a un anno non significa che è un genio

Mettete da parte l’iscrizione ad Harvard.

– se sta fermo al ristorante non è grazie alle tue lezioni di bonton

Basta insegnarglielo, vero? Beh, no. Decisamente no. Non a due anni, ecco.

– se è dislessico o ha problemi di apprendimento non dipende da te

Alcuni bambini fanno più fatica per mille ragioni, non per il dna o il titolo di studio della mamma.

– tutto facile / tutto difficile

Facile o difficile è davvero personale.
Ogni bambino è a sé e ogni mamma, con quel bambino, è a sé. Ci sono mamme di 4 figli che non dicono mai di essere stanche, altre che con uno solo si sentono tutto il peso del mondo.
Per questo vi dico… godetevi qualsiasi figlio, che per le verità assolute c’è tempo!
Tags from the story
More from 50sfumaturedimamma

Cose da non dire se hai figli

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemail 1) Non dire mai che i tuoi figli non si...
Read More

2 Comments

  • Da mamma di figlio unico posso dire che certe cose le capisci anche quando tuo figlio cresce e soprattutto osservando gli altri e confrontandoti . Io tendo purtroppo a colpevolizzarmi per tutto ad esempio, è un mio difetto e l’ho sempre applicato in tutti gli ambiti non solo sulla maternità. So che tante cose non sono colpa mia ma non riesco a non continuare a mettermi in discussione per capire cosa posso fare per aiutare mio figlio a migliorare un certo tipo di comportamento o modo di fare. Devo dire però che tantissime delle cose che hai citato tu nel post le vedo su parecchie mamme di due figli dove il prediletto (in genere quello più semplice da gestire) è un genio grazie a loro perché le ascolta mentre quello più difficile da gestire non si sa da chi possa aver imparato (in genere, dicono, dalla suocera). Sulla stanchezza che dire… quando avevo mio figlio piccolo ero molto stanca ora non lo sono più così tanto e certamente con la sua crescita molte cose si sono semplificate. La stanchezza può essere data da tanti motivi, c’è quella mentale che è dovuta magari ad una forte preoccupazione o anche da come una persona affronta la vita e le cose che le capitano. D’altronde come dite voi in questo post i bambini non sono uguali tra loro e di conseguenza neppure gli adulti. Trovo quindi antipatiche quelle mamme che si mettono sempre in gara su chi è più stanco, perché dovrei forse vergognarmi se mi sento stanca e non ho 4 figli? Magari fosse così semplice! Certo quando mi rendo conto di lamentarmi per delle sciocchezze, vedere una mamma con 4 figli che ce la fa a fare tante cose mi è d’aiuto e mi regala anche ottimismo ma non lo è la gara! E comunque da quello che ho potuto vedere e in base alle mie conoscenze nella categoria di MAMME IN GARA vincono quelle con 2 figli. Vi posso assicurare che ho a che fare con famiglie numerose e quelle dai 3 in poi non sono le più lamentose e soprattutto non le vedo gareggiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.