Le 10 scuse più usate per non andare in palestra

Perché le mamme trovano sempre scuse per non andare in palestra

Allora, in quante siete a dieta? In quante avete già detto “da domani… anzi no, da lunedì… vado a correre/smetto di bere/non mangio dolci/faccio gli addominali” e via dicendo?

Eh sì, siamo tutte uguali, tranquille: arrivate a maggio viene la strizza (stringete stringete che così rassodate) e iniziamo a pensare: come faccio a dimagrire in fretta? Quel beverone funzionerà? E se digiunassi? E se mangiassi solo verdure? E se elimino tutti i carboidrati? E se inizio quel famosissimo programma che dura tre mesi? E se andassi in palestra tutti i giorni?

No ragazze, niente da fare. Non fate a voi stesse promesse che non manterrete. Perché tanto poi, si sa, ci sarà sempre una scusa che vi terrà lontane dalla palestra? Ah no? Oh vediamo!

Le scuse più gettonate per saltare la palestra

1. Sono stanca

La top delle top. Sono stanca al mattino, sono stanca in pausa pranzo, sono stanca al pomeriggio, sono stanca alla sera. E certo, siamo sempre stanche. Ma non ho mai sentito una col culo sodo da squat dire “sono stanca”.

2. Ho le mestruazioni

Perdonatemi ma io le chiamo così perché ciclo mi indispone, mi fa pensare alla Mariangela Fantozzi, le si è fermato il ciclo, gliene compreremo un altro ecc ecc. Comunque, tornando a noi. Anche Kayla dice che nel giorno più doloroso ok, ci sta, ma magari fare una camminata? E poi quante hanno dolori insopportabili per cinque giorni? Eddai.

3. Non ho tempo

Il tempo si trova SEMPRE. Basta avere delle priorità. Conosco donne che si alzano alle 6 al mattino per fare mezzora di allenamento in casa (grande Fede!), altre che in pausa pranzo vanno in piscina o fanno dei corsi di 45 minuti (io!), anche con un lavoro full time e bambini piccoli a casa. Si tratta di priorità: decidete quali sono le vostre e eliminate altro se andare in palestra vi sembra che sia importante.

4. Ho la pressione bassa

Fare esercizio fisico non significa scalare una montagna con un sasso sulla schiena… quando non vi sentite al top potete fare altro, vedrete che starete bene lo stesso.

5. Piove

Ah no?! Oh che palle piove, non c’ho voglia di uscire. Oh che palle piove, sai quando esci coi capelli umidi. Oh che palle piove, devo fare addirittura 300 metri per arrivare. Un po’ come quelli che non portano i bambini a scuola perché piove. Eddai.

6. Fa freddo

Infatti in Siberia la gente non fa sport, non lo sapevate?

7. Non trovo parcheggio

E andate a piedi, cazzo!

8. Ho il bambino malato

E cos’è, trasmette anche a voi la malattia? O forse ve lo dovete portare dietro? Non l’ho mica capita questa. Il bambino ha un padre, al massimo dei nonni, una tata, chiunque altro starebbe con lui mentre siete in palestra, ci può stare anche se è malato, vi assicuro!

9. Mi sento in colpa

Perché non sto con la mia famiglia. Invece quando la mattina vi alzate, vi guardate allo specchio e vi vedete cesse (a chi non succede, su) e vi rovinate così la giornata, innervosendovi per niente, incazzandovi con marito e figli, arrivando pure a piangere per un nonnulla ripensando intanto alle vostre cosce, quello fa bene alla vostra famiglia? Mamma serena e attiva, famiglia felice.

10. Va beh, tanto per una volta…

Eh sì, per una volta. Per una volta oggi perché piove. Per una volta domani perché siete stanche. Per una volta dopodomani perché avete le mestruazioni. Per una volta oggi che vuoi che sia la torta. Per una volta domani che vuoi che sia il McDonald’s. Per una volta dopodomani che vuoi che sia il pane fritto ripieno di lardo fritto passato nell’olio fritto. Questa secondo me è veramente la più utilizzata: ma in realtà, non è mai per una volta, ma è per due, per tre, per quattro, finché alla fine non ci si ricorda più l’ultima volta che si è andati in palestra, che si è usciti a correre, che si sono fatti gli addominali in casa, il senso di colpa piano piano svanisce, la prova costume passa col pareo e ciao, siamo a settembre, finalmente posso ingozzarmi.

Ecco, ho indovinato? No perché io aspetto settembre per riprendere a bere.

Forse. Va beh, magari per una volta…

PS Se volete motivazione, venite nel gruppo 50 sfumature di mamma in forma, è utilissimo! Ci sono un’estetista, un’istruttrice di palestra e una nutrizionista, mamme che ci seguono e che si mettono a disposizione gratuitamente per voi. Ricordate che il peso è solo un numero: quanto vi amate è la cosa più importante, e da lì dovete partire. Non preoccupatevi della prova costume, preoccupatevi di ciò che provate per voi, e il resto verrà da sé.

Buon allenamento!

More from 50sfumaturedimamma

10 modi in cui il Dyson Cyclone V10 può rivoluzionare la vostra vita

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailIn questi ultimi tempi molte di voi hanno visto pubblicizzare il...
Read More

4 Comments

  • Giusto..se la mamma sta bene tutti stanno bene..io ho l’abbonamento in palestra ma per questioni di gestione non riesco ad andare da un po’ ..ma ho ovviato comprando un po’ di pesi, bilanciere, manubri, elastici, fitball..e mi alleno a casa 5/6 giorni su sette..Mi alzo la mattina alle 5.30/6 prima che si sveglino marito e figlio..cosi poi sono bella attiva..soddisfatta e ho tutta la giornata per fare quello che devo o voglio.
    Inoltre ricordate che siamo un esempio per i nostri figli, per cui se ci vedono muoverci e mangiare bene lo faranno anche loro.
    Mio figlio di 4 anni fa il suo sport, judo, ma quando è a casa e mi vede allenarmi viene con me e mi chiede di fargli vedere come si fa…dai mamme è tutta salute.. bacioni

  • Molto d’accordo. Soprattutto sull’ultima parte però, che secondo me passa sempre in secondo piano. Avere le cosce cicciottelle o con un po’ di cellulite non è un crimine o motivo di vergogna, il costume si può mettere lo stesso e senza pareo. Io seguo un’alimentazione sana e faccio sport. Ma prima di.avere costanza in queste cose ho dovuto lavorare su di me e accettarmi. Ora non perdo peso e non ho un gran fisico, ma corro perché mi piace, vado.a nuoto perché mi rilassa e metto le gonne perr.mi piacciono, anche se non ho delle belle gambe

    • Applausi! Questo è lo spirito (il resto è soprattutto per farsi una risata, ma il mio pensiero penso di averlo espresso tante volte: la bellezza di una donna è proporzionale all’amore che ha per sé, non c’entra col numero di taglia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *