Perché la Vitamina D è importante

Vitamina D e bambini

In questi ultimi tempi si parla molto di Vitamina D, anche qui se ne è parlato: c’è chi dice che un tempo nessuno se ne preoccupava, c’è chi invece ne ha capito l’importanza e non sottovaluta i rischi (a breve e lungo termine) che una carenza può portare.

In alcuni paesi e in alcune zone d’Italia la Vitamina D è data ai neonati nei reparti di maternità, proprio perché non ne siano carenti. Magari però poi capita che andando avanti nel tempo la Vitamina D cada nel dimenticatoio…e magari proprio quando servirebbe di più occuparsi della sua assunzione. Abbiamo pensato ad un post in cui vi spieghiamo perché è importante assumere la Vitamina D e come e quando farlo!

La Vitamina D e i bambini

Come dicevamo, ormai è prassi prescrivere la Vitamina D alla nascita. Perché? Semplicissimo: il latte materno ne è povero (e gli alimenti che la contengono non sono proprio indicati per un neonato!), ma è importantissima per la formazione ossea e non solo. Anche dei muscoli e del sistema immunitario,  per questo si danno gli integratori. Nessun complotto, tranquille: è la scienza che fa progressi (per fortuna dei nostri figli).

Via via che si cresce, però, la Vitamina D viene messa da parte, pensando che esposizione solare ed alimenti possano essere sufficienti.

Ma pensateci bene: quanto tempo passano i vostri figli all’aria aperta? Quante volte fa troppo freddo, tira vento, fa troppo caldo, ecc? Senza contare le ore che passano chiusi in classe o a fare altre attività. L’80% del fabbisogno di Vitamina D proviene dal sole ma, come dicevo, non sempre si riesce ad approfittarne. 

Per quanto riguarda i cibi, solo il 20 % di Vitamina D può essere assunto con la dieta, in ogni caso insufficiente al fabbisogno normale.

Eppure la Vitamina D è importante e bisognerebbe fare attenzione. Il suo scopo principale è quello di aiutare il calcio a fissarsi nelle ossa, e studi recenti hanno dimostrato che ha effetti positivi sullo scheletro e non solo. Questo significa che un buon apporto di Vitamina D rende i nostri bambini più forti, robusti e resistenti.

Cosa fare per aumentare l’apporto di Vitamina D?

  • uscire il più possibile: nei paesi nordici stanno all’aperto ogni volta che possono, facciamolo anche noi, se fa freddo ci copriamo (non è vero che il freddo fa ammalare).
  • consumare alimenti ricchi di Vitamina D, anche se non è certo che con la dieta riequilibriamo una possibile carenza di questa vitamina fondamentale. Potete trovare una lista qui

E fate controllare tutta la famiglia: siete sicure di assumere abbastanza Vitamina D?

More from 50sfumaturedimamma

Fare la mamma oggi è più difficile

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailSì, care mie. Sì, nonne e bisnonne. E voi c’avrete anche...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.