Mio cuggino ha detto che (o lauree prese su internet)

Non so se sia una cosa tipicamente italiana, ma santoiddio, ultimamente queste lauree prese su internet e questa marea di Cuggini mi hanno davvero rotto le palle.

Non si può dire NIENTE senza che qualcuno ti contraddica citando autorevoli fonti.

Perché “internet” è la fonte, non lo sapevate?

Se c’è scritto è vero.

E se non è internet è miocuggino.

Oggi ho condiviso sulla nostra pagina facebook il post di un medico pediatra che dice che aspettare 3 ore per fare il bagno è una cagata pazzesca (non diceva esattamente così, ma il concetto è questo).

Beh niente da fare, moltissime indignate a ribattere con articoli che parlano di congestione da bagno in mare (quando il medico suddetto afferma che in medicina non ESISTE) citandomi sempre e comunque  articoli che NON SONO SCRITTI DA MEDICI. Da fonti del caiser ad altre anche più serie eh (tipo Il corriere) ma i giornali vivono anche di articoletti del cazzo, scritti dalla stagista per riempire la pagina online ahimè, sì anche il corriere.

Se non era l’articolo, era il cuggino.

Il mio compagno di banco è morto annegato dopo un a fetta di anguria.

“non so se c’entri l’anguria…”

Beh l’ha mangiata ed è morto.

Lo zio di mio nonno ha preso la poliomelite dopo un vaccino.

A dire il vero non esisteva ancora il vaccino…

Beh è morto lo stesso, i vaccini sono il male.

A me frega nulla se tenete i vostri figli sotto l’ombrellone tre ore dopo il ghiacciolo, fatelo, mi sono assicurata di condividere il post di pediatri e non di moritemale.com, poi se volete credere a bloggare.it fate pure.

Dico solo che se io ora scrivo un bell’articolo sulle percentuali di morti per annegamento dopo il panino alla porchetta e lo pubblico, magari non su 50sfumatuiredimamma che fa sfiga, ma apro una cosa che sa di serio come “Informazione.net” , metto un po’ di rosso e nero qua e là che fa fico,  et voilà, ecco un’altra bella fonte pronta all’uso.

Il problema è che questa superficialità  (ma diciamocelo, è soprattutto il buon vecchio  “se io penso così è vero e tu sbagli) ” vale per tutto.

Tutti devono mettere il becco su tutto, che sia con l’avvocato, con il medico, che sia con il notaio o il commercialista, statene certi che ne sanno più di voi che avete studiato 20 anni, ma loro lo hanno letto su facebook.

Esempio reale:  arriva Tizio in ufficio per dirmi che ha ricevuto 3 mesi fa un decreto ingiuntivo ma se l’è presa comoda:

“mi dispiace, è definitivo, non può fare niente, doveva venire prima, ci sono 40 giorni per l’opposizione… se vuole proponiamo una rateazione, ”

“ma mioccuggino ha detto che il suo avvocato è riuscito una volta ad annullarglielo anche se era passato un anno”.

Ah che bravo, le consiglio di andare da lui allora, sicuramente la aiuterà.

Dopo una settimana torna a chiedere se posso proporre una rateazione.

L’altro ieri discuto con una da “gli immigrati hanno il cellulare all’ultimo grido e i vestiti firmati mica come noi che facciamo la fame” (eccerto).

“Mah, se lo dici tu, io non ho guardato l’etichetta della loro maglia (che poi me la vedo  la maglia Guccih, tipo me a scuola con la Mandarina Fuck) e nemmeno lo smartphone, tu che li eviti come la peste li hai denudati per controllare?”

No, ma lo dicono tutti su facebook.

Ah beh allora, se è per quello dicevano anche che la sorella della Boldrini era presidente di 45 società, peccato che la poverina fosse morta vent’anni fa.

Tesori, una cosa semplice, basilare che non costa chissà quanta fatica: controllate le fonti!

Volete contestare me che dico che si può fare il bagno dopo mangiato?

Ok, fatelo, ma non basta scrivere su google “annegamento per congestione” perché è ovvio che troverete qualcosa, ma dipende DOVE.

Scrivetelo in inglese, almeno, così si ampliano i confini.

Se contestate una cosa detta da un medico, quanto meno deve averlo detto un altro medico (meglio se più di uno).

Se volete insegnare a me a fare l’avvocato, portatemi il parere di un altro legale che mi sbugiardi.

Se volete contestare le statistiche sull’immigrazione che dicono che non è vero che l’Italia è la sola sfigata al mondo, fatelo con dati scientifici, non con la vignetta di Verdiano Celoduro.

Se volete dire che i vaccini uccidono più del morbillo, servono dati scientifici, non gli slogan del sito “libertàdifarequelcazzochecipare”.

Ognuno è libero di pensarla come vuole, sia chiaro, ma non serve per forza divulgare il proprio verbo se non si è certi di quel che si dice.

Se proprio si ama la divulgazione, c’è un aforisma tanto carino, googlando lo trovate di sicuro.

Dice

 “un buon tacer non fu mai scritto”.

Pace e bene eh.

 

Written By
More from Morna

Organizzare la Prima Comunione: vademecum per incapaci e inesperti

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailDomenica abbiamo festeggiato la Prima Comunione del mio primogenito. Ammetto che...
Read More

2 Comments

  • Io ti amo! Sono una farmacista, laureata in chimica e tecnologie farmaceutiche, con una seconda laurea in biologia in dirittura d’arrivo, ma quando consiglio qualcosa ne sanno tutti più di me perché, sai, l’estetista mi ha dato il cortisone, la mia vicina si è trovata bene a prendere l’antibiotico tutti i mesi, il tatuatore mi ha prescritto, io lo so perché sono OSS…. Tra poco basterà vivere vicino l’ospedale per prescrivere medicinali

  • Morna io ti adoro….sono avvocato pure io ed ogni giorno devo sentirmi dire cagate pazzesche dette da fonti imprecisate che ne sanno sempre più di me…che palle…conferite mandato a Facebook e fatevi risolvere i problemi dai bloggers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *