Fenomenologia della mamma: la mamma multitasking

Ed ecco a voi…
ognuna di noi!
Multitasking lo siamo tutte, chi più, chi meno.
O sbaglio?
Persino Gisele Bundchen ha dichiarato di esserlo.
Avete visto?
No?
Allora non vi sono ancora girate.
Bene, ve le faccio girare io!
Tempo fa Gisele ha pubblicato una foto su Instagram autoproclamandosi Mamma Multitasking.
Volete mettere una a caso di noi, che gira la minestra,  prepara la lista della spesa, butta un occhio al forno, uno al figlio grande, col terzo occhio non guarda dentro di sè puntando al chackra, ma scruta il timer del forno, parla al telefono col marito, mentre la lavatrice fa la centrifuga, il microonde scongela il pane, allontana con un piede il figlio piccolo dai croccantini del gatto e riesce anche ad avere un lampo di genio su quella questione di lavoro che la preoccupava e proprio mentre fa saltare la frittata?
Ecco, lei si stava facendo fare i capelli, le unghie, la pedicure il trucco e CONTEMPORANEAMENTE allattava! Incredibile no????
Emh.
La Mamma Multitasking, quella vera, è quella che con la mano sinistra imbocca il figlio piccolo, con la mano destra versa il caffè per sé e per il suo compagno, col piede destro avvia la lavastoviglie, coi denti trattiene un documento da portarsi in ufficio e vorrebbe tanto trovare una funzione al piede sinistro…
ma purtroppo deve lasciarlo a reggerla in posizione eretta mentre fa tutte queste cose insieme.
Che spreco!
Ha decisamente imparato ad utilizzare ogni parte del corpo in maniera a cui il Creatore non aveva pensato quando ha soffiato la vita nel corpo femminile, ma, si sa…
il Creatore, che non dovrebbe avere sesso, non può che essere essere uomo se il mondo va così…
La Multitasking fa sempre una quantità tale di cose in contemporanea che la dea Kali’ al suo confronto è una principiante.
La Multitasking – mentre fa 108 cose – guarda esterrefatta le mamme che fanno una cosa per volta.
E pure con calma.
E sente in lei montare un istinto omicida.
Vorrebbe scuoterle.
Ma forte, eh!
La Multitasking non tollera sprechi di tempo:
quando pensa a cosa deve fare, automaticamente mette in ordine le azioni per ridurre i tempi ed impiegare al meglio le energie.
È talmente abituata a farlo che lo fa anche in vacanza, alle terme, mentre fa sesso o si fa un bagno.
La Multitasking è una di noi.
Tutte lo siamo.
Chi piu, chi meno.
La donna è multitasking.
L’uomo no.
Così ci dicono.
E se pensi a tuo marito che non riesce a collegare il cervello alla bocca o a cuocere un uovo se deve fare pipi’ o al tuo collega che se fa una fotocopia smette di parlare perché non si coordina, hai il sospetto che in effetti sia vero.
Ma, io vi chiedo:
è vero?
Non è che siamo così cretine che ce lo hanno fatto credere per farci addossare casa, figli, mariti, genitori, lavoro, varie ed eventuali sentendoci pure delle gran fighe perché solo noi ne siamo capaci?
E per i nostri figli, siamo davvero grandi perché sappiamo fare 78 cose insieme o, invece, vorrebbero solo una normale e banale mamma monotasking?
Ma non sarà una gran pigliata per i fondelli tutta questa storia del multitasking?
Se ci fermassimo e provassimo a fare una-cosa-per-volta esploderemmo in 8 secondi come toccate in un punto vitale da Ken Shiro?
Chissà, magari no.
Magari ci piacerebbe fermarci.
Magari scopriremmo persino che possiamo farlo.
Magari l’unica cosa ad esplodere sarebbe un sorriso su un visino piccino.
Magari…
Written By
More from Klarissa

Come crescere dei figli che siano perfetti…

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailDopo aver capito come si crescono figli felici, ho finalmente capito...
Read More

21 Comments

  • Allora, non so da dove cominciare:
    1. da questo momento odio ufficialmente Gisele
    2. no, credimi, gli uomini non riescono ad essere multitasking, fanno male una cosa alla volta, figuriamoci 2…io ci ho perso le speranze e mi arrangio…
    3. sì, forse potremmo provarci pure noi a fare una cosa alla volta, chissà che magari ci riusciamo!!

  • Anche mio marito conferma la regola "una cosa alla volta per carità",(perdonate la citazione rossiniana,rivisitata ovviamente).Io adesso vivo meno freneticamente perché,inutile dirlo,quando i bambini sono piccoli i ritmi sono infernali.Ricordo che una delle mie più grandi aspirazioni era potermi coricare DA SOLA nel mio letto con un bel romanzo da leggere.Ora i ragazzi vanno al liceo,i problemi sono diversi ma si aggiungono difficoltà nuove come la malattia di un genitore e altre amenità del genere per cui io,che sono stata molto aiutata da mia madre,ora mi ritrovo a dovermi occupare di lei,confortare mio padre e sostenere un buon numero di fratelli e zie anziane.Alla fine cambiano i musicanti ma la musica è sempre la stessa.

  • Ciao ragazze..innanzitutto strangolerei la Bundchen, anche perchè oltre a tutto quello detto mica possiamo andare in giro o peggio in ufficio struccate..con la ricrescita..lo smalto rotto..che ormai non uso più..troppo complicato..e tutte queste cose nelle 24 ore..e lei sarebbe una donna multitasking?per quanto riguarda gli uomini bè sono uomini il loro DNA non prevede il multitasking..posso consiglisre un libro sull'argomento? "Non cercarmi mai più di Emma Chase" un libro divertente..se vi va di passare da me http://www.barbaraottoni.com ..vi seguo..siete fantastiche..

  • Io proprio non ce la faccio a farne una per volta, mi sembra di sprecare tempo, mi annoio addirittura! E per quanto riguarda gli uomini… no loro proprio non ce la fanno a farne 2 insieme, neanche semplici!

    • Anch'io ho sempre il tarlo del tempo sprecato e del cercare di ottimizzare…chissà…sarà genetico?!

      Per gli uomini, che dirvi? Io ci ho provato a buttarla lì, ma vedo che li bocciate tutti in multitasking.

      Poracci!

  • La faccenda degli uomini…lascia perdere. Una basta e avanza. E spera che non stiano pensando a Gisele, che gli riesce pure male.
    E per il multitasking…eccomi. Milleuna cose, tutte contemporaneamente, detesto gli sprechi di tempo (se ne spreco, poi ci rimetto le ore della notte…no, grazie!) niente gatti, ma tre figli e marito iper-distratto. Lavoro. Casa… come tutte, dai!!!

  • Una mia amica mi ha fatto ridere quando mi ha raccontato, che alla domanda della bambina del perché Babbo Natale fosse sempre allegro mentre la Befana no, ha risposto che Babbo Natale essendo maschio ha i folletti che lo aiutano mentre la Befana essendo donna è multitasking e deve fare tutto lei!!!
    Un abbraccio
    Claudia

  • Mio marito una volta (in tempi non sospetti) mi ha esposto una sua teoria, che ad oggi pratica con successo in casa: dimostra fin dall'inizio DI NON ESSERE CAPACE e vedrai che nel giro di poco smetteranno di chiederti di fare! E' stato così: ha attentamente rovesciato preziosi bicchierini di latte materno, fatto frantumare la faccina della pupa ancora incerta sui piedini nel tempo in cui io sono andata a fare pipì ecc.. con il risultato che per 4 anni non gli ho quasi chiesto più alcuna forma di collaborazione parentale! ( E ora che avevo ricominciato appena appena e sembrava funzionare lo hanno trasferito fuori sede e torna solo al W.E… :-/ )

  • Io sono monotasking, lo avevo scritto anche tempo fa sul blog! Me lo sono imposta, prendendo esempio dal mio compagno che se parla al telefono non riesce a fare nient'altro, nemmeno aprire la porta e se cucina non può lavare un bicchiere nel lavello, e alla sera è comunque felice e soddisfatto, e allora??? Lo faccio pure io! Ho smesso di pensare al vuoto come sprechi di tempo, ma recupero la saggezza dei Romani in cui anche l'ozio aveva la sua parte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.