Feste di compleanno fai da te per risparmiare

Qualche giorno fa, su Facebook, ho raccontato che avrei organizzato una festa di compleanno casalinga, molto semplice, invitando qualche amico e organizzando tutto da sola. Due doverose precisazioni: in Francia la maggior parte delle feste si organizza così, i posti da affittare spesso sono piccoli e cari e onestamente a me nemmeno piacciono, a meno di uscire di molto dalla città per trovare posti più grandi e adatti (ma in molti non hanno l’auto, noi compresi, e da compleanno si trasforma in trasferta); io sono contraria ad invitare tutta la classe, ovvero 28 bambini, non pretendo che le mie figlie vengano invitate a tutti i compleanni (e meno male, aggiungo) e onestamente a loro non importa di andare a compleanni di bambini con cui non sono veramente amiche.

Mi hanno spiegato che la regola perfetta è che gli invitati devono corrispondere al numero di candeline: noi abbiamo comprato dieci inviti e ne è avanzato uno.

Come organizzare un compleanno fai da te

Per organizzare un compleanno in casa non c’è bisogno di molto, ma i vantaggi sono diversi. Per prima cosa, si risparmia: con molto meno di 100 euro avrete tutto il necessario per organizzare la festa perfetta. Secondo, non si è legati al meteo, come in caso di compleanni all’aperto. Con qualche accorgimento, poi, si riesce anche a non farsi devastare casa e a limitare i “danni”, soprattutto se i bambini hanno già un’età più grande, come dalle elementari in poi. Infine, volete mettere la soddisfazione di invitare i propri amici a casa, nella propria stanza, coi propri giochi?

Cosa serve per un compleanno in casa

Il materiale per una festa riuscita è poco:

  • Piatti, bicchieri e tovaglioli: io suggerisco di carta, al supermercato li trovate anche con disegni o personaggi
  • Palloncini: normali o all’elio, potete comprarli e gonfiarli voi con una bombola oppure comprarli già gonfiati, valutate il costo e lo sbattimento (noi li abbiamo gonfiati da soli dieci minuti prima della festa, e sono stati un gran successo!)
  • Qualche gioco
  • Qualcosa da mangiare
  • La torta

I bambini si annoiano ad un compleanno in casa?

Una delle motivazioni principali che sento da chi organizza feste con animatori, in ludoteche, gonfiabili ecc è che “così i bambini non si annoiano”. Premesso che io sono l’anti-creativa per eccellenza e che non so assolutamente giocare coi bambini, vi assicuro che i bambini tra di loro non si annoiano MAI. Soprattutto se sono un gruppetto piccolo, abituato a stare insieme, vi assicuro che si divertiranno con cose assolutamente semplici, da bambini (se avete un giardino, siete a cavallo). Noi viviamo in 70mq e siamo sopravvissuti, e loro si sono divertiti da matti.

Come intrattenere i bambini durante un compleanno in casa

No, non dovete travestirvi da Elsa e recitare o cantare. Io ho fatto così. Ho comprato su Amazon un set per il trucco, un set per i travestimenti per le foto, dei piccoli tatuaggi. Queste tre attività hanno occupato i bambini per molto tempo. Ho lasciato loro una vecchia macchina fotografica compatta e si sono divertiti a scattare. La festeggiata e le due sue amiche hanno truccato le piccole (cioè mia figlia minore e la sorella di un invitato) e i due maschietti presenti. Io ho fatto tatuaggi a tutti, grandi e piccini. Ho tirato fuori il gioco della campana della Chicco, che è piaciuto soprattutto ai maschi, Indovina Chi, Forza Quattro, i travestimenti, lo Shangai e così hanno passato le due ore prima della torta.

E se i bambini devastano la casa?

La possibilità c’è, ma in anni e anni di feste casalinghe – e soprattutto con figli un pochino più grandi, per questo meglio seguire la regola delle candeline! – ho imparato come fare a limitare i danni.

  • togliere tutti i giochi pericolosi e tutto ciò che è fatto di pezzettini: Lego, Playmobil, cose con acqua, puzzle, insomma, tutto ciò che verrebbe lanciato in ogni direzione. Io ho lasciato bambole, peluche, colori (manco toccati) e giochi in scatola
  • coprire i divani e altre cose che non si vuole tocchino: un bel lenzuolo sul divano e sul piano e li ho salvati dalle ditate unte di patatine, i cuscini del divano li ho messi in camera mia
  • togliere i tappeti: se non volete stare ad aspirare per tre ore…
  • limitare il cibo: non vengono per ingozzarsi, ma per giocare, quindi qualche patatina o salatino è più che sufficiente, così poi mangiano per bene la torta
  • qualche regola: se spiegate correttamente, funzionano (soprattutto non permettere di entrare in qualsiasi stanza)
  • sorveglianza: dare un’occhiatina con la scusa di interessarsi a cosa fanno o giocare con loro può essere un ottimo modo per limitare la devastazione (anche passare la scopa appena girano l’angolo, come fa mio marito)

E la torta di compleanno?

Lo so che c’è la gara alla torta più figa, ma considerate il vostro budget. A mia figlia fa piacere che le faccia io, e me l’ha chiesta blu con le fragole e ripiena di crema al mascarpone. Cotta la torta (una base qualsiasi, la mia era una sponge), montata la crema (io ci metto la panna al posto degli albumi), montata la panna per la copertura insieme al colorante in polvere blu. Costo? 10 euro a dir tanto. Valore della frase di mia figlia “Guardate, l’ha fatta la mia mamma, e sembra come quelle comprate!” inestimabile!

Dopo la torta hanno aperto i regali, giocato a nascondino e al gioco delle sedie. Hanno anche ballato come pazzi.

I bambini sono ripartiti tutti con il trucco fatto, almeno un paio di tatuaggi, un palloncino a forma di animale, un sacchettino low cost con dentro due scemenze (very very low cost) e tanti dolcetti, tutti provenienti dalle calze della Befana!

Insomma, se ci sono riuscita io, che sono l’anti-creativa e sono accompagnato dall’anti-pazienza (e maniaco della pulizia) potete farcela anche voi: organizzare una festa di compleanno in casa è possibile, anche senza che i bambini ve la devastino!

E voi, come organizzate i compleanni dei vostri figli (soprattutto di quelli nati in inverno!)?

More from 50sfumaturedimamma

I no aiutano a crescere. Ma anche i sì!

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailI no aiutano a crescere, si sa. Non è solo il...
Read More

7 Comments

    • Ciao Laura, quando erano così piccole in realtà festeggiavamo con amici che avevano bambini piccoli, una merenda a casa e sì, lì c’era tanta devastazione. Se non hai amici con figli non ha nessun senso invitare compagni del nido, per esempio, perché a quell’età sono imprevedibili, in più dovresti tenerti pure i genitori. O inviti 1-2 amici veramente intimi. Dipende dalla vostra realtà, anche. Io non avrei mai fatto una festa coi compagni del nido, ho iniziato con le feste coi LORO amici a 4 anni, senza più adulti.

      • Per la festa dei 2 avevamo invitato due suoi amici che nomina spesso, ma essendo nato in un giorno impegnativo (24 dicembre) non sono venuti. Che non è male, faccio bellissima figura con pochissima fatica 😀
        Noi abbiamo tanti amici con i bimbi, in più i nonni e gli zii, che mica possono perdersi il compleanno, e poi i cugini… un delirio. Pensavamo dal prossimo anno di splittare in 2 feste: il 24 dicembre solo nonni/zii/famiglia insomma, e 1 settimana prima una festicciola con gli amici che vuole lui, se i figli degli amici non li vuole, tanti baci e ciao.

  • Il grande 5 anni nato a giugno in giardino a casa (lo scorso anno, che non avevamo ancora al giardino, lo abbiamo organizzato al parco): piscina gonfiabile, musica, dolci fatti in casa, allestimenti fatti da me (mi diverto come una matta!!) Il piccolo invece nato a febbraio, festeggerà i suoi 3 anni in una ludoteca vicino casa: amichetti Nido e qualcuno di fuori… ma dal prox anno anche lui festeggerà a casa 🙂

  • non vedo l’ora di farla così!! finché sono in asilo, qui le classi sono un unica entità, tutti amici di tutti, ora ho la casa in ristrutturazione quindi non esistono le camere (ergo non si invita nessuno) ma dal prossimo anno feste in casa con pochi amici, ottima la regola del n. degli invitati in base al n. di candeline!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.