Le due settimane prima dell’inizio della scuola

Sono un delirio.

Fine del post, addio.

Vabbè, se proprio vogliamo infilare il coltello nella piaga, vediamo nel dettaglio.

  1. La chat di classe inizia ad animarsi:

è stato pubblicato l’elenco del materiale?

Ancora no.

2 minuti dopo

E’ stato pubblicata la lista delle cose da comprare?

No

Chi abita vicino può verificare così da aggiornarci in tempo reale?

Ora, io vorrei tanto non capire tutta quest’ansia da lista materiale, che per comprare 5 quaderni, due cartellette, 3 colle e 3 matite non la vedo un dramma, ma per chi (come noi) ha un’unica cartoleria in effetti il dramma c’è, ed è che entri alle 9 di mattina ed esci quando i figli fanno l’università, come se poi non avessimo altri casini a settembre.

Care maestre su, toglieteci almeno ‘sta rottura di palle e dateci la lista a giugno, tanto ormai saprete se volete i margini o no (che poi sta cosa dei margini mica la capisco.. cioè posso capire che “senza”  possa dare problemi a bimbi pasticcioni, ma chiederli proprio senza e se li porti “con” no, non va bene, da cambiare… non so, spiegatemi che non capisco) , se volete le righe di prima seconda terza o chissà dio cosa, il quaderno quadrato, grande, piccolo, rotondo, il bloc notes bianco, no a quadretti no a righe. Insomma, non mi pare così complicato saperlo in anticipo, no?.

Comunque niente, aspettiamo questa lista e vediamo per cos’altro ringraziare settembre nel frattempo.

  1. Dove li mettiamo ‘sti bambini per queste 2 settimane?

Le tasche sono ormai inesorabilmente vuote per i centri estivi, le ferie e diciamocelo, pure qualche buona cena. I nonni sono esausti (o, come i miei, vendemmiano), abbiamo dato fondo ad ogni briciola di ferie, permessi recuperi e maternità varie.

C’è chi se li porta in ufficio (io, e no non è cosa buona e giusta, se vedete le stories Instagram sapete perché), chi fa l’ennesimo mutuo per pagarsi baby sitter dell’ultimo secondo, e soprattutto c’è chi odia Anya e la Francia tutta perché lì iniziano il primo settembre, a tempo pieno fin dal primo giorno, con la mensa fin dal primo giorno. Aahahhahaha, sembra una fake news vero? Eh, incredibilmente non lo è, pare.

  1. Da noi, infatti, dopo essere in qualche modo arrivati all’inizio della scuola

(so che sembra impossibile, ma verosimilmente ci arriveremo tutti vivi, o quantomeno se non ci arriviamo non è per l’isteria da rientro) poi ci sono:

i primi giorni a orario ridotto,

figurarsi se si fa il pomeriggio, eh no belli, alle 12.20 per i primi giorni si finisce (da noi 2, ma so che qualcuno ha orario ridotto anche per un’intera settimana)

 la mensa che non è partita

(da noi come sopra, ma ho amiche che restano senza anche per un mese intero, io mi sarei già data fuoco davanti al Provveditorato)

Quando finalmente ritorna tutto a regime

iniziano le riunioni:

per il rappresentante di classe, per il programma, per i libri, per religione, per Catechismo, per l’estrema unzione, tutte rigorosamente alle 16 o giù di lì.

In contemporanea a tutto ciò, mentre siete in fila da 3 giorni alla cassa con i quaderni senza margine a quadretti e con margine a righe (per poi scoprire che era il contrario e rifare tutto), dovete pure

4. pensare allo sport.

Inizia infatti il carosello delle prove gratuite: ginnastica artistica, ritmica, acrobatica, pattinaggio artistico, di velocità, hockey, arti circensi, tessuti aerei, danza contemporanea + classica + hip pop,  teatro, karate, kung fu, tai chi e Capoeira.

Poi, provate tutte, sceglierà quella con orari incompatibili ai vostri e lo iscriverete a nuoto, che almeno ci si può andare di sabato e siete a posto (salvo ricordarvi ben presto cosa voglia dire andare in piscina, noi vi avevamo avvertito eh).

Infine, quando ormai credete di avercela fatta e di essere sopravvissute, ci sono

5. i libri da foderare

(ahahahha). Da noi sempre l’unica cartoleria fa delle copertine orrende ma a basso costo, e quindi tutti di nuovo in fila tre giorni (con l’occasione si possono cambiare i quaderni sbagliati, due piccioni con una fava).

6. Ah dimenticavo: il guardaroba!

Dei figli eh, che del vostro chissenefrega, potete mettere i jeans prémaman di 8 anni prima che non se ne accorge nessuno. Sì perché i figli durante l’estate crescono come il bambù, 3 centimetri l’ora, e a settembre, quando riponete i cari buoni vecchi bermuda che vanno bene per 3 o 4 anni, vi accorgerete che non c’è nulla nell’armadio che sia ancora utilizzabile (ma perché si è persa la bellissima prassi dei pantaloni corti estate e inverno? Chiamali scemi i nostri nonni).

Fatto tutto? Ottimo, allora è temo di guardarsi allo specchio e pensare alla remise en forme, ma di questo parliamo la prossima volta ;-P.

Written By
More from Morna

Secondo figlio: ecco perché ce la farai

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemail Qualche giorno fa parlavo con una mia carissima amica. Tra...
Read More

7 Comments

  • Io sopravvivo egregiamente a tutto e anche con una certa calma. Ma alla lista del materiale scolastico proprio no!!! Quella è la mia morte. La lista infinita un buco nero dove spariscono i soldi

  • Rido come una matta ! Ti dico una cosa… ho una cartoleria… ecco prendi quella mamma che sia agita per la lista del materiale e moltiplicalo per 100! Poi aggiungi quel bambino che decide di prendere a calci gli scaffali… quello che mangia la pizza e intanto sfoglia tutti i diari… il sorellina che lancia astucci per aria… la bambina che mentre sceglie il diario ti è venuta una ricrescita ai capelli di 5 centimetri… e bla bla… ma tu sorridi perché, nonostante tu debba pagare 300 cose e fatichi a pagarle, senti anche profumo di scarpe del tutto superflue per te e per la piccolina… una gioia che ti ripagherà di tutto il delirio che hai vissuto !
    Ma voglio dire… noi siamo cresciute così? Io non mi ricordo sinceramente…

  • sei troppo divertente! ed è tutto verissimo,vorrei girarla a mia sorella che ha un bimbo di 1 anno e mezzo, ma poi le faccio venire l’ansia!
    io la scuola che inizia con le mezze giornate non la capisco proprio, ma a 10 anni hanno bisogno dell’inserimento?!!!
    fortunatamente noi la lista la riceviamo a giugno, ma io mi riduco la prima di settembre a comprare tutto, e la mia amica cartolaia sa che sono un pò in aria e mi manda i messaggi per prenotare i libri, evviva le persone organizzate che aiutano anche noi casinare!

    a proposito di robe strane: fogli con i buchi rinforzati (eh?!) questa mi mancava…!

  • da noi lista materiale già a giugno, i libri li ho ordinati alla cartoleria che me li fa trovare già belli con la copertina trasparente! ma..orario ridotto per due settimane e per compensare i pomeriggi i bambini devono andare a scuola il sabato..lasciamo stare va”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.