Si è sempre fatto così e siamo ancora tutti vivi

Beh, non proprio tutti, tanto per incominciare.

“Quando ero piccola io non c’erano neanche le cinture di sicurezza in macchina e si andava al mare in 7 sulla cinquecento, di cui due nel baule”.

Voi sette magari siete tutti vivi, ma tanti altri no, eh, e quelli non possono venire a cazziarvi per i vostri figli liberi di scorrazzare in auto.

“ai miei tempi nessuno parlava di bullismo, e abbiamo imparato ad arrangiarci senza tutto ‘sto casino”.

Certo, perchè probabilmente non eri tu quello che veniva menato dietro il cespuglio, a cui venivano tolti i pantaloni, o che veniva chiamata cicciona e che è ancora in analisi dopo 30 anni.

Poi che oggi i bimbi siano ipertutelati è pure vero, ma non ha nulla a che fare con il bullismo.

“ai miei tempi nessuno era maleducato, se solo si osava non ci si sedeva per una settimana per le cinghiate”

Ah infatti, che si educhi con la paura e il terrore non ci credono più manco gli addestratori di cani, non vorrei dire.

Comunque tutti santi quelli nati negli anni 60/70 e cresciuti a pacche, nessun eroinomane, nessun cocainomane, nessun assassino, nessuno che ammazza le mogli, nessuno con problemi.

Le botte, il vero toccasana per la società.

“ma che palle con questi vaccini, ai miei tempi si faceva morbillo, rosolia e siamo ancora tutti qui.

Tutti chi, esattamente? Perchè quello morto di morbillo a 6 anni non credo venga a commentare su Facebook.

“non sopporto quelle che vietano la Tv, noi siamo cresciuti davanti a cartoni animati dove si sgozzavano uno con l’altro, dove fratelli si ingroppavano le sorelle, dove i genitori abbandonavano i figli o comunque schiattavano (erano tutti orfani sti bambini) e stiamo benone.

Sicura? Sicura sicura? No, perchè io mi guardo intorno e qualche dubbio mi viene eh.

“ai miei tempi nessuno parlava di gay, trans e simili, la società era più seria”

No infatti non esistevano, esistono perchè ne parliamo, certo.

“la dislessia è una moda, 30 anni fa praticamente non esistevano dislessici, disgrafici e simili, sono solo modi per spillare soldi ai genitori”.

Il fatto che non fossero diagnosticati non significa che non esistevano, chissà quante piccole menti brillanti sono rimaste incomprese, invece!

Quand’è che queste persone si renderanno conto che il mondo sta andando avanti, e che se possono diffondere il loro verbo dagli smartphone è proprio per questo?

 

 




 

 

 

 

 

Written By
More from Morna

Le fatiche della maternità si dimenticano. O, almeno, si superano.

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemail Che i dolori del parto si dimentichino è cosa nota...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.