Di pesce in scatola e altre meraviglie

rio-mare

Noi mamme ci dividiamo in due categorie:

  • quelle che per nulla al mondo rinuncerebbero a fare tutto loro, dette anche autosufficienti, che sfornano pagnotte e sventrano carpe portate a casa in spalla dai mariti provetti Sampei
  • quelle che per nulla al mondo rinuncerebbero alla loro sanità mentale, per cui quando arrivano a casa dopo una giornata di lavoro, o in giro a portare i figli per le varie attività, vale la regola del “ndocojocojo”.

Qualsiasi sia la vostra categoria – e giuro che non me ne importa e non vi giudico – avrete sicuramente, in entrambi i casi, alcune domande su prodotti che avete sempre avuto in casa, ma senza mai dar loro la giusta importanza. 

Il cibo in scatola

Il cibo in scatola rappresenta una valida alternativa a quello preparato da noi, quando questo è sicuro, sano, senza conservanti e additivi e possibilmente prodotto in maniera sostenibile. Non ci credete?

Come succede per molte tipologie alimentari, una materia prima colta o pescata sul momento e subito trattata (lavata, pulita, cotta, tagliata…) e inscatolata mantiene tutte le proprietà nutritive del prodotto fresco, anzi, forse di più perché se il prodotto fresco non lo consumate subito, è tutta un’altra storia.

Qualche giorno fa abbiamo partecipato ad un incontro organizzato da Rio Mare in compagnia della nutrizionista e biologa Elisabetta Bernardi e del Sustainable Development Director Bolton Food Luciano Pirovano, in cui si spiegava perché è importantissimo, per tutti noi – grandi, piccini, maschi, femmine – consumare pesce. Voi quanto ne mangiate?

Pesce come fonte di proteine e amminoacidi

Il pesce è fonte di proteine di ottima qualità e fornisce aminoacidi essenziali. Quando si sta attenti alla linea è perfetto perché ha un apporto calorico limitato, ma al tempo stesso è fonte di iodio e vitamina D.

Ma soprattutto, certi pesci sono ricchi di omega 3, importanti per il rinnovamento cellulare. Sapete, per esempio, che la carenza di Omega 3 può essere una delle cause di depressione post partum? Perciò sì, meglio consumarne tanto anche in gravidanza. La dose giusta? 150 grammi per gli adulti e 120 per i bambini. 

La mamma di categoria 2 l’ho già convinta, ma la vedo la mamma di categoria 1 un po’ dubbiosa, vero? 

Tra le domande che abbiamo fatto a Rio Mare c’è la famosa questione del mercurio: è vero che il pesce è inquinato? Ricerche recenti dicono che il prodotto in scatola ne ha quantità molto basse, perché vengono inscatolati tonni piccoli ed il processo è in seguito molto controllato.

I pesci “grassi”, inoltre, sono molto ricchi di selenio, un antiossidante naturale che contrasta il mercurio. Dei prodotti in scatola Rio Mare, inoltre, si può sapere tutto o quasi, hanno infatti una loro “biografia”:  provate a prenderne uno e guardate. Dalla pesca al trattamento, il pesce non viene mai perso di vista e si sa in che scatola finisce. 

L’offerta Rio Mare

Oltre al tonno l’offerta Rio Mare comprende tanti altri prodotti tra cui il salmone al vapore e lo sgombro alla griglia. Quando sento parlare di salmone storco un po’ il naso: il suo allevamento intensivo può causare seri danni alla fauna marina. Rio Mare però collabora dal 2009 con il WWF proprio per garantire una pesca sostenibile che non sia solo indice di qualità del prodotto finale, ma che rispetti gli oceani e i suoi abitanti. 

Appurato che il mercurio non è un problema e che la pesca è sostenibile, la mamma della categoria uno è ancora decisa e pronta con la canna in mano. No, non c’è sale in eccesso nelle confezioni, potete stare tranquille. Attenzione piuttosto a quanto ne mettete quando preparate la pasta al sugo o il pane fatto in casa! 

Le scatolette sono iper sicure: il prodotto viene cotto e sterilizzato, non ci sono conservanti e la chiusura è ermetica: ciò assicura una scadenza lunga perciò scorte sempre pronte in casa senza paura di buttarle vie (e in questi tempi di sprechi, non è male)!

E oltre a durare di più, è anche meglio del surgelato, perché per far durare più a lungo un pesce surgelato si tolgono i grassi, mentre in scatola restano tutti lì. Inoltre, le lattine non sono a rischio nickel perché le vernici non entrano in contatto con il prodotto. 

Insomma, che siate mamme di corsa o mamme che tengono molto a quello che mettono in tavola, quasi in maniera maniacale, i prodotti Rio Mare sono la risposta giusta.

Potete prepararci piatti veloci e averne sempre di scorta in casa, consapevoli di star consumando un prodotto sicuro, pieno di Omega 3, proteine buone e vitamina B12, realizzato in maniera sostenibile con il minor impatto possibile sull’ambiente. 

Che dite, vi abbiamo messe d’accordo, per una volta?

Post in collaborazione con Rio Mare

Tags from the story
Written By
More from Anya

Lettera ad un nonno mai nato

Share this... Facebook Pinterest Twitter Linkedin email Hai preso un aereo e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.