Conchiglioni ripieni di ricotta e spinaci

ricetta conchiglioni

L’estate è agli sgoccioli e secondo noi non c’è modo migliore per ricordarla che con un buon piatto, specialmente se questo prevede dei grandi e golosi conchiglioni ripieni! La loro forma elegante e simpatica, infatti, ha tutto il fascino del mare anche quando non contiene un ripieno di pesce, come nel caso dei conchiglioni ripieni di ricotta e spinaci, un vero classico della tradizione italiana. Ispirati alla ricetta dei cannelloni ricotta e spinaci, i conchiglioni hanno però tutto il gusto della pasta di grano duro, una vera delizia che soddisfa anche gli appetiti più famelici.

La forma dei conchiglioni, inoltre, è uno dei formati di pasta più amati dai bambini, che mangeranno molto più volentieri alimenti sani e genuini come gli spinaci e la ricotta. Questo ripieno, infatti, è decisamente più leggero del classico ragù o del ripieno di carne con cui si farciscono spesso i conchiglioni; allo stesso tempo, gli spinaci garantiscono un ottimo apporto di ferro e altri importanti minerali, mentre la ricotta è importante per assumere la dose quotidiana di calcio, indispensabile per il corretto sviluppo delle ossa dei più piccoli.

Ecco a voi un suggerimento: se ai vostri bambini non piacciono le verdure, frullate gli spinaci prima di aggiungerli alla ricotta; in questo modo la farcitura sarà liscia ed omogenea, come una semplice crema, e i bimbi non si accorgeranno nemmeno di star facendo un’abbuffata di verdura.

Ingredienti:

(per 4 persone)

  • 250 gr di conchiglioni di grano duro;
  • 500 gr di spinaci già lessati;
  • 250 gr di ricotta vaccina (o di pecora);
  • 100 gr di parmigiano reggiano grattugiato;
  • 500 ml di latte intero;
  • 50 gr di burro;
  • 50 gr di farina;
  • 400 gr di polpa di pomodoro;
  • un uovo;
  • uno spicchio di aglio;
  • olio extravergine di oliva q.b.;
  • sale e pepe q.b.

Preparazione 

Iniziate dalla preparazione della besciamella: mescolate in una casseruola il burro e la farina, a fiamma bassa, finché non si formerà una crema omogenea (roux), fate cuocere per alcuni minuti e poi versate il latte, tiepido, a filo, poco per volta, continuando a mescolare per evitare che si formino grumi. Portare a bollore e continuare a mescolare, finché la besciamella non sarà densa e corposa. Aggiungere un po’ di sale e tenete da parte.

Intanto passate alla preparazione della salsa di pomodoro. Versate in un pentolino un filo d’olio e uno spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato, accendete la fiamma e lasciate soffriggere. Aggiungere poi la polpa di pomodoro, un pizzico di sale e pepe, chiudete con un coperchio e lasciate cuocere per 10 minuti.

Per il ripieno, invece, occorre mescolare in una ciotola gli spinaci lessi (assicuratevi che siano ben strizzati) con la ricotta (anche la ricotta deve essere lasciata per un po’ in uno scolapasta, in modo che perda l’acqua in eccesso), condendo con olio, sale e pepe. Intanto fate bollire i conchiglioni in abbondante acqua salata, scolandoli due minuti prima del termine della cottura, come indicato sulla confezione. Lasciateli raffreddare immersi in acqua fredda, scolateli di nuovo e conditeli con un filo d’olio per evitare che si incollino tra loro.

Iniziamo quindi ad assemblare il piatto: foderate una teglia capiente con della carta forno, ungete il fondo con un cucchiaio di besciamella. Inserite un cucchiaio di ripieno in ciascun conchiglione, adagiando poi quest’ultimi uno accanto all’altro nella teglia, fino a riempirla. Versate uno strato di besciamella sopra ai conchiglioni, cercando di distribuirla equamente tra centro e bordi. Fate lo stesso con la salsa di pomodoro, a cui avrete tolto l’aglio.

Infornate infine la teglia nel forno preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti, e impostando la modalità grill negli ultimi 3 minuti di cottura. Sfornate e attendete un paio di minuti prima di servire.

Eitchette adesive
More from 50sfumaturedimamma

Coliche neonatali e otite: quando un biberon può fare la differenza

Share this...FacebookPinterestTwitterLinkedinemailAnche se abbiamo i figli un po’ grandi, tutte noi ricordiamo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.